Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Il sindaco leghista di Sesto San Giovanni ironizza sulla Polizia locale di Milano

Di Antonio Scali
Pubblicato il 30 Giu. 2020 alle 12:41
28

Il sindaco leghista di Sesto San Giovanni ironizza sulla Polizia locale di Milano | VIDEO

Polizia locale a confronto. Con un video pubblicato sui social, il sindaco di Sesto San Giovanni, Roberto Di Stefano, in quota Lega, ha fatto una non troppo sottile ironia nei riguardi della Polizia locale di Milano, città guidata da Beppe Sala.

Nel filmato il primo cittadino del comune lombardo mette a confronto i metodi e lo stile dei suoi agenti con quelli dei loro colleghi milanesi. Se a Milano la Polizia va in giro in monopattino e ferma gentilmente le persone per strada, a Sesto San Giovanni i poliziotti sono molto più risoluti: ammanettano, bloccano a terra e fanno salire sulla volante i malviventi, sventando con rapidità rapine e altri reati. Il tutto accompagnato da una musica in sottofondo di quelle tipiche dei polizieschi americani, molto in voga tra gli anni Settanta e Ottanta.

Il video pubblicato da Roberto Di Stefano tocca in fondo un tema politico ormai da anni molto sentito e divisivo come quello della sicurezza. Scrive infatti il sindaco di Sesto San Giovanni nella descrizione del filmato pubblicato su Facebook: “Ho sempre avuto profondo rispetto per gli agenti della Polizia Locale e credo siano da valorizzare e non screditare. Gli agenti non devono essere coloro che fanno le multe ma chi quotidianamente è al servizio dei cittadini e del territorio. Le città hanno bisogno di sicurezza (e per questo noi abbiamo voluto le esercitazioni per gli agenti), presenza, non di spot green da campagna elettorale. Ma si sa che per la sinistra la parola sicurezza è un fastidio, io la ritengo la prima delle libertà”.

Inevitabilmente il video ha fatto molto discutere, e sotto al post, tra i commenti, gli utenti si dividono tra chi appoggia le parole di Di Stefano e chi invece la reputa una polemica pretestuosa e strumentale da parte del primo cittadino leghista.

Leggi anche: Il Comune di Sesto San Giovanni rifiuta la cittadinanza onoraria a Liliana Segre

28
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.