Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Hackerato il sito del sindaco di Sesto San Giovanni: il volto di Liliana Segre in homepage

Immagine di copertina

Hackerato il sito del sindaco di Sesto San Giovanni

Sesto San Giovanni resta al centro dell’attenzione: dopo il no dell’amministrazione comunale alla cittadinanza onoraria a Liliana Segre, il sito del sindaco è stato hackerato e sulla homepage è possibile vedere solo il volto della senatrice a vita.

È successo nella notte tra mercoledì e giovedì: il sito ufficiale del sindaco della cittadina dell’hinterland milanese Roberto Di Stefano è stato oggetto di un attacco hacker e da quel momento l’unica pagina consultabile è quella della home, dove, a tutto schermo compare il volto severo della sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti.

La homepage del sito del sindaco di Sesto San Giovanni

Il Consiglio comunale di Sesto San Giovanni ha respinto la proposta del Movimento Cinque Stelle di conferire la cittadinanza onoraria alla senatrice Segre, 89 ani, nella serata del 19 novembre. “Liliana Segre non ha a che fare con la storia della nostra città e darle la cittadinanza sarebbe svilente per lei perché è una strumentalizzazione politica”, ha detto il sindaco Di Stefano per giustificare la decisione del Consiglio comunale.

Decisione che ha scatenato la polemica e la reazione di qualche hacker che è entrato in azione e ha giocato lo “scherzetto” al primo cittadino di Sesto San Giovanni. Di Stefano parla di strumentalizzazione politica, ma il comune del Milanese è stato a lungo conosciuto come la Stalingrado d’Italia. Tradizionalmente di sinistra, Sesto San Giovanni è stato tra i comuni protagonisti della lotta al nazifascismo durante la Seconda Guerra Mondiale.

Dal 2017 la cittadina è guidata dal centrodestra, con il sindaco Di Stefano, eletto tra le fila di Forza Italia. Quello di Sesto San Giovanni è solo l’ultimo degli episodi che vede coinvolta la senatrice a vita Liliana Segre. Negli ultimi giorni a negare la cittadinanza onoraria alla sopravvissuta di Auschwitz è stato anche il comune di Biella. Il sindaco Claudio Corradini ha chiesto scusa alla senatrice, ma in qualche modo si è giustificato parlando di “speculazione indegna”.

Ti potrebbe interessare
Politica / Governo, Meloni: “Sì ai tecnici. Non mi farò imporre nomi che non siano all’altezza del compito”
Politica / Governo, FdI: “Nessun veto sul ritorno di Matteo Salvini al Viminale”
Politica / Meloni a Zelensky: “Pieno sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino”
Ti potrebbe interessare
Politica / Governo, Meloni: “Sì ai tecnici. Non mi farò imporre nomi che non siano all’altezza del compito”
Politica / Governo, FdI: “Nessun veto sul ritorno di Matteo Salvini al Viminale”
Politica / Meloni a Zelensky: “Pieno sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino”
Politica / Lega: “Pieno mandato a Salvini”. Il Carroccio punta sui ministeri dell’Interno e dell’Agricoltura
Economia / Centrodestra, con il primo decreto torna il condono: è il secondo in meno di due anni
Economia / Totoministri, venti di recessione: Meloni punta sul tecnico Panetta all’Economia
Politica / Lampedusa, il vicesindaco leghista diserta la commemorazione per i migranti: “Solita passerella”
Politica / Maria Elena Boschi: “Cambiare la Costituzione? Pronti a discuterne”
Politica / Governo, Meloni: “Troppe scadenze, facciamo presto. Io draghiana? Nessun inciucio, transizione ordinata”
Politica / Roma, bollette in fiamme davanti alla sede di Cassa Depositi e Prestiti: “Lo Stato tassi gli extraprofitti” | VIDEO