Me
HomePolitica

Ezio Greggio cittadino onorario, ma Liliana Segre no: bufera politica a Biella

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 19 Nov. 2019 alle 19:11 Aggiornato il 19 Nov. 2019 alle 19:12
Immagine di copertina
Ezio Greggio; Liliana Segre

A Biella è stata data la cittadinanza onoraria a Ezio Greggio (e non a Liliana Segre)

Pd in subbuglio a Biella, dopo che l’amministrazione comunale ha deciso di dare la cittadinanza onoraria a diversi personaggi di spicco, tra cui Ezio Greggio. Una settimana fa, però, la città piemontese era finita nell’occhio del ciclone per averla negata alla senatrice a vita Liliana Segre.

A pronunciarsi contro l’iniziativa è Paolo Furia, segretario regionale del Partito democratico, che sulla sua pagina Facebook denuncia il fatto: “La tempistica della scelta di attribuire la cittadinanza onoraria a Ezio Greggio ha tutta l’aria di essere una provocazione. Niente contro Ezio e niente in linea di principio contro un titolo onorifico per un uomo del nostro territorio che ha portato il nome di Biella in giro per tutto il paese: però mi chiedo, perché non farlo tra due anni?”, scrive Furia.

“Perché decidere di farlo a una sola settimana dal rifiuto di votare una cittadinanza onoraria per la nostra senatrice a vita perseguitata nazista e simbolo della nazione Liliana Segre? Abbiamo già contestato la decisione di non dare la cittadinanza a Segre, ma Ti prego, vi prego di capire che, al di là della dinamica politica tra di noi e del gioco delle parti che non deve mai far venire meno rispetto e reciproca stima, la tempistica sarà letta come una ridicola provocazione al popolo dei democratici (e non parlo solo degli elettori PD ovviamente) in tutta Italia”, continua il segretario del Pd.

“Non peggioriamo le cose e non esacerbiamo inutilmente il clima, dividendo la città sui simboli fondamentali. La tua maggioranza e Giunta non prenda a schiaffi e a pernacchie in questo modo tutti coloro che la pensano diversamente. Sindaco, tu sei un uomo democratico e rispettoso. Ti prego di essere conseguente con la tua indole e di fornire ai Biellesi una spiegazione di questa infelice coincidenza”, si legge ancora.

Le motivazioni che hanno indotto il sindaco Claudio Corradino a offrire al celebre presentatore del tg satirico di Antonio Ricci il riconoscimento sono legate alla carriera, all’impegno rivolto al sociale e al forte legame mantenuto con la città natale, Cossato, in provincia di Biella. “Si conferisce a Ezio Greggio il titolo di Cittadino Onorario per la popolarità televisiva come conduttore, giornalista, attore e regista; per il suo costante impegno attraverso l’associazione ‘Ezio Greggio per i bambini prematuri’; per aver contribuito a diffondere in Italia e nel mondo il nome di Biella”, si legge nel testo.

La decisione è stata presa con l’approvazione di una delibera di giunta. L’attore e presentatore tv non è il solo a ricevere la cittadinanza onoraria: con lui anche lo stilista Nino Cerruti e l’artista Michelangelo Pistoletto.

Liliana Segre consegna una pagina del suo diario dal lager per rispondere al centrodestra