Silvia Romano parla su Facebook: “Non arrabbiatevi per difendermi”

In un post sul suo profilo Facebook, visibile solo agli amici, la cooperante scrive un messaggio di ringraziamento

Di Redazione TPI
Pubblicato il 14 Mag. 2020 alle 10:43 Aggiornato il 14 Mag. 2020 alle 11:29
1.1k
Immagine di copertina
Credit: ANSA / FABIO FRUSTACI

Silvia Romano rompe il silenzio e nel suo primo messaggio sui social parla anche degli haters e del vestito indossato mentre scendeva dall’aereo a Ciampino. In un post pubblicato sul suo profilo Facebook, ma visibile solo agli amici, la 24enne liberata in Somalia dopo 18 mesi di prigionia scrive: “Sentivo che avreste visto il mio sorriso e avreste gioito perché sono viva, e sono qui. Ho seguito il cuore e quello non tradirà mai. Non arrabbiatevi per difendermi, il peggio è passato”.

Nel post su Facebook, Silvia Romano fa riferimento anche al vestito verde indossato il giorno del rientro in Italia. “Non vedevo l’ora di scendere da quell’aereo perché per me contava solo riabbracciare le persone più importanti della mia vita, sentire ancora il loro calore e e dirgli quanto le amassi nonostante il mio vestito. Sentivo che loro e voi avreste guardato il mio sorriso e avreste gioito insieme a me perché, alla fine, io sono viva e sono qui. Sono felice perché ho ritrovato i miei cari ancora in piedi, grazie a Dio, nonostante il loro grande dolore. Perché ho ritrovato voi, tutti voi, pronti ad abbracciarmi. Io ho sempre seguito il cuore e quello non tradirà mai”, conclude il post.

Leggi anche: 1. Deputato leghista: “Silvia Romano neo-terrorista”. Scoppia il caos alla Camera | VIDEO /2. Silvia Romano racconta i mesi di prigionia e la sua conversione all’Islam: “Ho avuto paura, poi mi sono avvicinata a una realtà superiore”

3. “Silvia Romano non è una cooperante. Le ‘Ong’ fai-da-te mandano giovani come lei allo sbaraglio” /4. Laura Boldrini a TPI: “In Italia c’è un serio problema di misoginia” /5. Silvia Romano, troppo odio e insulti: la Procura di Milano apre un’inchiesta per minacce aggravate e la Prefettura valuta la scorta

1.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.