Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:55
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Roma, tifosi feriti sulle scale mobili della metro: scattano le misure cautelari per guasti e incidenti

Immagine di copertina
Il giorno dell'incidente alla Metro Repubblica di Roma in cui rimasero feriti i tifosi russi (Credit: Vigili del Fuoco)

Coinvolti due dipendenti di Atac e a due dipendenti di Metro Roma

Roma, tifosi feriti sulle scale mobili della metro

La polizia, coordinata dalla procura della Repubblica di Roma, sta eseguendo un’ordinanza di misura cautelare interdittiva nei confronti di quattro persone, due dipendenti di Metro Roma e due di Atac, in merito ai guasti sulle scale mobili delle stazioni metro di Roma, Repubblica e Barberini. I reati contestati sono quelli frode nelle pubbliche forniture e lesioni personali colpose aggravate.

L’operazione, in corso da questa mattina ad opera della Squadra Mobile e degli agenti del commissariato Viminale, ha fatto luce sulle cause che portarono all’incidente del 23 ottobre dello scorso anno, quando alcuni tifosi del Cska Mosca furono coinvolti nel cedimento delle scale mobili alla stazione Repubblica. Alcuni di loro restarono anche feriti.

Inizialmente furono gli stessi supporters russi ad essere accusati di aver causato la rottura delle scale mobili, perché “saltavano e cantavano”. Una ricostruzione smentita dalle indagini, che hanno permesso anche di risalire alle cause del guasto, sempre alle scale mobili, ma questa volta della fermata Barberini del 21 marzo.

Il video dell’incidente nella metro: minuti di paura per i tifosi del Cska

Scale mobili Roma, che sono gli indagati

Le misure interdittive riguardano Renato D’Amico, Direttore di esercizio ATAC delle linee metropolitane A e B; Ettore Bucci, dipendente ATAC con la funzione di Responsabile Unico del Procedimento (R.U.P.) relativo all’appalto a favore della società Metroroma; e Alessandro Galeotti, dipendente ATAC con la funzione di Responsabile di esercizio degli impianti di traslazione per le stazioni Repubblica e Barberini. I tre sono stati sospesi per un anno dall’esercizio dei pubblici uffici ricoperti dagli stessi e da tutte le attività ad essi inerenti.

E Giuseppe Ottuso, responsabile tecnico preposto e amministratore unico di Metroroma, che ha il divieto temporaneo di esercitare attività imprenditoriali e di ricoprire uffici direttivi.

I quattro sono indagati con altre undici persone per i reati di frode nelle pubbliche forniture e di lesioni personali colpose gravi.

Metro ancora chiuse e scale mobili ferme

La stazione Repubblica della Linea A della metropolitana di Roma è rimasta chiusa per 246 giorni in seguito al crollo delle scale mobili. Coinvolse alcuni tifosi del Cska Mosca che stavano cercando di raggiungere lo stadio Olimpico per vedere la loro squadra. Dal 23 ottobre, la fermata venne riaperta all’alba del 26 giugno, con il sollievo dei tantissimi pendolari e residenti che per oltre otto mesi hanno dovuto fare a meno di uno degli snodi principali nel centro città.

Seguì poi anche la chiusura di Spagna e Barberini. La prima è stata chiusa per un mese e mezzo e ha riaperto lo scorso maggio. La seconda è ancora chiusa, anche dopo essere stata dissequestrata.

Ad oggi le scale mobili sono fuori servizio in numerose fermate dell’intera metropolitana di Roma: otto sulla linea A, sei sulla linea B e una sulla linea C.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / Rilasciato l’ex presidente catalano Puigdemont: era stato arrestato in Sardegna
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”
Cronaca / DIG Festival 2021: il giornalismo investigativo a Modena dal 30 settembre al 3 ottobre
Cronaca / Milano, 30enne scomparso da 5 giorni: sparito dopo il furto del suo zaino
Cronaca / 3.970 nuovi casi e 67 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%