Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Prenotazioni, mascherine e distanze mentre si fa il bagno: ecco come si andrà al mare quest’anno

Immagine di copertina

Prenotazioni, mascherine e distanze: le regole al mare per quest’estate

Sarà senz’altro un’estate diversa dal solito quella che ci apprestiamo a vivere. Il Coronavirus cambierà almeno in parte le vostre abitudini anche mentre saremo in spiaggia, per evitare un nuovo aumento dei contagi. Per questo tutti dovranno rispettare alcune regole di sicurezza, basate sempre sul distanziamento sociale.

A stabilire i nuovi paletti è il Rapporto dell’Istituto superiore di Sanità: da evitare in ogni modo assembramenti e affollamenti tra le persone, scarse invece le possibilità che il virus si trasmetta in acqua. In ogni caso “è possibile prevedere la sospensione, a carattere cautelativo, della balneazione qualora i dati storici di monitoraggio segnalino l’area come interessata, direttamente o indirettamente, dalla presenza di reflui non depurati, scarichi illeciti e/o contaminazione da fosse settiche, che possono influenzare la qualità delle acque nell’area di balneazione”.

 

 

Gli stabilimenti

Il consiglio base dato dall’Iss è quello di far prenotare l’accesso, per fasce orarie, “in modo da prevenire assembramenti”. I proprietari degli stabilimenti, inoltre, devono segnare e conservare per 14 giorni i nomi dei propri clienti, come già avviene per bar e ristoranti. Negli stabilimenti, inoltre, dovranno essere presenti cartelloni che ricordino le regole da seguire, e in spiaggia dovranno essere disposti percorsi dedicati, per regolare gli spostamenti.

Non solo. Tra le regole per un’estate al mare in sicurezza, prima dell’ingresso in spiaggia dovrà essere misurata sia ai bagnanti che al personale la temperatura, “con interdizione di accesso se questa risulta superiore ai 37,5°C”. Vietata inoltre “qualsiasi forma di aggregazione che possa creare assembramenti, quali, tra l’altro, attività di ballo, feste, eventi sociali, degustazioni a buffet, ecc.; sono vietati altresì gli eventi musicali con la sola eccezione di quelli esclusivamente di ‘ascolto’ con postazioni sedute che garantiscano il distanziamento interpersonale”.

C’è poi il tema delle distanze: ombrelloni e lettini dovranno avere una distanza di almeno un metro tra persone “non appartenenti allo stesso nucleo familiare o a questo assimilabile”. E ancora arredi, cabine, aree comuni dovranno essere puliti ogni giorno. Il regolamento prevede anche la disinfezione di sdraio, lettini, sedie e attrezzature per galleggianti, oltre ai servizi igienici. I gestori devono anche fare in modo di “limitare la promiscuità nell’uso di qualsiasi attrezzatura da spiaggia, possibilmente procedendo all’identificazione univoca di ogni attrezzatura per evitare ogni possibile scambio accidentale”.

Le regole al mare per i bagnanti

In ogni caso bisognerà rispettare il distanziamento tra le persone di almeno un metro, anche mentre si è in acqua a fare il bagno. Si legge infatti nel Regolamento che la distanza va rispettata “nel corso di ogni permanenza e attività su arenili e scogliere, e in acqua, nel corso della balneazione, e dell’utilizzo di docce e servizi igienici, ad esclusione di persone dello stesso nucleo familiare o a questo assimilabile”. Infine necessario l’uso di mascherine “quando le misure di distanziamento siano di difficile mantenimento”.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

1. Vi mostriamo la lettera che Crisanti inviò alla Sanità Veneta raccontando una “piccola bugia” sui tamponi agli asintomatici (di S. Lucarelli) / 2. Recovery Fund, luci e ombre della proposta che sfida la storia

3. Dopo il Covid il ministro Amendola vuole riformare l’Oms, ma il governo se ne è dimenticato / 4. “Vi spiego cosa intendevo quando ho detto che la Lombardia aggiusta i numeri sul Covid”: Cartabellotta a TPI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 228.179 casi e 434 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Lo studio: “Se tutti gli italiani si fossero vaccinati ci sarebbero stati 1.200 morti in meno”
Cronaca / Sassari, iniettata aria al posto dei vaccini: paura per 20 pazienti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 228.179 casi e 434 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Lo studio: “Se tutti gli italiani si fossero vaccinati ci sarebbero stati 1.200 morti in meno”
Cronaca / Sassari, iniettata aria al posto dei vaccini: paura per 20 pazienti
Cronaca / Stretto di Messina, i no pass restano ancora bloccati (e spuntano gli scafisti)
Cronaca / Studentessa Usa denuncia stupro a Roma: “Bloccata per ore in un letto”
Cronaca / Beppe Grillo indagato a Milano per traffico di influenze illecite: nel mirino i contratti pubblicitari con la Moby
Cronaca / Francesca Amadori licenziata per le assenze ingiustificate: “Non lavorava da inizio dicembre”
Cronaca / Green pass, dalle tabaccherie alle librerie: dove è obbligatorio e dove no
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana