Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

Natale in zona rossa: le multe per chi viola il decreto

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 19 Dic. 2020 alle 07:43
92
Immagine di copertina

Venerdì 18 dicembre, il Governo ha approvato il Decreto Legge sul Natale: dopo giorni di confronto e dopo un vertice con i capi delegazione della maggioranza, ieri il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato le nuove misure in una conferenza stampa. Ecco cosa si rischia e quali sono le multe per chi viola il decreto.

Leggi anche: Covid, Conte alla domanda di TPI: “Il vaccino non sarà obbligatorio, il 27 Vaccine Day”

Chi viola le norme del decreto approvato ieri sera dal Consiglio dei ministri in vista delle festività natalizie e del nuovo anno è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3.000. Se il mancato rispetto delle misure avviene mediante l’utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo. Lo prevede l’articolo 3 del provvedimento pubblicato in Gazzetta ufficiale. Le sanzioni sono le stesse previste dall’articolo 4 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.

Nuovo decreto legge: Italia in zona rossa a Natale, Capodanno e alla Befana (e nei prefestivi)

Nei giorni prefestivi e festivi, ovvero 24, 25, 26, 27, 31 dicembre, e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio, tutto il Paese sarà considerato zona rossa. Questo vuol dire che in questi 10 giorni saranno chiusi tutti i negozi, ad eccezione fatta di supermercati, beni alimentari e di necessità, mentre bar e ristoranti potranno essere aperti fino alle 22 solo ed esclusivamente per l’asporto, mentre non vi sono restrizioni per le consegne a domicilio.

Restano aperte, inoltre, edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie, lavanderie, parrucchieri e barbieri, mentre è vietato ogni spostamento, anche all’interno del proprio Comune, in qualsiasi orario, salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute, che dovrà essere comunque giustificato tramite autocertificazione.

Cosa prevede il decreto legge del 18 dicembre: deroga agli spostamenti per due non conviventi

Tuttavia, vi sarà un deroga per un massimo di due non conviventi, i quali potranno spostarsi una sola volta al giorno ed entro le 22, ora in cui scatta comunque il coprifuoco sino alle 5 della mattina successiva, per effettuare visite ai congiunti nelle abitazioni private. Nelle deroga non sono conteggiati gli under 14, i quali possono accompagnare liberamente i due ospiti. Vietati, per tutti, invece, gli spostamenti da una Regione all’altra e da un Comune all’altro.

Leggi anche: 1. Dopo la Germania anche l’Olanda in lockdown a Natale. Londra torna “zona rossa” / 2. Covid, Galli: “L’Europa chiude, da noi il solito tira e molla della politica. E la gente se ne approfitta”/3. Covid, Cartabellotta: “Un lockdown durante le vacanze di Natale sarebbe l’ideale, ma gli italiani farebbero la rivoluzione”

4. Italia zona rossa o arancione da Natale alla Befana: il Governo decide sulle misure / 5. Allarme folla per il weekend: check point alle stazioni e poliziotti nei centri storici / 6. Italia senza piano pandemico: l’inchiesta che fa tremare ministero della Salute e Oms

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

92
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.