Covid ultime 24h
casi +12.415
deceduti +377
tamponi +211.078
terapie intensive -17

“Si è presa tutte le colpe per salvare Marco Carta”: parla il padre dell’amica arrestata insieme al cantante

Di Beatrice Tomasini
Pubblicato il 5 Giu. 2019 alle 19:51
0
Immagine di copertina
Credits: instagram Marco Carta

Marco Carta furto amica – “Mia figlia si è presa la responsabilità per salvare lui”: sono le parole del padre di Fabiana Muscas, la donna arrestata venerdì scorso insieme a Marco Carta per il furto di sei magliette alla Rinascente di Milano.

Secondo quanto riportato dall’uomo all’Unione Sarda“, la 53enne amica e fan del cantante sardo si sarebbe accollata tutta la responsabilità per alleggerire la posizione dell’ex stella del talent Amici.

Il vincitore del Festival di Sanremo e del programma musicale Tale e Quale Show, fin dal momento dell’arresto, si è dichiarato estraneo ai fatti per il furto avvenuto venerdì 31 maggio alla Rinascente di piazza Duomo.

Il suo arresto non è stato convalidato dal giudice ma è stato comunque rinviato a giudizio: il processo è previsto per settembre prossimo. La Muscas, infermiera vedova e con una figlia, si è vista invece convalidare il fermo: è accusata di aver rubato 6 magliette dal valore complessivo di 1.200 euro nel grande magazzino.

“Fabiana è riservata e onesta – ha spiegato il padre, pensionato di 87 anni – Abita con noi, è in ferie e non è ancora rientrata. Per quel che sapevamo doveva andare a Roma a incontrare alcuni amici, è partita venerdì. Doveva restare lì una settimana”.

E, invece, la Muscas venerdì scorso era a Milano insieme al cantante cagliaritano: “Forse ha raggiunto Carta. Non sapevamo nulla. È sua amica da anni, oltre a essere sua fan. Frequenta la sua casa, le sorelle. Non so come si siano conosciuti”.

Marco Carta arrestato per furto alla Rinascente di Milano: ha rubato 1200 euro di magliette

Chi è la donna arrestata insieme a Marco Carta per il furto alla Rinascente

Marco Carta vola a Mykonos con il fidanzato: le foto hot, i baci appassionati

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.