Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Maltempo sull’Italia: allerta rossa al Sud, nubifragi e allagamenti al Centro Nord. Scuole chiuse in diverse regioni, a Venezia scatta l’allerta per l’acqua alta

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 12 Nov. 2019 alle 10:18 Aggiornato il 12 Nov. 2019 alle 12:28
1
Immagine di copertina

Maltempo Italia oggi 12 novembre: allerta rossa al Sud, gialla al Centro Nord

Allerta rossa al Sud, gialla al Centro Nord: anche oggi, martedì 12 novembre 2019, permane la situazione di maltempo su gran parte dell’Italia.

Già dalla giornata di ieri, lunedì 11, la perturbazione proveniente dall’Africa ha provocato nubrifagi e allagamenti in diverse zone del meridione. Oggi, le scuole resteranno chiuse in molti comuni d’Italia, tra cui Taranto, Lecce, Brindisi, Catanzaro, Reggio Calabria, Napoli e Venezia, mentre disagi potrebbero verificarsi nel trasporto ferroviario a causa dei forti venti e piogge abbondanti.

Maltempo oggi: l’allerta rossa su Calabria, Basilicata e Sicilia

Per la giornata di oggi, martedì 12 novembre 2019, la Protezione Civile ha lanciato l’allerta rossa per tre regioni: Calabria, Basilicata e Sicilia.

La costa ionica della Calabria, infatti, è stata investita dall’alba da violenti temporali accompagnati da forti raffiche di vento, che hanno provocato allagamenti di strade e scantinati. Tuttavia, al momento, non risultano fortunatamente danni a persone o cose né situazioni di particolari criticità.

Tutte le notizie sull’allerta meteo

I vigili del fuoco, comunque, hanno effettuato diversi interventi. A Catanzaro un ramo è caduto vicino a una macchina, ma senza fare danni, mentre nella frazione marina il lungomare si è allegato così come numerose strade in diverse località della costa.

A Roccelletta di Borgia un’auto della polizia municipale è rimasta impantanata mentre gli agenti stavano effettuando verifiche ed è stata rimossa dai vigili del fuoco.

Maltempo in Basilicata, a Matera le strade tra i Sassi diventano fiumi | VIDEO

Maltempo anche in Basilicata dove una tromba d’aria ha colpito, nella notte tra lunedì 11 e martedì 12, il Metapontino, la zona jonica lucana, in provincia di Matera. Sono una cinquantina gli interventi dei vigili del fuoco, che si sono resi necessari a causa della caduta di alberi e pali della pubblica illuminazione.

La pioggia intensa, inoltre, ha provocato danni ad alcuni tetti di diversi comuni, inclusi Matera, e causato uno smottamento sulla strada provinciale 3 nei pressi di Ferrandini, in provincia di Matera.

In gran parte della regione, già dalla giornata di lunedì 11, è stata disposta la chiusura delle scuole.

In Sicilia, invece, le isole Eolie risultano completamente isolate da ieri pomeriggio a causa del forte vento di scirocco che ha bloccato i traghetti nel porto di Milazzo. La pioggia torrenziale caduta sull’isola di Lipari, inoltre, ha provocato un “fiume” di pomice che è arrivato sino a valle.

Maltempo 12 novembre 2019: allerta arancione su gran parte dell’Italia

Le regioni interessate dall’allerta arancione sono: Emilia Romagna, Lazio, Umbria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Campania, Lombardia, Veneto, Toscana e Sardegna.

A Venezia l’acqua alta è arrivata a 127 centimetri, così come a Chioggia.

Sia a Venezia che a Chioggia, intorno alle 5.30, sono state fatte suonare le sirene d’allarme che hanno avvisato la popolazione dell’incipiente acqua alta. Il maltempo interessa comunque tutto il Veneto con piogge sia in pianura che in montagna.

A Napoli, intanto, a causa del maltempo sono stati chiusi parchi pubblici, cimiteri e scuole. Il comune, inoltre, raccomanda di prestare attenzione in prossimità di alberi e strutture verticali per l’eventuale caduta di rami, alberi, pali, segnaletica o impalcature.

Allarme Maltempo: nubifragi e precipitazioni intense, allerta della Protezione Civile in dieci regioni

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.