Me
HomeCronaca

Liliana Segre dopo la morte di Piero Terracina: “Ora mi sento ancora più vecchia e sola”

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 8 Dic. 2019 alle 14:31
Immagine di copertina

Liliana Segre dopo la morte di Piero Terracina: ‘Ora mi sento più sola’

“Ora mi sento ancora più sola”. Così la senatrice a vita Lilina Segre commenta la morte di Piero Terracina, con il quale condivideva il drammatico ricordo dell’esperienza ad Auschwitz.

“Con Piero Terracina ci legava una fratellanza silenziosa, tra noi non servivano parole. E ora che non c’è più mi sento ancora più sola”, osserva Segre in una intervento su Moked, portale dell’ebraismo italiano. “Noi ci conoscevamo da reduci. Lui era stato nel Lager degli uomini e io in quelle delle donne ovviamente. Però ogni volta che ci siamo incontrati, le tante volte che ci siamo incontrati, sentivamo proprio una fratellanza, qualcosa che ci univa”.

Terracina è morto a Roma oggi, domenica 8 dicembre, a 91 anni.

“Tra me e lui, come con tanti altri come noi, non c’era bisogno di parlare. Noi dovevamo parlare agli altri ma tra di noi non c’era bisogno di farlo”, riflette la senatrice a vita.  “La sua scomparsa mi colpisce molto. Ora mi sento più vecchia e più sola”.

Leggi anche: 

È morto Piero Terracina, tra gli ultimi superstiti di Aushwitz: ecco chi era

Il figlio di Liliana Segre a TPI: “Indegno che mia madre sia finita sotto scorta solo perché testimonia gli orrori di Auschwitz”

Viviamo nella società dell’odio. Ma Liliana Segre ci insegna ancora ad amare (di F. Loiacono)