Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:30
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

“Giustizia è stata fatta, ma manchi ancora come il primo giorno”: il messaggio della famiglia di Willy a due anni dalla sua morte

Immagine di copertina

Dopo due anni dal brutale omicidio di Willly Monteiro davanti a un locale di Colleferro, la sua famiglia lascia un messaggio sulla pagina Facebook dove parenti e conoscenti condividono il ricordo del giovane ragazzo, pestato a morte a 21 anni per aver difeso un amico durante una discussione al bar:

“Ciao caro Willy,

sono già passati due anni, ma manchi ancora come il primo giorno.
Due anni senza i tuoi scherzi, i tuoi sorrisi, le tue coccole, le tue battute e soprattutto senza i tuoi abbracci.
Hai visto che bel messaggio che hai lasciato su questa terra? Quante persone ti pensano e pregano per te. Tante le dediche, gli eventi e le piazze.
Il primo passo per avere giustizia è stato fatto speriamo la sentenza rimanga invariata così potrai riposare in pace.
Manchi tantissimo nostro Willy. Sarai sempre e per sempre nel nostro cuore ❤️
La tua famiglia”
Il messaggio fa riferimento alla sentenza emessa il 4 luglio dalla Corte di Assise del Tribunale di Frosinone che ha condannato all’ergastolo i fratelli Bianchi, i patiti di Mma che si erano accaniti sul ragazzo in quella notte di sabato 5 settembre 2020. Lo avevano picchiato per 50 secondi con “smisurata violenza” secondo il pm, sferzando colpi tecnici, insieme agli altri due imputati Mario Pincarelli e Francesco Belleggia, condannati rispettivamente a 21 e 23 anni di reclusione.
Il ricordo dell’omicidio del giovane cuoco palianese in una via affollata, nel contesto spensierato di un sabato sera, fa eco a un’estate che non è stata priva di episodi simili, durante i quali sfoghi di violenza si sono abbattuti su persone finite lì per caso, come è successo ad Alika Ogorchukwu, ucciso a Civitanova Marche e a Davide Ferrerio, finito in coma dopo essere stato aggredito a Crotone ad agosto.
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Morto sul lavoro operaio vicino Teramo, caduto dal tetto per dieci metri
Cronaca / Roma, ballerina travolta dagli insulti per aver messo la sua foto in un annuncio
Cronaca / Duro scontro durante una partita di calcio, 20enne in gravi condizioni: è intubato
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Morto sul lavoro operaio vicino Teramo, caduto dal tetto per dieci metri
Cronaca / Roma, ballerina travolta dagli insulti per aver messo la sua foto in un annuncio
Cronaca / Duro scontro durante una partita di calcio, 20enne in gravi condizioni: è intubato
Cronaca / Allarme batterio Listeria, wurstel contaminati ritirati dai supermercati: in Italia 6 morti sospette
Cronaca / Napoli, professore ucciso a coltellate nella scuola in cui insegnava
Cronaca / “Siete ridicoli”: Francesco Facchinetti si scaglia contro Damiano dei Maneskin e Francesca Michielin
Cronaca / Bollette, allarme rincari: “Senza aiuti dal governo aumenti fino al 100%”
Cronaca / “Non sei il portavoce degli italiani”: Cruciani contro Damiano David. E alla Michielin: “Non rompere il ca**o”
Cronaca / Totoministri, scontro su Salvini: “Non lo vogliamo, è vicino a Putin”
Cronaca / Livorno, un locale non vuole clienti che hanno votato Giorgia Meloni: “Tenetevi quei soldi”