Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Fontana: “Io più prudente di Zaia sul Coronavirus”

Immagine di copertina
Il governatore Fontana Credits: ANSA

Fontana sulle mascherine: “Obbligatorie fino al vaccino”

Io sono più prudente di Zaia perché ho parlato con tanti medici e tanti scienziati che dicono che la mascherina è il principale mezzo attraverso il quale si evita il contagio, e tenuto conto che è fastidiosa ma non così drammaticamente fastidiosa e che ci consente una vita praticamente normale, io credo sia giusto portarla ancora finché non avremo la certezza che il virus è sconfitto”. Lo ha detto il governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana, ribadendo che probabilmente la mascherina resterà obbligatoria fino a quando non ci sarà un vaccino a proteggere dal Coronavirus.

“Quelli credo siano comportamenti, stili di vita – ha aggiunto Fontana durante un’intervista in diretta a Mattino Cinque – che forse andranno tenuti anche nel momento in cui ci si avvicinerà al contagio zero perché finché non ci sarà la possibilità di avere un vaccino che ci garantisca dal ripresentarsi del virus, credo che qualche attenzione la si debba tenere”.

Si tratta dunque, secondo il governatore, di una fase ancora lunga: “Agli italiani credo si debba dire che la vita può ricominciare ad essere la vita normale ma si debba anche dire che quelle precauzioni (la mascherina, il distanziamento ed evitare gli assembramenti) debbano essere mantenute. Non si può pensare che tutto è tornato come prima. Abbiamo riacquistato una parte della nostra libertà ma qualcosina ancora no”.

Fontana ha poi toccato altri temi come quello del calcolo dei contagiati in Regione. Dopo i dubbi sollevati dal presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta e dal primario di Padova Andrea Crisanti circa il metodo di calcolo, il governatore lombardo risponde così: “Confermo quanto detto da Zangrillo, per usare un altro medico che dice qualcosa di diverso, e cioè che i dati più importanti (al di là di chi fa per mestiere proprio quello di valutare i numeri), i numeri più belli, sono quelli che provengono dagli ospedali: la riduzione dei ricoveri in terapia intensiva, il fatto che i nostri Pronto soccorso sono tornati ad essere abbastanza liberi, comunque con pochi malati di Covid. Credo siano questi i numeri più importanti a cui bisogna fare riferimento. Credo anche che certe affermazioni siano state assolutamente improvvide, credo che si debba guardare con serenità e attenzione al futuro”.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cagliari, si dà fuoco per protesta davanti a un bar per lavoro non pagato: muore operaio 51enne
Cronaca / Covid, oggi 2.985 casi e 65 morti: tasso di positività allo 0,9%
Cronaca / Test medicina 2021, la graduatoria: come leggere i risultati e immatricolarsi
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Cagliari, si dà fuoco per protesta davanti a un bar per lavoro non pagato: muore operaio 51enne
Cronaca / Covid, oggi 2.985 casi e 65 morti: tasso di positività allo 0,9%
Cronaca / Test medicina 2021, la graduatoria: come leggere i risultati e immatricolarsi
Cronaca / Milano, due operai trovati morti congelati nel deposito di azoto di un ospedale
Cronaca / Lega, Pillon contro Morisi: “Non mi è mai piaciuto, certe cose le sapevano tutti”
Cronaca / Il festino, la perquisizione, la droga: così è nata l’inchiesta su Luca Morisi
Cronaca / Covid, via libera del Cts all’aumento della capienza massima di stadi, teatri e cinema
Cronaca / Caso Consip: Tiziano Renzi rinviato a giudizio per traffico d’influenze. Un anno a Verdini per turbativa d’asta
Cronaca / Covid, oggi 1.772 casi e 45 morti: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Roma, protesta davanti al dipartimento urbanistica. Patrizia Prestipino: “Solidarietà ai cittadini”