Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:32
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

I Ferragnez commossi: “Quel 18enne è salvo grazie al reparto Covid costruito da noi”

Immagine di copertina
Fedez e Chiara Ferragni commossi sul web (Credit: Instagram/Chiara Ferragni)

I Ferragnez commossi: “Quel 18enne è salvo grazie al reparto Covid costruito da noi”

Un giovane di 18 anni con i polmoni bruciati a causa del Coronavirus si è salvato grazie al reparto di terapia intensiva del San Raffaele di Milano che  è stato realizzato grazie al crowfunding avviato dal cantante Fedez insieme alla moglie Chiara Ferragni.
Dopo aver contratto il virus Francesco, questo il nome del giovane ragazzo è stato ricoverato in fin di vita  all’ospedale San Raffaele e oggi “è salvo grazie alla nostra terapia intensiva,lo voglio abbracciare” commenta il rapare sul suo profilo Instagram. E mentre racconta la storia del giovane guerriero Fedez si commuove.

La storia di Francesco ha dell’incredibile: giovane e senza patologie pregresse il ragazzo si ammala il 2 marzo per essere ricoverato poi il 6 e venire intubato, in gravi condizioni, solo due giorni dopo. I suoi polmoni sono così compromessi che diventa necessario il ricovero in terapia intensiva e l’adolescente finisce nel nuovo reparto realizzato grazie alla raccolta fondi di Fedez e Chiara Ferragni. Francesco è rimasto attaccato ad un respiratore per ben due mesi e una volta ripresosi è stato sottoposto ad un intervento per sostituire entrambi i polmoni, letteralmente bruciati dal Coronavirus. È stata la prima volta che si è fatto un intervento del genere in Europa.

Il ragazzo adesso sta bene e presto potrà tornare a casa sua. “Sembrerò smielato – spiega Fedez ai suoi fan di Instagram – ma è una cosa pazzesca. Sembrava impossibile… Abbiamo fatto una figata. Non conosco il ragazzo, non so chi sia, so che sta facendo riabilitazione e spero un giorno di poterci incontrare, abbracciare e piangere”.

Leggi anche: 1. Milano, 18enne con polmoni “bruciati” dal Covid: salvato da un trapianto unico in Europa/ 2. Fedez intervistato da Report sulle donazioni per il San Raffaele: inizialmente dovevano andare al Sacco di Galli /3. Jennifer Aniston mette un nuovo like a Fedez: le note audio per provocare Chiara Ferragni

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Persone abbandonate su barelle per giorni, medici costretti a turni massacranti: il PS di Rieti è al collasso
Cronaca / Patrick Zaki rischia fino a 5 anni, attesa per la sentenza. La storia completa dello studente arrestato in Egitto | VIDEO
Cronaca / Covid, oggi 9.503 casi e 92 morti: tasso di positività al 3,1%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Persone abbandonate su barelle per giorni, medici costretti a turni massacranti: il PS di Rieti è al collasso
Cronaca / Patrick Zaki rischia fino a 5 anni, attesa per la sentenza. La storia completa dello studente arrestato in Egitto | VIDEO
Cronaca / Covid, oggi 9.503 casi e 92 morti: tasso di positività al 3,1%
Cronaca / Ragazza violentata sul treno a Varese, il racconto: “Bloccata, non riuscivo a muovermi”
Cronaca / Tim, Grillo interviene nella battaglia per il controllo: “Scorporare la rete è una condanna a morte”
Cronaca / Muore a 26 anni dopo essere stato legato a letto per 3 giorni nel reparto psichiatrico del San Camillo di Roma
Cronaca / Perché Massimo Ferrero è stato arrestato oggi, 6 dicembre 2021? I motivi del fermo
Cronaca / Sampdoria, arrestato il presidente Massimo Ferrero: il club non è coinvolto
Cronaca / Super Green Pass, primo multato a Roma: “Volevo vaccinarmi nei prossimi giorni”
Cronaca / Cosa si può fare e cosa no con il Green Pass base: le differenze con la certificazione verde rinforzata