Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 14:19
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Fca ha prodotto per le scuole mascherine difettose. Ma sui giornali quasi nessuno lo scrive

Immagine di copertina
John Elkann, già presidente di Fca, è oggi presidente di Stellantis. Credit: ANSA

Tra agosto e dicembre 2020 Fca ha prodotto almeno due lotti di mascherine anti-Covid “non conformi” agli standard. L’azienda non si è immediatamente resa conto del problema e le mascherine sono state quindi spedite alle scuole di tutta Italia, come previsto da un accordo con il Commissario all’emergenza pandemica.

A darne notizia è una comunicazione diffusa il 6 settembre 2021 dal Ministero della Salute. Nella nota si legge che Fca ha informato gli uffici del governo del difetto di fabbrica: si tratta dei lotti numero 00914086180 e 00914086190 prodotti tra il 24 agosto e il 17 dicembre 2020 nello stabilimento torinese di Mirafiori.

Le mascherine sono state “quasi integralmente” distribuite alle scuole per il tramite della struttura commissariale, materialmente trasportate dai corrieri della Sda. Il problema – sottolinea il Ministero della Salute – è che ad oggi “non è possibile produrre una lista di distribuzione che consenta di sapere presso quali istituti scolastici i citati lotti siano stati consegnati”.

Il Ministero della Salute chiede dunque formalmente ai colleghi del Ministero dell’Istruzione di “assicurare la massima divulgazione di quanto sopra a tutti gli istituti scolastici interessati, affinché gli stessi provvedano a individuare, non utilizzare e quarantenare le eventuali giacenze delle suddette mascherine facciali”.

Massima divulgazione non l’hanno certo assicurata, invece, i giornali italiani. Si contano sulle dita di una mano quelli che in questi giorni ne hanno parlato (la Verità, Libero, il Giornale, il Tempo), mentre Repubblica, quotidiano di proprietà della famiglia Agnelli, ne ha scritto solo nella sua versione online. La stessa cosa avvenuta, ad esempio, il mese scorso, quando Fca è stata multata negli Stati Uniti per tangenti pagate ai sindacati e in Italia la notizia è stata per lo più sottaciuta.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Vaccini, iniziata la somministrazione della terza dose per soggetti fragili e a rischio
Cronaca / L’Earth Technology Expo a Firenze dal 13 al 16 ottobre
Cronaca / Gkn, accolto il ricorso Fiom: il giudice blocca i licenziamenti per 422 dipendenti
Cronaca / Droga: spaccio a Catania, coinvolti anche bambini di 10 anni
Cronaca / Morte Luana D’Orazio, la perizia della procura: “L’orditoio era stato manomesso”
Cronaca / 3.838 nuovi casi e 26 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Referendum contro il green pass, parte la raccolta firme
Cronaca / Green Pass all’aeroporto di Roma Fiumicino? I controlli con il QR code sono un miraggio: VIDEO
Cronaca / Bambino di 4 anni caduto dal balcone a Napoli. In un video diceva: “Ti butto giù”
Cronaca / Vola in Moldavia per la fecondazione assistita: 30enne di Chivasso muore dopo l’intervento