Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Chi era Ennio Proietti, il rapinatore 69enne ucciso a Cinecittà, noto esponente della malavita romana dagli anni ’70

Immagine di copertina

Chi era Ennio Proietti, il rapinatore 69enne ucciso a Cinecittà, noto esponente della malavita romana dagli anni ’70

Si chiamava Ennio Proietti, aveva 69 anni e una serie di precedenti criminali tra cui sequestri, rapine e droga. È questo il profilo del rapinatore che ieri, 5 novembre 2019, è rimasto ucciso nel tentativo di rapinare un bar tabacchi in viale Antonio Ciamarra, nel quartiere romano della Romanina, in zona Cinecittà. Il colpo di pistola che lo ha ucciso probabilmente è stato esploso dal suo complice, nel tentativo di difenderlo dalla reazione del tabaccaio.

Quelli di Ennio Proietti e del suo complice, il 58enne Enrico Antonelli, sono due nomi pesanti della Roma criminale. Proietti era stato condannato a 30 anni di carcere per la sua appartenenza alla banda di “Lallo lo Zoppo”, una banda della malavita romana dedita ai sequestri. Tra le vittime note vi fu Giovanni Palombini, l’imprenditore romano nel campo del caffè, sequestrato e ucciso dalla banda.

Proietti venne condannato a 24 anni di carcere nel 1984, ma nel 1998 si rese latitante, dopo aver usato un permesso premio. Qualche tempo dopo, il ritorno in carcere. E una nuova latitanza, interrotta in seguito a un normale posto di blocco in strada.

Il suo complice Antonelli nel 1999, all’epoca 38enne, era stato coinvolto nel ferimento del maresciallo dei Carabinieri Marco Coira, intervenuto per sventare una rapina a un supermercato Plus, ed era stato sottoposto sia alla misura della Sorveglianza speciale sia agli arresti domiciliari.

Nuova scena da Far West a Roma: rapina a mano armata a un tabaccaio a Cinecittà, morto l’aggressore
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, bambino di due anni e mezzo annega a Santa Severa
Cronaca / “Eugenio Scalfari è morto”: la gaffe del Corriere della Sera su Instagram. Post subito rimosso
Cronaca / Torino, 47enne si sposa in fin di vita in ospedale: poche ore dopo un trapianto di cuore lo salva
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, bambino di due anni e mezzo annega a Santa Severa
Cronaca / “Eugenio Scalfari è morto”: la gaffe del Corriere della Sera su Instagram. Post subito rimosso
Cronaca / Torino, 47enne si sposa in fin di vita in ospedale: poche ore dopo un trapianto di cuore lo salva
Cronaca / Strage Marmolada, identificato il sopravvissuto trovato senza documenti
Cronaca / Incidente sul Cervino, trovati i corpi di due alpinisti: caduti per circa 400 metri
Cronaca / La startup di spesa a domicilio Gorillas lascia l’Italia e licenzia i dipendenti
Cronaca / Roma, baby gang picchia due ragazzi disabili e pubblica video sui social
Cronaca / Covid, identificata nuova sottovariante “Omicron BA.2.75”: perché spaventa più delle altre
Cronaca / Salvano uomo nudo in mare che stava annegando, poi la scoperta: era evaso dai domiciliari
Cronaca / Lettera di uno studente 15enne: “Basta con le divisioni politiche, la tutela dell’ambiente ci riguarda tutti”