Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 07:29
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Palermo, disabile non imbarcato per la batteria della sedia a rotelle su cui è costretto a vivere

Immagine di copertina

Disabile non imbarcato | Aeroporto di Palermo | Reclamo

DISABILE NON IMBARCATO AEROPORTO PALERMO – A un disabile viene negato l’imbarco sull’aereo per la batteria della sua sedia a rotelle su cui è costretto a vivere. Lui si rivolge ad un’associazione dei consumatori per un reclamo. Il protagonista della vicenda è Michael Baioni Bechtol, un giovane paraplegico di Chiaravalle, in provincia di Ancona, che è stato vittima di disguidi e dinieghi all’aeroporto di Palermo.

Il disabile aveva prenotato un volo di andata e ritorno sulla tratta Ancona-Palermo, con la stessa compagnia aerea, la Volotea. I disagi si sono verificati allo scalo siciliano, l’8 giugno scorso, quando il giovane, la compagna di Serra de’ Conti e suo figlio minorenne erano pronti per tornare ad Ancona. Per motivi di sicurezza al disabile non è stato possibile imbarcare la batteria, invece consentito dalla stessa compagnia nel volo di andata.

Baioni, che viaggia spesso in aereo, era consapevole che alcune compagnie applicano misure più restrittive, si è quindi recato al presidio carabinieri all’aeroporto dove ha lasciato in custodia la batteria per farla ritirare in seguito.

> Tutte le notizie di cronaca di TPI

Quando è tornato al check-in, gli è stato risposto dal responsabile di volo della compagnia aerea che nel frattempo l’imbarco era stato chiuso. È partito un reclamo.

Disabile non imbarcato | Palermo | Il reclamo

L’Unione nazionale dei consumatori ha iniziato l’iter per un formale reclamo contro la compagnia aerea e informato l’Enac e la società di gestione dell’aeroporto di Palermo per gli accertamenti nei confronti della compagnia aerea. Gli avvocati Corrado Canafoglia e Elisa Pellegrini, referenti dell’Unc per le Marche, hanno dichiarato: “Vogliamo che simili episodi, umilianti, non si ripetano più e che venga definita una legge nazionale chiara per evitare che alcune categorie vengano discriminate”.

Della vicenda sono stati informati anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, e il presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il vaccino CureVac efficace solo al 47%: il titolo crolla
Cronaca / In Italia 14,6 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi
Cronaca / Eutanasia, per la prima volta in Italia un tribunale chiede di verificare se ci sono le condizioni
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il vaccino CureVac efficace solo al 47%: il titolo crolla
Cronaca / In Italia 14,6 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi
Cronaca / Eutanasia, per la prima volta in Italia un tribunale chiede di verificare se ci sono le condizioni
Cronaca / Covid, 1.400 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Speranza non è ancora vaccinato, Bassetti: “Scandaloso, doveva fare AstraZeneca”
Cronaca / Funivia Mottarone, il terribile video che mostra lo schianto della cabina
Cronaca / Il Lazio guarda ai giovani: premiate le 100 idee vincitrici del bando “Vitamina G”
Cronaca / A processo con l’accusa di bigamia 40enne si difende: “Non ero a conoscenza del primo matrimonio”
Cronaca / Muore di tumore a 47 anni, sull’epigrafe fa scrivere l’Iban della figlia: “Deve proseguire gli studi”
Cronaca / Grillo, attacco sul blog a G7 e Nato: “Una parata ideologica” per sparare contro Cina e Russia