Covid ultime 24h
casi +15.943
deceduti +429
tamponi +327.704
terapie intensive -51

Covid, ultime notizie. Mattarella si è vaccinato allo Spallanzani, Johnson&Johnson non assicura consegne vaccino nel secondo trimestre. Poi l’azienda rassicura: “Manteniamo gli impegni”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 9 Mar. 2021 alle 06:18 Aggiornato il 9 Mar. 2021 alle 21:56
2
Immagine di copertina
Credits: Ansa

Covid, le ultime notizie di oggi (9 marzo 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Prosegue la campagna dei vaccini anti Covid in Italia [qui i dati in tempo reale]: in un discorso pronunciato in occasione della giornata internazionale della donna, ieri il premier Mario Draghi ha dichiarato che “con l’accelerazione del piano si intravede una via d’uscita non lontana” dalla pandemia. Di seguito tutte le ultime notizie di oggi, martedì 9 marzo, sul Covid-19 in Italia e nel mondo, aggiornate in tempo reale.

COVID, ULTIME NOTIZIE: LA DIRETTA

Ore 21,28 – Vaccini, nel secondo trimestre 36,8 milioni di dosi – Secondo quanto riferito da fonti di Palazzo Chigi, nel secondo trimestre dell’anno in Italia si registrerà un netto incremento delle dosi di vaccino anti Covid disponibili, per un ammontare complessivo di oltre 36,8 milioni di dosi per Pfizer, AstraZeneca e Moderna.

Ore 20,25 – Johnson & Johnson: “Manteniamo impegni con Ue” – “In linea con il nostro accordo con la Commissione Ue, manteniamo l’impegno a fornire 200 milioni di dosi del vaccino Jannsen nel Covid-19 nel 2021”: lo rende noto l’azienda Johnson & Johnson in una nota. “Continuiamo ad avviare e attivare nuovi siti di produzione il più rapidamente possibile – si legge ancora nel comunicato – Riconosciamo che questa è una sfida estremamente complessa, per noi e per tutti gli altri produttori di vaccini. Lavoriamo con i nostri partner, autorità di regolamentazione e governi per accelerare tutte le fasi del processo di produzione dei vaccini e per attivare i nostri siti di produzione non appena lo consentano le autorizzazioni delle autorità sanitarie. I nostri attuali piani di produzione ci consentiranno di raggiungere un miliardo di dosi l’anno entro la fine del 2021”.

Ore 19,50 – D’Alema positivo al Covid – Massimo D’Alema è risultato positivo al Coronavirus. Lo riferisce l’Adnkronos secondo cui l’ex premier, che al momento è asintomatico, sta bene e svolge la sua attività regolarmente da casa. D’Alema domani effettuerà il secondo tampone dopo aver svolto primo, risultato positivo per l’appunto, in previsione di un viaggio.

Ore 18,00 – Vaccino, Ue: “Al lavoro su possibili soluzioni ritardi J&J” – “Abbiamo un target e sappiamo che qualcuno farà meglio e qualcun altro sarà in ritardo. Con Johnson&Johnson mi impegnerò ufficialmente dopo l’autorizzazione dell’Ema, spero prima del weekend. Abbiamo molte azioni da intraprendere per trovare delle strade alternative se un’azienda ha dei problemi”. Lo ha dichiarato il capo della task force dell’Ue per la produzione dei vaccini anti-Covid, Thierry Breton, commentando la notizia delle possibili difficoltà annunciate da J&J nel raggiungere l’obiettivo di consegnare le 55 milioni di dosi così come previsto dall’accordo sottoscritto con la Ue.

Ore 17,40 – Il bollettino di oggi – Secondo il bollettino di oggi, martedì 9 marzo, sul Covid in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 19.749 i nuovi casi, contro i 13.902 di ieri, e 376 i morti (ieri erano stati 318), a fronte di 345.336 tamponi effettuati (ieri erano stati 184.684). Le persone attualmente positive al Covid sono 478.883 (+6.350). Il bilancio delle vittime ammonta a 100.479 (+376). I guariti invece sono 2.521.731 (+12.999), per un totale di 3.101.093 casi (+19.749): questi i dati completi resi noti oggi nel bollettino sull’epidemia di Covid in Italia. Degli attualmente positivi, 22.393 (+562) sono ricoverati in ospedale, 2.756 (+56) necessitano di terapia intensiva, mentre 453.734 si trovano in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda le Regioni, quella che registra il maggior incremento di casi è la Lombardia con 4.084 nuovi contagi, seguita dalla Campania con 2.709, dall’Emilia-Romagna con 2.429 e dal Piemonte con 2.018 nuovi casi. Il bollettino.

Ore 16,00 – Michel: “Ue non ha smesso di esportare, Usa e Gb sì” – “Rimango scioccato quando sento le accuse di nazionalismo vaccinale contro l’Unione Europea. Anche in questo caso i fatti non mentono. Il Regno Unito e gli Stati Uniti hanno imposto un divieto assoluto all’esportazione di vaccini prodotti sul loro territorio. Ma l’Unione Europea, la regione con la più grande capacità di produzione di vaccini al mondo, ha semplicemente messo in atto un sistema per controllare l’esportazione delle dosi prodotte nell’Ue”. Lo spiega in una dichiarazione il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel.

Ore 14,20 – Fonti Ue: J&J non assicura consegne II trimestre – L’azienda farmaceutica Johnson&Johnson ha annunciato “difficoltà” a rispettare le consegne in Ue nel secondo trimestre a causa di “problemi nella catena di approvvigionamento”. Lo riferiscono fonti Ue citata da Reuters. L’obiettivo è di fornire 55 milioni di dosi ai ventisette Paesi dell’Ue nel secondo trimestre ma “sarà difficile da centrare”.

Ore 12,30 – Mattarella vaccinato allo Spallanzani – Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella “si è sottoposto questa mattina alla vaccinazione anti-Covid nell’istituto Spallanzani”. È quanto si legge in un tweet del Quirinale in cui vi è anche una foto del Capo dello Stato mentre attende il suo turno tra la gente comune. Leggi l’articolo completo.

covid ultime notizie

Ore 11,00 – Il vaccino Sputnik V verrà prodotto in Italia – Il vaccino russo Sputnik V verrà prodotto in Italia. Questo “aiuterà a soddisfare in modo rapido le esigenze di un mercato in crescita” ha dichiarato il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, rispondendo a una domanda della stampa su ulteriori particolari relativi all’accordo per la produzione del vaccino russi in Italia.

Ore 9,00 – Cina lancia passaporto vaccinale – La Cina è il primo Paese al mondo a emettere un passaporto vaccinale che attesta l’immunizzazione per il Covid-19. Si tratta di un certificato, digitale o cartaceo, che mostra lo stato vaccinale di un cittadino e i risultati dei test per il Coronavirus che ha effettuato. Leggi l’articolo completo.

Ore 06.30 – Oggi Mattarella si vaccina allo Spallanzani – Sergio Mattarella si vaccinerà oggi all’Istituto Spallanzani di Roma. Il presidente della Repubblica si recherà all’Istituto per ricevere il vaccino in base alle tempistiche indicate dalla Regione. Durante il discorso di fine anno il Capo dello Stato aveva definito la vaccinazione un dovere e aveva annunciato: “Io mi vaccinerò appena possibile, dopo le categorie che, essendo a rischio maggiore, debbono avere la precedenza”. Sabato scorso Mattarella aveva visitato il centro vaccinale della Nuvola a Roma e aveva ringraziato gli operatori sanitari per un impegno essenziale: ”Ce la faremo“, aveva detto dopo la visita.

COVID, ULTIME NOTIZIE: Cosa è successo ieri

Israele, vaccinata quasi metà della popolazione: riaprono bar, ristoranti e cinema – Dopo mesi di chiusure imposte dal governo, in Israele il successo della campagna di vaccinazione anti-Covid ha permesso di riaprire numerose attività economiche, come bar, ristoranti e cinema, che potranno accogliere chi ha un certificato di vaccinazione. Qui la notizia completa.

Usa, vaccinati potranno vedersi al chiuso senza mascherine – Le persone vaccinate negli Usa potranno incontrarsi tra loro al chiuso senza indossare mascherine o rispettare il distanziamento sociale. Lo prevedono le nuove linee guida dei Cdc, la massima autorità sanitaria federale. Continua invece a valere l’obbligo di indossare la mascherina in pubblico.

Superate le 100mila vittime in Italia – Il bollettino diffuso ieri dal ministero della Salute conta 13.902 casi e 318 morti. Superate le 100mila vittime in Italia. Qui il bollettino di ieri.

Draghi: “Con accelerazione piano vaccini, via d’uscita non è lontana” –  “La pandemia non è ancora sconfitta ma si intravede, con l’accelerazione del piano dei vaccini, una via d’uscita non lontana. Voglio cogliere questa occasione per mandare a tutti un segnale vero di fiducia. Anche in noi stessi”. A dirlo è stato il presidente del Consiglio Mario Draghi in un video messaggio alla commissione Pari opportunità in occasione dell’8 marzo, festa delle donne. “Tra i vari criteri che verranno usati per valutare i progetti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ci sarà anche il loro contributo alla parità di genere”, ha detto il premier. Qui la notizia completa.

Vaccino, Von der Leyen: “Continua lo stop a export AstraZeneca” – L’Unione Europea continuerà a bloccare le esportazioni di vaccini AstraZeneca fintanto che l’azienda non consegnerà abbastanza dosi all’Ue. Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in un incontro con alcuni media internazionali. “AstraZeneca deve aumentare i suoi sforzi. Altrimenti non possiamo permettere le esportazioni”, ha chiarito la leader Ue.

Circolare ministero, ok al vaccino AstraZeneca per over 65 – Via libera al vaccino AstraZeneca anche per le persone over 65. Lo prevede la circolare del ministero della Salute firmata dal direttore generale della prevenzione Gianni Rezza e pubblicata oggi. Il vaccino potrà quindi essere somministrato a tutti i soggetti sopra i 18 anni, a eccezione dei pazienti identificati “come estremamente vulnerabili in ragione di condizioni di immunodeficienza, primitiva o secondaria a trattamenti farmacologici o per patologia concomitante che aumenti considerevolmente il rischio di sviluppare forme fatali di COVID-19”. La decisione fa seguito a un parere favorevole del Consiglio Superiore di Sanità

Positivi il presidente siriano Bashar al Assad e la moglie – Il presidente siriano Bashar al-Assad e la moglie sono risultati positivi al Covid-19. Lo ha riferito la presidenza sirianaUna dichiarazione ufficiale del governo riferisce che i due sono in “buona salute e condizioni stabili e continueranno a lavorare durante un periodo di quarantena domestica della durata di due o tre settimane”. Assad e la moglie hanno fatto un test dopo aver avuto “sintomi lievi”, ha detto l’ufficio del presidente. Qui la notizia completa.

Covid, ultime notizie – Vaccino: primo accordo per produzione Sputnik in Italia – Primo accordo per la produzione del vaccino Sputnik in Italia, e primo di questo genere in Europa. Lo hanno firmato il fondo sovrano statale russo che detiene il brevetto del vaccino, il Russian Direct Investment Fund, e l’azienda farmaceutica italo-svizzera Adienne Pharma&Biotech, che produrrà il vaccino in due stabilimenti, in Lombardia e nel Centro Italia, e si dice pronta a fornire 10 milioni di dosi da luglio 2021 al gennaio 2022. Ad annunciarlo, la Camera di Commercio Italo-Russa.

8 marzo, Mattarella: “Donne più colpite da effetti Covid” – “Questo 8 marzo, purtroppo, si svolge ancora sotto il segno della pandemia, che ha appesantito la nostra esistenza, causando un numero senza precedenti di vittime e immani problemi economici, sociali e di relazioni umane. Un fenomeno planetario imprevisto che ha messo a dura prova la capacità di resistenza dei cittadini e la stessa convivenza civile. La diffusione del Covid-19, come sempre accade nei periodi difficili, ha colpito maggiormente le componenti più deboli ed esposte. Le donne tra queste”. Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione della celebrazione della Giornata internazionale della donna.

Covid, ultime notizie – Ipotesi super zona rossa: un lockdown di tre settimane per vaccinare in massa – Se dovesse essere necessario, il governo sarebbe pronto a un nuovo lockdown per vaccinare più in fretta il Paese. La parola “zona rossa” per tutta l’Italia, infatti, non è più un tabù. Qui la notizia completa.

Speranza: “Prossime ore non facili, piegare la curva” – “Le prossime ore non saranno facili perché abbiamo due obiettivi: da una parte provare a piegare la curva e dall’altra richiamare tutti alla massima attenzione”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante un evento di Fs alla stazione Termini.

Vaccini, Salvini: “Produrli in Italia, non dobbiamo dipendere da multinazionali e dall’Europa” – “La salute degli italiani viene prima di tutto”. Lo ha ribadito il leader della Lega Matteo Salvini, intervenendo alla trasmissione di Barbara D’Urso. A suo giudizio, “bisogna iniziare subito a produrre vaccini in Italia perché quando si ripeterà in futuro un’emergenza, non dobbiamo dipendere dalle multinazionali o dai ritardi dell’Europa”. Per questo motivo, prosegue, “dobbiamo rivolgerci a tutti i paesi del mondo per fare in fretta. Ogni giorno perso sono morti, industrie che chiudono”. Per Salvini, bisogna anche ricorrere a terapie domiciliari per non affollare troppo gli ospedali. E poi si domanda: “Mi domando Arcuri come abbia passato il suo tempo, il tempo darà le sue risposte, per ora andiamo avanti”.

LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID

Leggi anche: Lombardia, anziani sballottati a km di distanza e medici furibondi: l’odissea dei vaccini continua

2
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.