Covid ultime 24h
casi +20.499
deceduti +253
tamponi +325.404
terapie intensive +26

Covid, le ultime notizie di oggi. Germania, vaccino Astrazeneca solo per fascia 18-65 anni. Francia, il Governo pensa a un lockdown rigido

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 28 Gen. 2021 alle 07:03 Aggiornato il 28 Gen. 2021 alle 20:41
0
Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi (28 gennaio 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – Mentre la campagna di vaccinazione procede nonostante le difficoltà legate soprattutto al ritardo nelle consegne delle dosi, l’epidemia di Covid-19 non accenna ad arrestarsi con i casi nel mondo che hanno ormai superato la soglia dei 100 milioni.  Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid 19 in Italia e nel mondo di oggi, giovedì 28 gennaio 2021, aggiornate in tempo reale:

LA DIRETTA – COVID ULTIME NOTIZIE

Ore 20,30 – Danimarca in lockdown per altre tre settimane – La Danimarca ha deciso di estendere le attuali restrizioni anti-Covid per altre tre settimane al fine di frenare la diffusione della variante inglese. Le norme attualmente in vigore prevedono un limite di cinque persone per le riunioni pubbliche e la chiusura di bar, ristoranti e negozi.

Ore 19,00 – Regno Unito non esclude di cedere dosi AstraZeneca a Ue – Il Regno Unito potrebbe cedere all’Unione Europea alcune dosi del vaccino AstraZeneca prodotte sul suo territorio una volta completata l’immunizzazione delle fasce vulnerabili della popolazione. È quanto si apprende da alcune recenti dichiarazioni del portavoce di Downing Streetm James Black, e del ministro dell’Ufficio di Gabinetto, Michael Glove.

Ore 17,30 – Il bollettino del 28 gennaio – Secondo il bollettino di oggi, mercoledì 27 gennaio, sul Coronavirus in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 14.372 i nuovi casi, contro i 15.204 di ieri, e 492  i morti (ieri erano stati 467 ), a fronte di 275.179 tamponi totali effettuati (ieri erano stati 293.770 ).  Le persone attualmente positive al Covid sono 474.617 (-3.352). Il bilancio delle vittime ammonta a 87.381 (+492) decessi. I guariti invece sono 1.953.509 (+17.220), per un totale di 2.501.147 casi (+15.204): questi i dati completi resi noti oggi nel bilancio sull’epidemia di Covid in Italia. Degli attualmente positivi, 20.778 sono ricoverati in ospedale, 2.288 necessitano di terapia intensiva, mentre 451.551 si trovano in isolamento domiciliare (qui tutti i dettagli).

Ore 15.50 – Influenza: in Italia 7 volte meno del 2019 – L’influenza stagionale è ai minimi termini. Complici le misure antiCovid, mascherine e distanziamento, il virus circola pochissimo, e non si è verificata finora la temuta sovrapposizione proprio con il Covid, visti i sintomi simili. Gli ultimi dati del bollettino InfluNet dell’Istituto Superiore di Sanità parlano chiaro: l’ultima settimana (18-24 gennaio), quando negli anni scorsi eravamo già a un passo dal picco, l’incidenza è rimasta stabilmente ancora sotto la soglia basale, ed è pari a 1,5 casi per mille assistiti. Lo scorso anno era addirittura a 10,7 casi per mille, 7 volte di più. In questi 7 giorni sono circa 89.000 gli italiani colpiti dal virus influenzale, per un totale di circa 1.452.000 casi a partire dall’inizio della sorveglianza. per dare un’idea, in genere si arriva al picco con diversi milioni di casi, anche 7-8 milioni o piu’. In tutte le Regioni italiane che hanno attivato la sorveglianza, riferisce l’Iss, il livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali è sotto la soglia basale.

Ore 15.00 – Germania, vaccino Astrazeneca solo per fascia 18-65 anni – La commissione tedesca sui vaccini (Stiko) ha raccomandato l’utilizzo del farmaco di Astrazeneca solo per la fascia d’età compresa tra i 18 e i 65 anni. Il motivo è l’insufficienza di dati a disposizione riguardo all’efficacia nei confronti di persone più anziane.

Ore 14.30 – Israele, vaccino efficace 92%: 31 contagi su 163 mila trattati – In Israele il vaccino Pfizer ha dimostrato di essere efficace al 92%, con solo 31 persone che hanno contratto il Covid sui 163mila che hanno ricevuto il siero al Maccabi Healthcare Services, nei loro primi 10 giorni di protezione totale dopo la seconda dose. Nello stesso lasso di tempo, sono stati 6.437 gli israeliani che sono risultati positivi tra la popolazione non vaccinata. Pfizer ha ottenuto il 95% di efficacia nelle sperimentazioni cliniche e il dato israeliano è importante per capire come funziona il vaccino nell’applicazione pratica. “È un livello di efficienza molto alto e assistiamo a una percentuale molto bassa di diffusione del virus tra i pazienti che hanno avuto entrambe le dosi”, ha sottolineato un alto esponente del Maccabi, Anat Ekka Zohar.

Ore 14.20 – Mappa europea: tre regioni italiane in rosso scuro – Friuli Venezia Giulia, Veneto ed Emilia Romagna, oltre alla provincia autonoma di Bolzano, sono le aree italiane in rosso scuro (leggi qui cosa sono e come funzionano) nella mappa pubblicata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie.

Ore 14.00 – Le dosi di AstraZeneca in Italia non arriveranno da Anagni – Le dosi del vaccino prodotto da AstraZeneca e destinate all’Italia non arriveranno dallo stabilimento di Anagni, addetto all’infialamento delle dosi, m saranno necessari ulteriori passaggi. È quanto si apprende in merito alla distribuzione del vaccino di AstraZeneca, che domani dovrebbe essere approvato dall’Ema.

Ore 12.30 – Oms: “Più di 700mila europei morti” – “Sono più di 700mila gli europei che hanno perso la vita a causa di un virus che ha avuto un impatto brutale sulle nostre economie, sulla nostra salute mentale e sull’istruzione, sulle nostre vite private e professionali e sulle nostre relazioni”. Lo ha detto in una conferenza stampa il direttore dell’Oms per l’Europa Hans Kluge.

Ore 11.20 – AstraZeneca cede alle pressioni dell’Ue: “A febbraio tre consegne anziché una” – AstraZeneca inizia a cedere e le pressioni dell’Unione europea iniziano ad avere i primi effetti: la multinazionale britannica, nel comitato direttivo di ieri sera, avrebbe offerto di effettuare tre consegne di vaccini contro il Covid-19 all’Ue in febbraio, invece di una soltanto. Lo ha appreso l’Adnkronos a Bruxelles da fonti parlamentari.

Ore 10.00 – Bambino Gesù: anticorpi in 99% sanitari vaccinati a 21 giorni – A 21 giorni dalla somministrazione della prima dose del vaccino anti-SarCov2, il 99% dei vaccinati ha sviluppato anticorpi contro il virus: sono i dati del primo monitoraggio realizzato tra gli operatori sanitari dell’Ospedale Bambino Gesù. Ad oggi, al Bambino Gesù la prima dose è stata data a quasi 3.000 operatori sanitari negativi (mai entrati in contatto col virus), la seconda dose a 1.425. Sette giorni dopo la seconda dose, gli anticorpi sono stati sviluppati dal 100% dei vaccinati valutati, con un titolo anticorpale di circa 1.000 volte superiore alla soglia di negatività, indice di elevato tasso di potenziale protezione.

Ore 09.20 – Sanremo: Franceschini, niente pubblico, neanche figuranti – “Il Teatro Ariston di #Sanremo è un teatro come tutti gli altri e quindi, come ha chiarito ieri il ministro @robersperanza, il pubblico, pagante, gratuito o di figuranti, potrà tornare solo quando le norme lo consentiranno per tutti i teatri e cinema. Speriamo il prima possibile”. Lo scrive su Twitter il ministro di Beni culturali e Turismo, Dario Franceschini.

Ore 08.30 – Vaccino: Oms, non usare Moderna e Pfizer in gravidanza – L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha diffuso nuove linee guida sul vaccino Covid-19 di Moderna, raccomandando in generale di evitarne l’uso nelle donne in gravidanza, eccetto che quelle ad alto rischio di esposizione o che hanno una situazione sanitaria critica.

Un’analoga raccomandazione era stata diffusa nelle scorse settimane per il vaccino Pfizer/BioNTech. “L’Oms raccomanda di non usare mRNA-1273 in gravidanza, a meno che il beneficio di vaccinare una donna incinta non superi i potenziali rischi del vaccino, come nel caso degli operatori sanitari ad alto rischio di esposizione e delle donne incinte con comorbilità che mettono le donne incinte in un gruppo ad alto rischio di contrarre un Covid-19 grave”. L’organizzazione ha fatto sapere che le sue raccomandazioni verranno aggiornate non appena saranno disponibili ulteriori dati.

Ore 07.00 – Francia, il Governo pensa a un lockdown rigido – Il Governo francese sta pensando di varare un lockdown “molto rigido”. Lo ha dichiarato il portavoce del governo francese, Gabriel Attal, parlando con i giornalisti al termine del Consiglio dei Ministri che si è svolto ieri. Le nuove varianti del coronavirus, come quella identificata per la prima volta nel Regno Unito, in Francia “si stanno diffondendo a un ritmo significativo”.

Covid ultime notizie in Italia e nel mondo: cosa è successo ieri

Il bollettino – Le persone attualmente positive al Covid sono 477.969 (-4.448). Il bilancio delle vittime ammonta a 86.889 (+467) decessi. I guariti invece sono 1.936.289 (+19.172), per un totale di 2.501.147 casi (+15.204): questi i dati completi resi noti oggi nel bilancio sull’epidemia di Covid in Italia. Degli attualmente positivi, 21.161 (-194) sono ricoverati in ospedale, 2.352 (-20) necessitano di terapia intensiva, mentre 454.456 si trovano in isolamento domiciliare. Tornano a salire i nuovi casi (15.204 contro i 10.593 di ieri) a fronte anche di un consistente aumento del numero dei tamponi effettuati (293.770 contro i 257.034 di ieri). Diminuisce il numero dei morti (457 contro i 541 di ieri), mentre continua il decremento sia dei ricoveri ordinari (-194, ieri il dato era di -69), che delle terapie intensive (-20 contro i -49 di ieri). Per quanto riguarda le Regioni, quella che registra il maggior incremento dei casi è il Veneto con 2.385 nuovi contagi, seguita dalla Lombardia con 2.293, dal Lazio con 1.338, dalla Puglia con 1.233 e dalla Campania con 1.178 nuovi casi.

Vaccino: in Lombardia personale sanitario no vax è 11% – La percentuale della non adesione del personale sanitario al vaccino anti Covid in Regione Lombardia è dell’11%. Quella degli operatori non sanitari è del 17%. I dati sono stati resi noti dalla vice presidente della Regione Lombardia e assessore al Welfare Letizia Moratti intervenendo in commissione sanità, replicando a una domanda su quanti sono i no vax in Lombardia in questa prima fase della vaccinazione. “Il personale sanitario ha aderito per l’89%, gli operatori non sanitari per l’83%, ospiti rsa 91% e operatori rsa 82%” ha spiegato Moratti.

Eli Lilly: “Con anticorpi monoclonali -70% di ricoveri e morti” – A sottolinearlo l’azienda farmaceutica americana che ha annunciato proprio oggi il risultato clinico positivo di un nuovo studio, basato sugli anticorpi bamlanivimab (LY-CoV555) ed etesevimab (LY-CoV016). I risultati della sperimentazione di Fase 3 hanno riguardato uno studio che ha coinvolto oltre mille persone e che ha replicato su un numero più ampio di pazienti i dati già incoraggianti emersi da quello di Fase 2.

Cina, vaccinate più di 22 milioni di persone – In Cina sono più di 22 milioni le persone che hanno ricevuto una dose di vaccino anti-Covid. Lo riferisce il Global Times citando le autorità sanitarie, secondo le quali finora sono state somministrate 22,7 milioni di dosi. Secondo la stampa locale, le autorità prevedono di vaccinare 50 milioni di persone prima del periodo di ferie per il capodanno lunare, che nel 2021 cade tra l’11 e il 17 febbraio.

Leggi anche: 1. Vaccino, l’Ue furiosa con Astrazeneca: “Rispetti gli impegni e pubblichi il contratto” / 2. Mosca annulla le restrizioni anti-Covid: “Tutto come prima, si torna alla normalità” / 3. Mosca annulla le restrizioni anti-Covid, Pregliasco a TPI: “Apertura senza senso che potrebbe costare cara”

4. Lo Stato italiano produrrà un vaccino contro il Covid: cosa c’è da sapere sull’operazione Reithera / 5. L’Iss: “Da maggio inviate 54 segnalazioni di errore alla Regione Lombardia” / 6. Covid, 12 Regioni verso la zona gialla da domenica: ecco quali

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.