Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:53
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, le ultime notizie di oggi. Conte: “Pronti ad azioni legali contro AstraZeneca”. Fontana: “Vogliamo verità sulla Lombardia in zona rossa”

Immagine di copertina

Covid, le ultime notizie di oggi (23 gennaio 2021) in Italia e nel mondo

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – La pandemia di Coronavirus ha causato oltre due milioni di vittime nel mondo, mentre l’Italia ha ormai sorpassato la soglia degli 80mila decessi e la Francia è alla prese con un’impennata di contagi. Prosegue intanto la campagna di vaccinazione, ormai entrata nel vivo nel nostro Paese. Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid 19 in Italia e nel mondo di oggi, sabato 23 gennaio 2021, aggiornate in tempo reale:

LA DIRETTA – COVID ULTIME NOTIZIE

Ore 18,00 – Fontana: “Non rinunciamo al ricorso al Tar, vogliamo verità” – “Non rinunciamo al ricorso al Tar, assolutamente. È chiaro che lunedì non si terrà l’udienza, è inutile che discutiamo quella fattispecie. Ma andiamo avanti e pretendiamo che la verità dei fatti venga acclarata in sede giudiziaria. Se c’è un errore non è nostro, non è nell’indicazione dei nostri dati”. Lo ha dichiarato il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, a proposito del ricorso al Tar e delle polemiche che hanno messo per errore la Lombardia in zona rossa. “Verrà allargato il ricorso – ha aggiunto Fontana – sarà impugnato il verbale della cabina di regia, il verbale del Cts, l’ordinanza nella quale si afferma che c’è stata una rettifica dei dati della Regione”.

Ore 17,40 – Conte: “Pronti ad azioni legali contro AstraZeneca” – Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato azioni legali contro AstraZeneca dopo la notizia che l’azienda farmaceutica consegnerà, una volta che l’Ema approverà il vaccino, il 60 per cento in meno delle dosi previste. “Questa mattina il ministro Speranza e il commissario Arcuri hanno incontrato con urgenza i vertici di Astrazeneca Italia, che hanno confermato il ridimensionamento della capacità produttiva. Tutto questo è inaccettabile. Questi rallentamenti delle consegne costituiscono gravi violazioni contrattuali, che producono danni enormi all’Italia e agli altri Paesi europei. Ricorreremo a tutti gli strumenti e a tutte le iniziative legali, come già stiamo facendo con Pfizer-Biontech, per rivendicare il rispetto degli impegni contrattuali e per proteggere in ogni forma la nostra comunità nazionale”. Leggi l’articolo completo.

Ore 17,20 – Il bollettino di oggi – Le persone attualmente positive al Covid sono 498.834 (-3.219). Il bilancio delle vittime ammonta a 85.162 (+488) decessi. I guariti invece sono 1.871.189 (+16.062), per un totale di 2.455.185 casi (+13.331): questi i dati completi resi noti oggi nel bilancio sull’epidemia di Covid in Italia. Degli attualmente positivi, 21.403 (-288) sono ricoverati in ospedale, 2.386 (-4) necessitano di terapia intensiva, mentre 475.045 si trovano in isolamento domiciliare. È stabile, rispetto a ieri, la situazione epidemiologica in Italia. Secondo l’ultimo bollettino, infatti, i nuovi casi registrati nell’ultimo giorno sono 13.331 (contro i 13.633) a fronte anche di un numero maggio di tamponi (286.331 contro i 264.728 di ieri). Leggermente superiore il numero dei morti (488 contro i 472 di ieri), mentre continua il decremento sia dei ricoveri ordinari (-288 contro i -354 di ieri), che delle terapie intensive (-4 contro i -28 di ieri). Per quanto riguarda le Regioni, quella con il maggior incremento dei casi è la Lombardia con 1.535 nuovi contagi, seguita dall’Emilia-Romagna con 1.310 e dal Lazio 1.297 nuovi casi. Il bollettino.

Ore 15,30 – Spagna: salta la fila e si vaccina, lascia capo Stato maggiore – In Spagna si è dimesso il capo di Stato maggiore della Difesa dopo essere stato travolto dallo scandalo suscitato dalla rivelazione che alcuni uomini politici e militari si sono fatti vaccinare senza essere una categoria a rischio o a cui era stata riservata la priorità.

Ore 12,15 – Lombardia: riaprono le medie – La Lombardia si appresta a diventare da domani zona arancione, motivo per cui da lunedì è prevista la riapertura delle scuole medie, così come anche confermato dal governatore Attilio Fontana: “Già da lunedì le scuole media riprenderanno la propria attività in presenza. Quelle secondarie di secondo grado potranno riprendere le lezioni in presenza secondo l’organizzazione stabilita nei piani operativi delle Prefetture”. La regione Lombardia “per quanto di propria competenza – aggiunge Fontana – ha già attivato le procedure affinché il Trasporto pubblico locale attui quando previsto dalle Prefetture”.

Ore 11,30 – Locatelli: “In Italia 40mila hanno completato dosi vaccino” – “In Italia 40mila persone, 40.293 per l’esattezza, hanno completato il ciclo vaccinale, la prima e la seconda dose”. Lo ha detto il presidente del Consiglio superiore di Sanità, Franco Locatelli, alla conferenza stampa sui dati del monitoraggio settimanale sull’andamento dell’epidemia.

Ore 9,30 – Rio de Janeiro cancella il Carnevale – La manifestazione era stata fatta slittare a luglio, ma ora il sindaco della città carioca annuncia che nel 2021 l’appuntamento più caro alla popolazione dovrà saltare: troppi rischi di contatti e troppe difficoltà per l’organizzazione dei carri.

Ore 7,00 –  Vaccini, tagli anche da AstraZeneca: “In tre mesi il 60 per cento di dosi in meno” – “Significativi ammanchi”, circa il 60 per cento di quanto concordato, quelli preannunciati dall’azienda farmaceutica alla commissione Ue ancor prima dell’approvazione del suo vaccino. Un’altra batosta per l’Italia che, a questo punto, dei 16 milioni di dosi attese per il primo trimestre potrebbe vederne arrivare meno di 7 milioni. Ancora una volta problemi all’impianto di produzione europeo, la causa del taglio delle consegne.

Covid ultime notizie in Italia e nel mondo: cosa è successo ieri

Il bollettino della Protezione Civile – Secondo il bollettino di venerdì 22 gennaio sul Coronavirus in Italia pubblicato dal Ministero della Salute e dalla Protezione Civile, sono 13.633 i nuovi casi, contro i 14.078 di ieri, e 472 i morti (ieri erano stati 521), a fronte di 264.728 tamponi totali effettuati (ieri erano stati 267.567). Il tasso di positività scende leggermente da 5,3% a 5,1%. Qui il bollettino completo

Lombardia: “Rt sbagliato, chiediamo zona arancione” – Dopo il ricorso contro la decisione del ministero della Salute di collocare la Lombardia in zona rossa, la Regione guidata da Attilio Fontana torna a chiedere la zona arancione, stavolta sulla base di un ricalcolo dell’Rt che la farebbe rientrare nella fascia di rischio più bassa.

Secondo quanto riporta il Corriere della Sera,  i tecnici della Regione “dovrebbero trasmettere al ministero della Salute i nuovi dati ammettendo di aver sbagliato il calcolo dell’Rt nell’ultimo monitoraggio e sollecitando una nuova valutazione della cabina di regia“. In tal caso il ministro della Salute Roberto Speranza, dopo il nuovo parere, “potrebbe firmare l’ordinanza che cambia la fascia e la Regione potrebbe tornare in arancione già domenica“. Leggi la notizia completa

Monitoraggio Iss: “Rt sceso sotto l’1″ – Dopo cinque settimane consecutive di aumento di valore, l’indice di contagio Rt è sceso sotto l’1, e cioè la soglia considerata a rischio. Lo riporta il consueto monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss). Il calo (rispetto all’1,09 di venerdì scorso) è probabilmente dovuto all’effetto delle chiusure del periodo natalizio, quando l’Italia è stata quasi sempre zona rossa, con pochi giorni arancioni. In base al monitoraggio regionale, inoltre, l’Iss ha confermato i colori di alcune Regioni: Lombardia, Sicilia e Provincia di Bolzano resteranno in zona rossa, Toscana e Provincia di Trento in quella gialla.

Hong Kong entra in lockdown per la prima volta – Le autorità di Hong Kong hanno imposto il primo lockdown per decine di migliaia di cittadini per contenere un peggioramento della pandemia di coronavirus nel distretto di Yau Tsim Mong, un distretto densamente popolato dove si è registrata circa la metà dei casi giornalieri dell’ultima settimana. La misura dovrebbe entrare in vigore nel fine settimana. Hong Kong, che fino ad ora era sempre riuscita a tenere sotto controllo la pandemia con chiusure mirate e un efficace sistema di tracciamento,  non è poruta fuggire dalla seconda ondata dell’epidemia. Secondo i media locali il lockdown dovrebbe restare in vigore per almeno due settimane: il mancato rispetto delle norme sarà punito con sanzioni

Tar Campania: sì a rientro a scuola per superiori – Il Tar della Campania ha accolto il ricorso presentato da alcuni genitori contro l’ ordinanza della Regione ed ha deciso (con un provvedimento cautelare) che le scuole superiori dovranno aprire con “modalità integrata”. La Regione Campania, hanno osservato i giudici amministrativi nel provvedimento d’urgenza (il giudizio di merito e’ fissato il 16 febbraio) dovrà “conformarsi a quanto prescritto nel citato Dpcm per le scuole secondarie superiori, previa ricognizione degli atti attuativi e proattivi necessari a rendere effettiva la didattica in presenza nei limiti quantitativi, minimi e massimi, prescritti”.

Impennate di contagi in Francia: si teme una nuova variante – Un’impennata di contagi è stata registrata in queste ore in Francia nell’ospedale di Compiègne, alle porte di Parigi. Sono stati contagiati 170 pazienti e circa 70 tra medici e infermieri. Anche in altri ospedali dell’Est e del Sud Ovest della Francia sono stati riscontrati focolai analoghi. I test effettuati hanno escluso che si tratti della variante inglese. C’è quindi il fondato timore che queste impennate siano legate a una nuova e più contagiosa variante del Covid che si starebbe diffondendo proprio in Francia.

Leggi anche: 1. Zona rossa in Lombardia, così la Regione ha modificato i dati: il documento; // 2. Dopo Gallera arriva la Moratti: “Distribuite i vaccini in base al Pil” (di L. Zacchetti); // 3. Sara Cunial fa propaganda No Vax alla Camera per attaccare Conte. E la Lega la applaude (di Giulio Cavalli); // 4. Germania, sette infermieri che hanno rifiutato il vaccino sono stati licenziati; // 5. Tragedia a Venezia: un’intera famiglia uccisa dal Covid in poco meno di 20 giorni

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Richard Gere testimonierà contro Salvini nel processo Open Arms, il leghista: “Gli chiederò un autografo”
Cronaca / Lega, l’ex capo della “Bestia” Luca Morisi indagato: avrebbe ceduto droga. Lui: “Chiedo scusa, grave caduta come uomo”
Cronaca / Covid, oggi 3.099 casi e 44 morti: tasso di positività all'1%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Richard Gere testimonierà contro Salvini nel processo Open Arms, il leghista: “Gli chiederò un autografo”
Cronaca / Lega, l’ex capo della “Bestia” Luca Morisi indagato: avrebbe ceduto droga. Lui: “Chiedo scusa, grave caduta come uomo”
Cronaca / Covid, oggi 3.099 casi e 44 morti: tasso di positività all'1%
Cronaca / Regeni, commissione d’inchiesta in missione a Cambridge
Cronaca / Covid, oggi 3.525 casi e 50 morti: tasso di positività all'1%
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / Rilasciato l’ex presidente catalano Puigdemont: era stato arrestato in Sardegna
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale