Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, ultime notizie. AstraZeneca, confermati a 8-12 settimane i tempi del richiamo per gli under 60. Rt Italia stabile a 0,68: rischio moderato Sardegna, basso nel resto d’Italia.

Immagine di copertina
Credit: Ansa

COVID, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI 11 GIUGNO 2021 IN ITALIA E NEL MONDO

COVID ULTIME NOTIZIE OGGI – La campagna vaccinale in Italia ha portato finora all’immunizzazione del 25 per cento della popolazione (qui i dati in tempo reale sui vaccini). Intanto più di un milione di cittadini europei hanno già ricevuto il certificato digitale “verde”. Di seguito tutte le ultime notizie sul Covid-19 di oggi, venerdì 11 giugno, aggiornate in tempo reale.

COVID, LE ULTIME NOTIZIE DI OGGI

Ore 21,20 – AstraZeneca, verso conferma dei tempi del richiamo per gli under 60 – I tempi del richiamo della vaccinazione anti-Covid per i soggetti con meno di 60 anni a cui è già stata somministrata la prima dose di AstraZeneca e a cui sarà inoculato il siero di Pfizer/BioNTech o di Moderna resteranno quelli già previsti per il vaccino anglo-svedese. A quanto si apprende, queste persone dovranno attendere tra le 8 e le 12 settimane. Le prenotazioni per il richiamo, seppur per una seconda dose diversa da AstraZeneca, dovrebbero così restare invariati.

Ore 19,00 – Oggi 1.901 nuovi casi e 69 morti: il bollettino dell’11 giugno – In Italia oggi, venerdì 11 giugno 2021, si registrano 1.901 nuovi positivi e 69 morti per Covid. Ieri c’erano stati 2.079 nuovi casi e 88 morti. In totale sono stati effettuati 217.610 tamponi (ieri erano stati 205.335). Il tasso di positività scende allo 0,9% per cento rispetto all’1% delle precedenti 24 ore. Qui il bilancio completo.

Ore 15,30 – Ema: “Dosi J&J contaminate in Usa non destinate a Ue” – “Le autorità dell’Ue sono a conoscenza del fatto che un lotto del principio attivo per il vaccino Janssen (il monodose Johnson & Johnson, ndr) è stato contaminato con materiali per un altro vaccino fabbricato nello stesso sito”, ma “il lotto in questione non era destinato al mercato dell’Ue”. Lo scrive in un nota l’Ema, l’Agenzia europea per i medicinali. “La contaminazione – precisa l’Agenzia – è avvenuta in un sito di produzione del principio attivo nel Maryland, negli Stati Uniti, di proprietà di Emergent Biosolutions”. “Sulla base delle informazioni disponibili – si legge nella nota – i lotti del vaccino distribuiti nell’Ue non sono interessati dalla contaminazione incrociata”, ma “a scopo precauzionale e per salvaguardare la qualità dei vaccini, le autorità di vigilanza hanno raccomandato di non rilasciare lotti di vaccini contenenti il ​​principio attivo realizzati all’incirca nello stesso momento in cui si è verificata la contaminazione”. “Le autorità dell’Ue stanno facendo tutto il possibile per salvaguardare le forniture e mitigare gli effetti di eventuali ritardi nella consegna di questo vaccino”, ha concluso l’Ema.

Ore 14,40 -Vertice G7, obiettivo ricostruzione post Covid –  ‘Building back better”: è all’insegna di questo slogan, improntato all’impegno di lavorare per una ricostruzione in meglio del mondo dopo lo tsunami della pandemia, il vertice dei capi di Stato e di governo del G7 che si apre oggi sotto presidenza britannica a Carbis Bay, in Cornovaglia. Vertice segnato dalle consuete misure di sicurezza a cui si affiancano le precauzioni sanitarie, fino all’isolamento di un intero albergo che ospita giornalisti americani e membri della delegazione tedesca in seguito alla scoperta di un piccolo focolaio di contagi Covid tra alcuni dipendenti della struttura.

Ore 14,20 – Malta, 100 euro a turisti over 65 in bassa stagione – uova iniziativa del governo maltese per incentivare la ripresa del turismo dopo la pandemia: i turisti over 65 che nella prossima bassa stagione, ovvero dall’inizio dell’autunno e per tutto l’inverno, prenoteranno un soggiorno a Malta riceveranno 100 euro in regalo sotto forma di voucher spendibili in negozi ed esercizi dell’arcipelago. La misura è stata annunciata dal ministro del turismo, Clayton Bartolo, nell’ambito di un pacchetto da 20 milioni di euro stanziato dal governo a favore del settore maggiormente penalizzato dal Covid.

Ore 14,20 – Iss: bozza, rischio moderato Sardegna, basso nel resto d’Italia – Tutte le Regioni e le province autonome sono classificate a rischio basso tranne una, la Sardegna, a rischio moderato. E’ quando emerge dai dati contenuti nella bozza di monitoraggio settimanale sull’andamento dei casi di Covid, ora all’esame della cabina di regia.

Ore 14,00 – Astrazeneca, la 18enne morta dopo il vaccino soffriva di piastrinopenia autoimmune – Camilla Canepa, la ragazza di 18 anni morta dopo la vaccinazione volontaria con AstraZeneca, secondo quanto appreso soffriva di piastrinopenia autoimmune familiare e assumeva una doppia terapia ormonale. Gli investigatori vogliono capire se le due patologie fossero state indicate nella scheda consegnata prima della somministrazione del vaccino, il 25 maggio. Tra i documenti che stanno acquisendo i militari anche le relazioni dei dirigenti medici del San Martino Pelosi e Brunetti. Martedì verrà dato l’incarico ai medici legali Luca Tatjana e Franco Piovella.

Ore 13,45 – Commissione Ue: “Su green pass si lavora con Usa” – “Le discussioni con gli Usa continuano, il nostro obiettivo è lavorare di concerto con loro in modo di permettere ai viaggiatori americani di ottenere assai facilmente un certificato Covid digitale europeo”. Lo ha detto uno dei portavoce della Commissione europea rispondendo alla domanda di una giornalista che chiedeva se ci si può attendere rapidamente una decisione in merito.

Ore 12,40 – Covid: altri 2.504 morti in Brasile, superata quota 482 mila – Il Brasile ha registrato altri 2.504 morti e 88.092 ulteriori casi di coronavirus nelle ultime 24 ore, portando il numero totale di decessi e contagi rispettivamente a 482.019 e 17.210.969, secondo il Consiglio nazionale dei segretari alla salute (Conass). Il nuovo bollettino continua a confermare la tendenza al rialzo nel Paese, in quanto rappresenta un aumento dei numeri registrati nello stesso giorno della scorsa settimana, quando si registrarono 1.682 vittime e 83.391 nuovi contagi.

Ore 12,25 – Vaccini, Open day in Valle d’Aosta: sospesi AstraZeneca e Johnson&Johnson per under 60 – In attesa delle ulteriori indicazioni del Cts relative all’utilizzo di AstraZeneca e Johnson&Johnson, l’Usl della Valle d’Aosta ha deciso di sospenderne la somministrazione nei soggetti under 60 per gli Open day previsti il 12 e il 13 giugno ad Aosta e a Donnas. Ai soggetti prenotati saranno inoculati i vaccini Pfizer e Moderna.

Ore 11,55 – AstraZeneca, Lazio sospende open week per over 18 – “Ieri sera abbiamo sospeso il prosieguo della open week per gli over 18 con AstraZeneca e ora sono in corso i richiami per chi il vaccino lo ha già fatto”. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, presentando il nuovo sistema di prenotazione dei medici di medicina generale.

Ore 11,30 – Il Consiglio Ue ha adottato il certificato digitale – Il Consiglio Ue ha adottato il certificato digitale Covid. Il provvedimento, approvato mercoledì al Parlamento europeo, sarà firmato lunedì ed entrerà in vigore dal primo luglio.

Ore 11,20 – D’Amato: “Il Lazio zona bianca da lunedì 14 giugno” – “Siamo alla vigilia della zona bianca, attendiamo ratifica per lunedì 24 giugno dal ministero”. Così l’assessore alla Sanità della Regione Lazio Alessio D’Amato.

Ore 10,40 – Speranza: “Oggi altre Regioni in zona bianca” – “Oggi ci saranno altre Regioni in zona bianca”. Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, parlando coi cronisti a margine della Festa dell’educazione alimentare di Coldiretti, a Castelporziano.

Ore 10,35 – Rt Italia stabile a 0,68 – Resta stabile l’indice di contagio Rt in Italia, che si attesta a 0,68 dopo quattro settimane consecutive di calo. E’ quanto emerge dall’analisi della Cabina di regia riunita questa mattina. L’incidenza nazionale è a 25 casi per centomila abitanti.

Ore 9,25 – Toti: “AstraZeneca ai giovani non è un’invenzione delle regioni” – “La possibilità di utilizzare AstraZeneca per tutti su base volontaria non è un’invenzione delle Regioni o di qualche dottor Stranamore: è suggerimento che arriva dai massimi organi tecnico-scientifici per aumentare le vaccinazioni, e quindi evitare più morti”. Così il presidente della Liguria Giovanni Toti invita a “non fare sciacallaggio” sulla morte dopo il vaccino AstraZeneca della 18enne ligure Camilla Canepa. “È il momento della responsabilità e della chiarezza: a medici e scienziati spetta stabilire l’eventuale nesso tra vaccino, altri farmaci assunti e tutte le circostanze che hanno portato a questo tragico evento”. Qui la notizia completa.

Ore 7,00 – G7: impegno per donare un miliardo di vaccini ai Paesi poveri – I Paesi del G7 si impegneranno a donare un miliardo di dosi del vaccino contro il Covid-19 ai Paesi poveri. Lo annuncia la presidenza britannica del summit. Al mezzo miliardo di dosi del siero Pfizer/BioNTech già promesse dagli Stati Uniti, si aggiungeranno 100 milioni di dosi in eccesso provenienti dal Regno Unito. I Paesi del G7, spiega Londra, acquisteranno dosi da distribuire alle nazioni in via di sviluppo o doneranno quelle in eccesso. Il G7 intende inoltre “presentare un piano per espandere la produzione di vaccini per raggiungere questo obiettivo”, ha continuato.

COVID: LA GIORNATA DI IERI

Vaccini: Sicilia sospende AstraZeneca sotto 60 anni – La Sicilia sospende il vaccino AstraZeneca in via cautelativa sotto i 60 anni. La decisione emerge da una circolare che porta la firma del dirigente generale del dipartimento regionale per le attivita’ sanitarie e osservatorio epidemiologico ad interim della Regione Siciliana Mario La Rocca.

AstraZeneca, Aifa: “Un caso di trombosi ogni 100 mila dosi” – In Italia i casi di trombosi in persone vaccinate con il vaccino anti-Covid Vaxzevria di AstraZeneca sono in linea con i dati rilevati a livello europeo: 1 caso ogni 100 mila prime dosi somministrate e per lo più in persone con meno di 60 anni. È quanto emerge dai dati divulgati da Aifa nel quinto Rapporto di Farmacovigilanza sui Vaccini, secondo cui nessun caso è stato segnalato dopo la seconda dose. Sono 66.258 le segnalazioni di eventi avversi su un totale di 32.429.611 di dosi di vaccino anti Covid somministrate in Italia, per un tasso di segnalazione di 204 ogni 100 mila dosi, di cui il 90 per cento per eventi non gravi (dolore in sede di iniezione, febbre, astenia/stanchezza, dolori muscolari) e il 10 per cento gravi.

Vaccini, superate le 40 milioni di dosi somministrate in Italia – In Italia sono stati somministrati oltre 40 milioni di dosi di vaccini anti-Covid. È quanto emerge dall’ultimo aggiornamento del report sui vaccini della Presidenza del Consiglio, a cura del Commissariato all’emergenza. I vaccinati con due dosi o con Johnson&Johnson sono oltre 13,5 milioni, quasi il 25 per cento della popolazione.

Israele riapre ai turisti dal 1 luglio – A partire dal 1 luglio, i turisti internazionali potranno tornare a visitare Israele. L’annuncio arriva su Twitter dal ministro del Turismo, Orit Farkash-Hacohen. “È tempo per Israele di riaprire al turismo e di trarre vantaggio dalla propria condizione di Paese vaccinato a beneficio della propria economia”. Attualmente possono entrare in Israele solo piccoli gruppi di turisti vaccinati o guariti dal Covid o parenti di primo grado di cittadini israeliani.

Recovery, fonti AGI: Ue valuterà 12 piani entro fine giugno – La Commissione europea valuterà nel corso di questo mese “più di dieci piani nazionali di ripresa”. L’annuncio arriva, secondo quanto riferito all’AGI da fonti della Commissione che citano un briefing a porte chiuse, dal Commissario europeo al Bilancio, Johannes Hahn. “Durante questo mese valuteremo più di dieci piani nazionali di ripresa, motivo per cui già da giugno andremo sui mercati per avere a disposizione il prefinanziamento”, ha detto Hahn. Entro la scadenza del 30 aprile sono stati presentati 13 piani nazionali, compreso quello italiano.

Genova, è morta la 18enne colpita da trombosi dopo il vaccino AstraZeneca – È morta Camilla Canepa, la ragazza di 18anni di Sestri Levante ricoverata al Policlinico San Martino di Genova colpita da trombosi, che il 25 maggio scorso aveva partecipato all’open day per la vaccinazione anti Covid con AstraZeneca. Il sindaco di Sestri Levante, Valentina Ghio, scrive sui social: “Purtroppo, poche ore fa, Sestri Levante è stata colpita da un lutto che mai avremmo voluto vivere. L’Amministrazione Comunale e tutta la città si stringono intorno alla famiglia della ragazza scomparsa oggi. In questo momento di dolore esprimo tutto il mio affetto e la mia vicinanza ai familiari di Camilla. Abbiamo deciso di annullare tutti gli appuntamenti del Festival Andersen previsti per oggi. Riposa in pace Camilla”. Qui la notizia completa. 

Il bollettino di oggi: 2.079 nuovi casi e 88 morti – In Italia si registrano oggi 2.079 nuovi casi e 88 morti per Covid su un totale di 205.335 tamponi e per un tasso di positività dell’1%, rimasto invariato rispetto a ieri. Migliora ancora la situazione negli ospedali: i ricoveri ordinari calano di 229 unità e le terapie intensive di 35. Qui il bollettino completo del 10 giugno 2021.

Licenziamenti, Pd: stop selettivo fino al 30/9 e patto con i sindacati –  Per prolungare selettivamente lo stop ai licenziamenti, il Partito democratico propone tredici settimane di cassa Covid aggiuntiva, tra il primo luglio e la fine di settembre, per le imprese che sottoscrivano un apposito accordo con le organizzazioni sindacali e appartengano ai settori ancora in crisi, individuati con decreto dei ministeri del Lavoro e dello Sviluppo economico, con contemporaneo blocco delle procedure di licenziamento. Con questo emendamento depositato in Commissione Bilancio della Camera, il Pd mira a modificare il decreto Sostegni-bis.

AstraZeneca, Speranza: Cts considererà indicazioni del ministero e dell’Aifa – “Il 7 aprile il ministero (della Salute) con una circolare ha raccomandato l’uso preferenziale del vaccino AstraZeneca agli over-60 e Aifa ha ribadito che il profilo beneficio-rischio è più favorevole all’aumento dell’età: queste valutazioni saranno sicuramente considerate nel prossimo parere del Cts”. È quanto annunciato oggi dal ministro della Salute, Roberto Speranza, al question time al Senato. “Tutti i vaccini sono però sicuri ed efficaci e la campagna nel nostro Paese ha superato le 40 mln di dosi”.

In Brasile sfiorate le 480 mila vittime – Il Brasile sfiora le 480 mila vittime per Covid, dopo aver registrato oltre 2.400 morti per il secondo giorno consecutivo. Dall’inizio della pandemia, il Paese sudamericano ha registrato 479.791 morti, compresi i 2.484 decessi segnalati nelle ultime 24 ore. Il totale dei contagiati in Brasile è invece salito a 17.125.357, compresi gli 86.854 nuovi casi di ieri per una media di 58.239 contagi al giorno nell’ultima settimana, l’8 per cento in meno delle scorse due settimane.

Vaccini, Von der Leyen: 50% degli adulti nell’Ue ha avuto almeno la prima dose – “Oltre il 50 per cento degli adulti nell’Ue ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid, mentre in 100 milioni sono già pienamente vaccinati”. L’annuncio arriva su Twitter dalla presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen. “Stiamo facendo buoni progressi verso il nostro obiettivo: consegnare abbastanza dosi per vaccinare il 70 per cento degli adulti nell’Ue entro il prossimo mese”.

Giorgia Meloni annuncia: “Ho prenotato il vaccino” – Giorgia Meloni, presidente di Fratelli d’Italia, ha rivelato di aver prenotato il vaccino anti-Covid. L’annuncio, arrivato durante la trasmissione “L’Aria che tira” su La7, non specifica quale siero sarà somministrato alla leader di FdI, che però ha precisato: “Non sarà AstraZeneca, ma uno tra Pfizer, Moderna e Johnson & Johnson”.

Rapporto Istat-Iss, 28/3/2020 giorno peggiore per morti di Covid – Il 28 marzo 2020 è stato il giorno più nero in termini di decessi correlati al Covid in Italia, con 928 morti registrati in 24 ore, mentre durante la seconda ondata il record è stato registrato il 19 novembre con 805 deceduti. È quanto emerge dal sesto Rapporto congiunto dell’Istituto nazionale di statistica (Istat) e dell’Istituto Superiore di Sanita’ (Iss) sulla diffusione dell’epidemia di Covid-19 e sull’impatto della pandemia sulla mortalità totale nel 2020. Nei primi quattro mesi del 2021, sono stati riportati 42.957 morti. Considerando i soli mesi di marzo e aprile 2021 i decessi segnalati sono stati 21.004 rispetto ai 30.064 dello stesso periodo del 2020.

Rapporto Istat-Iss, 100 mila morti in più in Italia nel 2020 – Nel la mortalità in Italia è stata la più alta mai registrata dal Dopoguerra in poi, a causa dei 746.146 decessi complessivi registrati, 100.526 in più rispetto alla media degli anni 2015-2019 (+15,6%). È quanto emerge dal sesto Rapporto congiunto dell’Istituto nazionale di statistica (Istat) e dell’Istituto Superiore di Sanita’ (Iss) sulla diffusione dell’epidemia di Covid-19 e sull’impatto della pandemia sulla mortalità totale nel 2020. Il dato è sicuramente legato alla pandemia, visto che la media dei decessi nei mesi di gennaio e febbraio 2020 era linea con quella degli anni precedenti. Il Covid ha avuto un impatto più marcato sul genere maschile e sulla fascia di età 65-79 anni. Analizzando la diffusione del virus nei primi mesi del 2021 le Province con il maggior tasso di incidenza sono state quelle del versante Nord-orientale: Bologna, Gorizia, Forlì-Cesena, Udine, Rimini, Bolzano. Rispetto all’intero anno 2020, nei primi quattro mesi del 2021 l’impatto dei decessi per Covid-19 sui morti totali è aumentato soprattutto nelle regioni del Centro e del Mezzogiorno.

Iran, superati i 3 milioni di casi – L’Iran ha superato oggi la soglia dei tre milioni di casi accertati di Covid-19 dall’inizio della pandemia (3.003.112). Secondo il ministero della Salute di Teheran, i casi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 12.398, mentre le vittime ammontano a 153, arrivando in totale a 81.672.

Liguria: sospeso lotto vaccini Astrazeneca legato a due malori – L’agenzia ligure per la sanità (Alisa) ha sospeso in via cautelativa il lotto di Astrazeneca da cui erano state ricavate le dosi inoculate alla ragazza 18enne di Sestri Levante, finita in coma, e alla donna di 34 anni di Alassio, che ha avuto un malore legato a una bassa conta delle piastrine. Entrambe le donne sono ricoverate al policlinico San Martino di Genova. “In via cautelativa, Alisa ha dato indicazioni a tutte le sedi vaccinali di sospendere, fino a nuova decisione, la somministrazione del lotto ABX1506 del vaccino AstraZeneca, qualora ci fossero fiale ancora disponibili”, si legge nella nota divulgata da Alisa. “È in corso la ricognizione per verificare eventuali giacenze del lotto”.

Euro 2020, Luis Enrique (Ct Spagna): “Sui vaccini fate presto” – “Mi piacerebbe che” i calciatori “si vaccinassero il prima possibile” contro il Covid. Il commissario tecnico della nazionale spagnola, Luis Enrique, si augura così che il governo di Madrid autorizzi le somministrazioni per la selezione iberica a pochi giorni dall’esordio agli Europei. “Mi darebbe fastidio non poter contare su un calciatore per una reazione alla vaccinazione, però fino ad oggi non abbiamo conferme sui vaccini”.

Commissione Ue valuta risoluzione Parlamento su brevetti vaccini: “Non ci convince” –  “Prendiamo nota della risoluzione del Parlamento europeo” che ieri ha chiesto la revoca temporanea dei diritti di proprietà intellettuale sui vaccini anti-Covid “e la stiamo analizzando”, ha annunciato oggi in conferenza stampa una portavoce della Commissione europea. “Come detto varie volte, siamo aperti a discutere qualsiasi opzione che possa estendere la produzione di vaccini: non siamo convinti che la revoca sia la risposta immediata migliore”.

Rapporto Istat-Iss, 4 mln di casi in Italia tra marzo 2020 e aprile 2021 – Tra il 20 febbraio 2020 e il 30 aprile 2021 in Italia sono stati segnalati al Sistema di Sorveglianza Integrato almeno 4.035.367 casi positivi di Covid-19 diagnosticati dai Laboratori di Riferimento regionale, di cui 1.867.940 nei primi 4 mesi del 2021, pari al 46% del totale. È quanto emerge dal sesto Rapporto congiunto dell’Istituto nazionale di statistica (Istat) e dell’Istituto Superiore di Sanita’ (Iss) sulla diffusione dell’epidemia di Covid-19 e sull’impatto della pandemia sulla mortalità totale nel 2020.

Regno Unito, Hancock si difende da accuse: “Mai mentito a Johnson” – Il ministro della Salute britannico Matt Hancock si è difeso oggi davanti ai parlamentari britannici dalle accuse dell’ex consigliere del premier Boris Johnson, Dominic Cummings, riguardo alla gestione della pandemia di Covid. Hancock ha detto di non aver mai “mentito” al primo ministro sulle case di cura o su nessun altro argomento, come invece gli imputava Cummings. Quante alle migliaia di vittime di coronavirus nei centri per anziani il ministro ha confessato che gli “pesano molto. E lo faranno sempre”. “Abbiamo provato a creare un “anello protettivo” attorno alle case di cura, ma “eravamo limitati” dalla mancanza di dati, come una lista di tutti i centri nel Regno Unito. Il ministro ha anche detto di “non aveva idea” del motivo per cui l’ex consigliere di Johnson ce l’avesse con lui e che il governo “ha lavorato meglio negli ultimi sei mesi” da quando se ne è andato.

Covid: 11.699 casi in un giorno in Russia, picco da febbraio – Salgono i casi di Covid-19 in Russia. Stando ai dati del centro operativo anticoronavirus, nelle ultime 24 ore nel Paese si sono registrati 11.699 contagi: la cifra più alta di casi in un solo giorno dal 24 febbraio. In totale, dall’inizio dell’epidemia, in Russia sono stati accertati 5.167.949 casi di Covid.

Oms: “Livello vaccinazioni in Ue lontano da sufficienza” – Il livello di vaccinazione in Europa è “lontano dall’essere sufficiente” per evitare una recrudescenza della pandemia di Covid-19. Lo afferma l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms).

Von der Leyen, 100 milioni di europei completamente vaccinati – “Oltre il 50% degli europei ha ricevuto almeno la prima dose di vaccino e 100milioni di europei ora sono completamente vaccinati”. Lo ha annunciato la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen, in una conferenza stampa prima del G7.

Regno Unito, oltre 7.500 contagi in 24 ore: mai così tanti da febbraio – I casi Covid nel Regno Unito hanno registrato un’impennata nella giornata di ieri, quando sono stati registrati 7.540 nuovi contagi: il massimo dal 26 febbraio scorso. Sul nuovo aumento dei contagi sembra pesare la diffusione della variante Delta (finora nota come “indiana”) che si sta espandendo molto rapidamente nel Paese. Qui la notizia completa.

Stato di emergenza, il governo pensa allo stop dal 31 luglio – Lo stato d’emergenza potrebbe non essere rinnovato dopo la scadenza del 31 luglio: è questo l’obiettivo cui punta il governo che, con la campagna vaccinale che ormai procede a passo spedito, pensa di portare l’Italia fuori dalla pandemia di Covid-19, o almeno dalla fase emergenziale, entro la fine dell’estate. Qui l’articolo completo.

Von der Leyen: “Dobbiamo sapere da dove arriva pandemia” – “C’è stata una pandemia orribile e dobbiamo sapere da dov’è arrivata per imparare la lezione e sviluppare gli strumenti per fare in modo che non avvenga più”. Lo ha dichiarato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in conferenza stampa alla vigilia del summit G7. “Per questo gli investigatori hanno bisogno di accesso completo per trovare l’origine di questa pandemia. E da questo dobbiamo arrivare a conclusioni”, ha aggiunto. “Ci sono tante ipotesi sull’origine, ne dobbiamo identificare una. E per poterlo fare serve pieno accesso a siti e informazioni”, ha concluso von der Leyen.

Michel: “Fare chiarezza su origine Covid, diritto a verità” – Sull’origine del Covid-19 “abbiamo bisogno di piena trasparenza” e per questo “sosteniamo tutti gli sforzi per fare chiarezza, il mondo ha diritto di sapere esattamente cosa è successo per poter per imparare le lezioni (del passato, ndr) e anzi sosterremo tutti gli sforzi per fare la trasparenza e conoscere la verità”. Lo ha detto il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, durante la conferenza stampa alla vigilia del summit del G7.

Vaccino, Europarlamento chiede sospensione brevetti – Al fine di accelerare la diffusione dei vaccini a livello globale, il Parlamento chiede la revoca temporanea dei diritti di proprietà intellettuale sui vaccini Covid-19. In una risoluzione adottata oggi con 355 voti a favore, 263 contrari e 71 astensioni, il Parlamento propone di avviare negoziati sulla revoca temporanea dell’accordo Trips del Wto sui brevetti al fine di migliorare l’accesso globale ai prodotti medici a prezzi accessibili legati al Covid-19 e affrontare il problema dei vincoli di produzione globale e delle carenze di approvvigionamento.

Vaccino, la terza dose sarà Pfizer e si farà dal medico. Incognita sui tempi – Mentre prosegue la campagna vaccinale in Italia, che ha l’obiettivo di immunizzare l’80 per cento della popolazione entro la fine di settembre, il ministero della Salute inizia in questi giorni a lavorare al piano per la terza dose del vaccino anti Covid, che dovrà essere attuato nel caso in cui diventi necessaria questa nuova somministrazione. Qui la notizia completa.

G7 chiede nuove indagini su origine virus – I leader dei Paesi del G7 chiedono una “nuova e trasparente” indagine sull’origine del Covid-19 all’Organizzazione mondiale della sanità. Lo si legge in una bozza del comunicato finale visionata dall’agenzia Bloomberg, nel quale i leader delle sette economie avanzate sottolineano gli sforzi per porre fine alla pandemia entro il 2022. Nella bozza del comunicato finale del G7, i leader che si riuniranno a partire da oggi in Cornovaglia si impegnano anche a un miliardo di dosi di vaccini contro il Covid-19 in più per accelerare gli sforzi di immunizzazione globale contro il coronavirus.

Usa comprano 500 milioni di vaccini Pfizer da donare al mondo – Gli Stati Uniti hanno intenzione di acquistare 500 milioni di dosi del vaccino anti-Covid prodotto da Pfizer/BioNTech da donare al resto del mondo. È quanto riporta il Washington Post citando una serie di fonti interne all’amministrazione Biden, secondo cui il presidente annuncerà ufficialmente l’acquisto in occasione del G7 di Londra.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO

TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Green Pass, il governo firma il decreto: cos'è e come si ottiene
Cronaca / Covid, 1.325 nuovi casi e 37 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Il padre di Saman Abbas minacciò il fidanzato: “Lascia mia figlia o sterminiamo tutta la tua famiglia”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Green Pass, il governo firma il decreto: cos'è e come si ottiene
Cronaca / Covid, 1.325 nuovi casi e 37 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Il padre di Saman Abbas minacciò il fidanzato: “Lascia mia figlia o sterminiamo tutta la tua famiglia”
Cronaca / TPI Fest! arriva per la prima volta a Tor Bella Monaca (Roma, 22 – 23 – 24 Giugno)
Cronaca / L'allarme di Gimbe: "Numero di tamponi crollato, così si perde il tracciamento delle varianti"
Cronaca / Camilla Canepa, al pronto soccorso Tac senza contrasto ma Aifa indicava un’altra procedura
Cronaca / Stop al coprifuoco da lunedì, tutta Italia in zona bianca tranne la Valle D’Aosta: cosa cambia
Cronaca / Tragedia a Ferrara, bambino di un anno trovato morto in casa. Madre con tagli alle braccia
Cronaca / AstraZeneca, l’assessore D’Amato: “Nel Lazio il 10% di persone rifiuta il mix di vaccini”
Cronaca / Senza mascherina all'aperto dal 15 luglio: l'ipotesi del governo