Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:17
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Covid, oggi il nuovo decreto: ipotesi obbligo vaccinale per gli over 60 e ricorso limitato allo smart working

Immagine di copertina
Credit: ANSA/TINO ROMANO

Covid, oggi il nuovo decreto: ipotesi obbligo vaccinale per gli over 60 e ricorso limitato allo smart working

Il governo continua a lavorare al nuovo decreto che sarà discusso nel consiglio dei ministri di oggi, con altre misure per convincere almeno una parte dei 5,5 milioni che ancora non hanno ricevuto il vaccino anti-Covid. Secondo quanto riporta La Repubblica, attualmente prevale l’ipotesi di imporre un obbligo vaccinale solo a chi ha più di 60 anni, la fascia d’età più esposta al rischio di contrarre forme gravi di Covid-19.

La proposta, inserita nella bozza del decreto, sembrerebbe avere più possibilità rispetto a quella discussa negli scorsi giorni di limitare l’accesso ai posti di lavoro solo a chi è vaccinato o guarito da Covid-19, con l’allargamento dell’obbligo del green pass “rafforzato” a tutti i lavoratori, a cui si sono opposti Movimento 5 Stelle e Lega.

Nel caso dell’obbligo vaccinale per gli over 60, a cui è invece contraria Forza Italia, rimane da risolvere il nodo delle sanzioni, che andrebbero a colpire soprattutto i pensionati. Un problema che non si pone per l’estensione dell’obbligo del green pass “rafforzato”, in cui potrebbe essere prevista la sospensione dello stipendio e la sostituzione dei dipendenti, ma non il licenziamento, nelle aziende con meno di 15 dipendenti, come nel caso dell’obbligo di green pass “base” (rilasciato anche a chi risulta negativo al tampone), esteso a tutti i lavoratori lo scorso 15 ottobre.

Un’altra possibilità è quella di imporre l’obbligo solo ad alcune categorie di lavoratori, come quelli a contatto con il pubblico.

Tra le altre misure che saranno discusse oggi, il governo potrebbe chiedere di aumentare il ricorso allo “smart working”, per bilanciare la riapertura delle scuole e il conseguente aumento della circolazione.

L’idea è stata affrontata ieri durante un incontro tra Mario Draghi e il ministro della Pubblica amministrazione Renato Brunetta, che nelle scorse settimane ha ribadito a più riprese la sua contrarietà a un ricorso massiccio al lavoro da remoto. Per i lavoratori del settore pubblico, il ritorno allo smart working sarebbe infatti limitato a quanto previsto dalle regole esistenti, che consentono di far lavorare a distanza fino al 49 percento dei dipendenti. Per i lavoratori privati invece, il governo potrebbe chiedere di consentire lo “smart working” fino al 100 percento dei dipendenti.

Il governo potrebbe anche decidere di introdurre nuove regole per gli impianti sportivi all’aperto e al chiuso, dopo la decisione della scorsa settimana di ridurre la capienza al 50 percento per gli stadi e al 35 percento per i palazzetti. Al vaglio l’ipotesi di ridurre ancora la capienza, tenere le gare a porte chiuse o addirittura fermare temporaneamente le competizioni.

Oltre alla riduzione delle capienze, mercoledì scorso il governo aveva già deciso, a partire dal 10 gennaio, l’estensione del green pass “rafforzato” anche per treni, aerei e per il trasporto pubblico e la riduzione della durata della quarantena per i contatti stretti vaccinati.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Mi si stringe il cuore al pensiero di mio figlio che pulisce il giacchetto dagli sputi”: parla il padre del bambino insultato perché ebreo
Cronaca / Papa Francesco: “I genitori non condannino i figli gay”
Cronaca / Cagliari, 30enne disoccupato cerca di farsi vaccinare al posto di un no vax in cambio di una cena
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “Mi si stringe il cuore al pensiero di mio figlio che pulisce il giacchetto dagli sputi”: parla il padre del bambino insultato perché ebreo
Cronaca / Papa Francesco: “I genitori non condannino i figli gay”
Cronaca / Cagliari, 30enne disoccupato cerca di farsi vaccinare al posto di un no vax in cambio di una cena
Cronaca / Sileri al no vax: “Vi renderemo la vita impossibile”. Bufera social sul sottosegretario | VIDEO
Cronaca / Napoli, vuole il gelato ma non ha il green pass: anziano estrae pistola e la punta contro il vigilante
Cronaca / Scuola, le Regioni chiedono al governo di mandare in classe i positivi asintomatici
Cronaca / Covid, oggi 186.740 casi e 468 morti: mai così tanti dal 14 aprile 2021
Cronaca / I Savoia rivogliono i gioielli della corona custoditi dalla Banca d’Italia: “Appartengono a noi”
Cronaca / Milano, violenze in piazza Duomo: tre indagati. Dicevano: “Quella dalla a me”
Cronaca / Torino, bambino di 10 anni muore per Covid: “Non si era potuto vaccinare per un problema di salute”