Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Scuola: consegnati 350 banchi monoposto ad Alzano, Nembro e Codogno, tre città simbolo dell’epidemia di Coronavirus in Italia

Immagine di copertina

Coronavirus, scuola: consegnati 350 banchi ad Alzano, Nembro e Codogno

Nella mattinata di venerdì 28 agosto sono stati consegnati in tre città simbolo dell’epidemia di Coronavirus in Itala, Alzano, Nembro e Codogno, i primi 350 nuovi banchi monoposto destinati alla ripartenza della scuola. Ad effettuare la consegna i militari dell’esercito italiano, che dapprima hanno scaricato 237 banchi inviati dal Governo per la scuola primaria e le medie di Nembro. Si tratta di banchi normali e non a rotelle che permetteranno comunque il distanziamento. “È un gesto di vicinanza ai nostri comuni colpiti dal Covid. Non ci resta che iniziare con la didattica, per un anno scolastico sicuramente diverso” ha dichiarato il vicesindaco di Nembro Massimo Pulcini.

Ad Alzano, invece, sono stati destinati 100 banchi di tipo tradizionale. Numero e tipologia di banchi in questo caso sono stati richiesti dalla dirigenza scolastica dell’istituto comprensivo Montalcini, che ha il compito di organizzare le strutture scolastiche secondo i protocolli ministeriali. A Codogno, dove l’epidemia di Coronavirus ha avuto ufficialmente inizio, i banchi sono stati consegnati alle due scuole primarie San Biagio e Anna Vertua Gentile. “Quella arrivata oggi è una prima fornitura – ha sottolineato la vice-dirigente scolastico Orestina Illari – abbiamo deciso di ordinarli per andare a migliorare e rendere sicura la classe. Riaprire le scuole è necessario”.

Leggi anche: 1. “Scuola in alto mare, noi insegnanti chiediamo di rimandare la riapertura”: le testimonianze a TPI / 2. La rivolta dei prof e delle Regioni: la scuola tormenta il governo / 3. Perché la scuola rischia di aprire e chiudere subito dopo

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 3.882 casi e 39 morti: tasso di positività allo 0,8%
Cronaca / Camilla è “morta per reazioni al vaccino AstraZeneca”, le conclusioni del medico legale
Cronaca / “Criminale senza scrupoli”: la garante dei detenuti di Ivrea paragona Draghi a Cesare Battisti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 3.882 casi e 39 morti: tasso di positività allo 0,8%
Cronaca / Camilla è “morta per reazioni al vaccino AstraZeneca”, le conclusioni del medico legale
Cronaca / “Criminale senza scrupoli”: la garante dei detenuti di Ivrea paragona Draghi a Cesare Battisti
Cronaca / Green pass per lavorare: perché in Italia si e all’estero no
Cronaca / Processo Ruby ter, Berlusconi assolto a Siena
Cronaca / Covid, oggi 3.794 casi e 36 morti: tasso di positività allo 0,7%
Cronaca / È arrivato il numero 6 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Proteste no green pass: annullato corteo a Trieste, erano attese 20mila persone
Cronaca / Brescia, 49enne uccide a martellate in strada la ex fidanzata. Poi chiama i Carabinieri
Cronaca / Tragedia sul lavoro a Bologna: operaio di 22 anni muore schiacciato da un camion