Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:59
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus, mascherine e distanziamento sociale: la vita dopo il lockdown

Immagine di copertina
Credit: Ansa

Si inizia a pensare al post epidemia, ma la ripresa sarà lenta e graduale

Coronavirus, mascherine e distanziamento sociale: la vita dopo il lockdown

Mascherine nei luoghi pubblici e rispetto delle norme di distanziamento sociale: ecco come sarà la vita dopo il lockdown una volta terminata l’epidemia di Coronavirus in Italia. La strada per un graduale ritorno alla normalità è ancora lunga, ma il governo già incomincia a pensare al post serrata. Sicuramente, come già preannunciato già dal ministro della Salute Roberto Speranza, le misure restrittive verranno prolungate almeno fino a Pasqua. Dopodiché se i numeri confermeranno che l’epidemia di Covid-19 è vicina al termine, inizieranno a riaprire le prime attività imprenditoriali collegate alla filiera alimentare e farmaceutica finora non comprese tra i servizi essenziali.

Bisognerà attendere almeno fine aprile, invece, per la riapertura delle altre attività. Di certo, tutti quei luoghi dove è maggiore l’affollamento, dai ristoranti ai bar sino alle discoteche e alle sale convegni, sono, al momento, inserite in fondo alla lista. Una volta che sarà terminata l’emergenza, infatti, non si tornerà automaticamente alla normalità. Tutti dovranno indossare le mascherine nei luoghi pubblici e le norme di distanziamento sociale dovranno essere rispettate ancora a lungo, motivo per cui tutte le attività che riapriranno dovranno essere in grado di far rispettare la distanza di almeno 1 metro tra i clienti, oltre a garantire una purezza e sanificazione degli ambienti.

Negozi, palestre, discoteche: il possibile calendario della riapertura

E tutti quei locali che non potranno, per motivi logistici, far rispettare la distanza di almeno 1 metro che fine faranno? È il vero punto interrogativo al momento. Non tutti i bar o i ristoranti, infatti, hanno spazi in grado di poter garantire la sicurezza delle persone per non parlare di locali quali parrucchieri, palestre o centri estetici, luoghi dove il contatto fisico è pressoché obbligatorio. Per queste attività il lockdown potrebbe continuare a lungo, addirittura fino a fine maggio. Troppo alto, infatti, il pericolo di una nuova ondata di casi. “Il pericolo – rivelano gli scienziati al Corriere della Sera – è una nuova trasmissione del virus all’interno delle famiglie e ciò crei una nuova, grave emergenza. La ripresa deve essere lenta, graduale e tale da escludere che i ‘positivi’ vadano in giro”.

Leggi anche: 1. Le ultime notizie sull’epidemia di Coronavirus in Italia / 2. Aversa, guarito da Coronavirus “paziente 1” viene insultato in un alimentari: “Scene di isteria ingiustificata”

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 83.403 casi e 287 morti: tasso di positività al 15,4%
Cronaca / Cani Violenti, un podcast di Piano P che racconta risse, pestaggi, incontri clandestini e lo spazio della ferocia nella provincia italiana
Roma / Transfer Service Rome: soluzione Top Class per spostamenti nella Capitale
Cronaca / È morta l’ultima figlia (illegittima) di Mussolini: chi era Elena Curti
Cronaca / Covid, intera famiglia stroncata dal virus: non erano vaccinati
Cronaca / No vax pentito scrive un libro: “Ho creduto di morire, spero di convincere i dubbiosi”
Cronaca / Fabio Fazio contro i no vax: “Disinformazione riempie ospedali, non si può dare spazio”
Cronaca / Bassetti: “Tutti prenderanno la variante Omicron entro l’inizio dell’estate”
Cronaca / Melandri scaricato da uno sponsor dopo le dichiarazioni sul Covid: “Prendiamo le distanze”
Cronaca / La previsione del capo di Pfizer: “L’attuale ondata di Covid-19 sarà l’ultima con le restrizioni”