Covid ultime 24h
casi +19.143
deceduti +91
tamponi +182.032
terapie intensive +57

Coronavirus, nelle farmacie c’è il tutto esaurito per mascherine e Amuchina gel

La psicosi per l'epidemia ha portato ad un acquisto di massa

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 23 Feb. 2020 alle 08:17
124
Immagine di copertina
Farmacia Credits: Ansa

Mascherine e Amuchina gel contro il Coronavirus

La corsa per fare incetta di mascherine e Amuchina gel nelle farmacie non si ferma, dopo l’emergenza Coronavirus in Italia: le segnalazioni di ieri in molte città italiane, i 76 casi confermati di infezione e la dichiarazione di stato d’emergenza sanitaria hanno alimentato la corsa agli acquisti e in alcuni casi si segnala l’esaurimento scorte.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS

L’emergenza Coronavirus in Italia, che ha registrato 76 nuovi contagi nel giro di due giorni, ha spinto gli italiani ad accumulare scorte di medicinali e mascherine. Ne sono una testimonianza i cartelli affissi su quasi tutte le vetrine delle farmacie di Milano che avvisano che all’interno sono termine le confezione del noto disinfettante Amuchina e le mascherine.

Secondo l’Adnkronos il boom della ricerca di mascherine a Milano è avvenuto nelle ultime ore: in molte farmacie sono finite e quelle che si trovano sono vendute a prezzi esorbitanti.

Psicosi e vendite

“Le vendiamo a pacchi anche da 50 o 100 – sostengono i gestori delle farmacie – Le acquistano soprattutto cinesi e supponiamo che possano mandarli anche in Cina. Ormai qui tanta gente ha iniziato a girare con la mascherina sul viso. Da quando i media hanno iniziato parlare tanto di questo virus si è creata una sorta di psicosi”.

E di psicosi parlano anche i medici e alcuni sindaci delle principali città. Psicosi che ha portato a scrivere cartelli all’entrata di locali pubblici che vietano l’ingresso a persone di nazionalità cinese. Psicosi che ha fatto lievitare i prezzi delle mascherine: la Codacons denuncia che sul web è possibile trovare mascherine in vendita a prezzi più alti del normale e fino a 0,50 euro l’una, con un ricarico del +400% rispetto ai listini in vigore prima dell’emergenza sanitaria.

Boom dei prezzi per mascherine e Amuchina gel

Un’alternativa alle vendite in farmacia è rappresentata da quelle che si possono effettuare online. Ma anche qui le sorprese non mancano. Gli italiani hanno fatto incetta di scorte anche su questo canale.

Non solo per le mascherine. Se si prova a ricercare la nota confezione tascabile di Amuchina da 80 grammi sul portale Amazon si può notare che i prezzi sono lievitati da 4-5 euro a confezione per sfiorare i 100 euro per un carnet da 4 pezzi.

Il panico non contrasta le infezioni

Ma la psicosi non può fermare il Coronavirus. La Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani raccomanda invece di seguire il decalogo pubblicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità:

– Lavarsi di frequente le mani con le soluzioni igienizzanti a base di alcol o con acqua e sapone
– Coprirsi il naso e la bocca con un fazzolettino quando si tossisce o si stranutisce, gettare il fazzolettino e lavarsi le mani
– Evitare contatti ravvicinati con persone che presentino febbre e tosse
– Rivolgersi tempestivamente al medico in caso di febbre e tosse, facendogli anche presente se di recente si sono compiuti viaggi all’estero
– Evitare di consumare alimenti di origine animale crudi o solo parzialmente cotti. Maneggiare i cibi crudi di origine animale in modo da evitare che possano contaminare altri alimenti crudi (verdure, frutta)

Leggi anche:

TPI REPORTAGE da Codogno, il paese fantasma con l’incubo del contagio da Coronavirus (di Giulio Cavalli)

Ecco due cose che abbiamo capito del virus: parla Italiano e viaggia in business Class, non si annida in Africa ma nel profondo nord (di Luca Telese)

Coronavirus in Italia, Burioni a TPI: “Chi è tornato dalla Cina senza sintomi doveva essere isolato. Ora niente panico: quarantena per tutti i possibili infetti”

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: segui tutti gli aggiornamenti in diretta su TPI

124
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.