Coronavirus:
positivi 50.966
deceduti 33.072
guariti 147.101

Italiano contagiato dal Coronavirus in Lombardia, la diretta live della conferenza stampa: “3 casi confermati, altri 3 considerati probabili”

Tutti gli aggiornamenti sul secondo connazionale infetto dal Covid-19

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 21 Feb. 2020 alle 12:39 Aggiornato il 21 Feb. 2020 alle 13:29
212

Italiano contagiato dal Coronavirus in Lombardia: le ultime notizie

ITALIANO CONTAGIATO IN LOMBARDIA: LE ULTIME NOTIZIE – Sarebbero 6 i casi di Coronavirus registrati in Lombardia: la notizia è emersa nel corso della conferenza stampa che si è tenuta nella sede della regione Lombardia.

Oltre ai 3 casi già accertati, infatti, altre 3 persone sarebbero risultate positive al test. Per la conferma ufficiale, tuttavia, si aspettano i risultati definitivi dell’Istituto Superiore di Sanità.

Coronavirus, nuovo caso accertato in Italia: è un italiano di 38 anni attualmente ricoverato in gravi condizioni in un ospedale della Lombardia

Italiano contagiato dal Coronavirus la conferenza stampa

Alla conferenza stampa hanno preso parte, tra gli altri, il presidente della regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore del Welfare Giulio Gallera. Questi, hanno confermato la positività del 38enne, che si trova ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Codogno, della moglie di quest’ultimo e di un amico dell’uomo.

Altri 3 casi considerati probabili si sono presentati spontaneamente in ospedale con la polmonite. I primi test hanno dato esito positivo, ma si attendono i risultati definitivi per la conferma.

Durante la conferenza stampa, inoltre, è emerso che il cosiddetto paziente 0, che avrebbe infettato il 38enne, è risultato negativo al Coronavirus. Quindi, potrebbe non essere stato l’uomo a infettare il giovane oppure è risultato negativo semplicemente perché guarito dall’infezione.

Intanto, 250 persone sono attualmente in isolamento e verranno sottoposti ai test nelle prossime ore.

Di seguito tutti gli aggiornamenti forniti durante la conferenza stampa:

Ore 13,16 – “Non abbiamo certezze sul paziente zero” – Al momento non è certo che il paziente zero sia il manager rientrato dalla Cina il 21 gennaio scorso che ha cenato con il 38enne affetto da Coronavirus nei primi di febbraio. I test sull’uomo, infatti, sono risultati negativi. Ma l’uomo potrebbe anche essere guarito dal Coronavirus

Ore 13,10 – “Allertati i reparti di malattie infettive della regione Lombardia” – Tutti i reparti di malattie infettive della regione Lombardia sono stati allertati e pronti a ogni evenienza.

Ore 13,05 – “250 persone in isolamento” – Sono circa 250 le persone attualmente in isolamento a cui verrà effettuato il test del Covid-19.

Ore 13,00 – “I casi sospetti si sono presentati in ospedale” – Le tre persone probabilmente affette da Coronavirus si sono presentate in ospedale con la polmonite.

Ore 12,56 – “Il paziente zero è arrivato in Italia il 21 gennaio” – Il cosiddetto paziente zero, ovvero il manager che avrebbe contagiato il 38enne è tornato dalla Cina il 21 gennaio: lo ha dichiarato l’assessore Gallera.

Ore 12,50 – Altre 3 persone potrebbero aver contratto il Coronavirus: salgono a 6 i sospetti contagi – Altre 3 persone potrebbero essere positive al Coronavirus. È quanto emerso nel corso della conferenza stampa nella sede della Regione Lombardia. Per la conferma si attendono i risultati definitivi dei test dell’Istituto Superiore di Sanità, ma le autorità considerano il contagio altamente probabile.

Ore 12,50 – Le parole del presidente Fontana – “Le misure che assumiamo non devono essere viste come qualcosa di drammatico e preoccupante. Servono ad evitare la diffusione del contagio. In altre parti del mondo e anche in Cina si è dimostrato che questo sistema serve a contrastare l’epidemia”: sono le parole del presidente della regione Lombardia Attilio Fontana.

Ore 12,44 – “Primi sintomi accusati il 15 febbraio” – “Il 38enne affetto da Coronavirus ha accusato i primi sintomi il 15 febbraio”: è quanto dichiarato dall’assessore della regione Lombardia Giulio Gallera.

Ore 12,43 – “Terzo positivo compagno di sport dell’uomo” – Secondo quanto riferito dall’assessore Gallera, il terzo uomo risultato positivo al Covid-19 è un compagno di sport del 38enne attualmente ricoverato all’ospedale di Codogno. L’uomo è ricoverato all’ospedale Sacco di Milano dove si trova anche la moglie dell’uomo infetto dal Coronavirus.

Ore 12,42 – “Positive le condizioni della moglie” – “La moglie del 38enne è risultata affetta da Coronavirus, ma le sue condizioni al momento sono positive”.

Ore 12,41 – Le dichiarazioni dell’assessore al Welfare della regione Lombardia – “Alle 21 di venerdì 21 febbraio, un cittadino italiano di 38 anni è risultato positivo al Coronavirus. La sua situazione è degenerata velocemente. Secondo quanto raccontato dalla moglie, l’uomo ha avuto più incontri nei primi di febbraio con uomo che era stato precedentemente in Cina”: sono le dichiarazioni dell’assessore Giulio Gallera.

Ore 12,40 – Iniziata la conferenza stampa

Coronavirus in Italia: cosa sappiamo finora sul 38enne contagiato in Lombardia

L’uomo che ha contratto il Covid-19 è un 38enne di cui non sono state diffuse le generalità. Secondo le prime informazioni, il 38enne si sarebbe recato nella giornata di giovedì 20 febbraio nell’ospedale di Codogno, in provincia di Lodi, accusando forti problemi respiratori.

La cena con i colleghi tornati dalla Cina, i problemi respiratori, la diagnosi: cosa sappiamo finora dell’italiano contagiato dal Coronavirus

Qui, è stato sottoposto a tutti i test del caso, che hanno accertato l’infezione da Covid-19.

Ricoverato nel reparto di terapia intensiva, le sue condizioni sono giudicate “gravi”, mentre la prognosi è riservata.

A quanto si apprende, l’uomo non è stato in Cina di recente e potrebbe aver contratto il virus in seguito a una cena con alcuni colleghi, che erano appena rientrati dalla Cina.

Coronavirus, ultime notizie: 2236 morti e oltre 70mila persone infette

L’incontro si sarebbe tenuto a fine gennaio: questo potrebbe significare che il periodo di incubazione del Coronavirus, finora stimato in una massimo di 14 giorni, potrebbe anche essere più lungo.

La priorità assoluta, ora, è quella di rintracciare non solo i colleghi dell’uomo, ma anche tutte le persone che sono state a contatto con il 38enne per verificare che non siano state contagiate dal Covid-19.

Quello registrato in Lombardia è il quarto caso di Coronavirus accertato in Italia, il secondo riguardante un nostro connazionale.

Coronavirus: disinfestazione di massa a Wuhan

Leggi anche:

Covid-19, i passeggeri che fanno scalo a Fiumicino non vengono controllati. Ministero: “Non c’è bisogno”

Il Coronavirus è la madre di tutte le fake news perché fa leva sulle nostre paure (di V. Petrini)

Coronavirus in Italia, psicosi razzista: “Alla larga dai cinesi!” (di G. Gambino)

Virus Cina: tutto quello che c’è da sapere sul virus cinese ed evitare la psicosi

Virus Cina | Esclusivo TPI, video dalla Cina: mascherine usate vendute clandestinamente

212
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.