Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:48
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Coronavirus in Italia, Conte: “Niente e nessuno potrà separare i nostri cuori, uniti ce la faremo”. Il bollettino di oggi: 1.441 morti, 17.750 contagi, 21.157 casi (e 1.966 guariti)

Le ultime notizie dell'epidemia di Covid-19 in Italia

Coronavirus in Italia: le ultime notizie di oggi

CORONAVIRUS ITALIA ULTIME NOTIZIE –Continua la quarantena dell’Italia per fronteggiare un’emergenza Coronavirus che fa sempre più paura: secondo il bollettino della Protezione civile di ieri sera, nel nostro Paese ci sono 17.750 persone attualmente positive, a fronte di 1.966 guariti e 1.441  deceduti. Qui tutte le ultime notizie sulla pandemia di Covid-19 dal mondo. Di seguito, invece, tutte le ultime notizie sul Coronavirus in Italia, aggiornate in tempo reale.

ore 20.20 – Coronavirus: Palazzo Chigi, i fuori sede non si spostino – “Gli spostamenti all’interno delle nostre città, strade e piazze vanno limitati ai soli motivi essenziali, alle sole esigenze realmente indifferibili, ovvero per andare a lavoro, per ragioni di salute o situazioni di necessità. Queste le indicazioni dei provvedimenti adottati dal Governo, consultabili sul sito istituzionale. È il momento della responsabilità di tutti. Non si possono bloccare tutti i trasporti, altrimenti non si riuscirebbero a garantire i servizi essenziali e ad evitare che il Paese si fermi totalmente. Per questo va fatto uno sforzo in più da parte di tutti. Anche da parte di chi lavora o studia in un’altra regione diversa dal luogo dove ha la propria famiglia o la residenza: non si sposti. Se si vuole davvero bene ai propri cari, e per il bene di tutti, vanno evitati questi viaggi. Proprio al fine di contrastare e contenere l’emergenza sanitaria da coronavirus, e nell’ambito degli interventi volti alla riduzione dei treni ordinari a lunga percorrenza, il Ministero dei Trasporti ha disposto da questa sera il blocco dei treni notturni”. Lo sottolineano fonti di palazzo Chigi.

ore 19.45 – Coronavirus, Gallera: “Punto di non ritorno vicino per le terapie intensive” – “Abbiamo pochissimi posti liberi nelle terapie intensive, ormai siamo nell’ordine di 15 o 20 a disposizione … Tra poco arriviamo a un punto di non ritorno”. Leggi la notizia completa 

ore 19.30 – Bertolaso consulente personale di Fontana, guadagnerà 1 euro simbolico – La Regione Lombardia ha annunciato che l’ex capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, sarà il “consulente personale” del governatore Attilio Fontana, per la realizzazione del progetto di un ospedale dedicato ai pazienti Covid presso le strutture messe a disposizione della Fondazione Fiera di Milano al Portello. “Fontana riceverà un compenso simbolico pari ad un euro”.

ore 19.20 – Coronavirus, contagio dipendente della Presidenza del Consiglio dei Ministri – “Con riferimento all’avvenuto contagio da COVID-19 di un dipendente della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Amministrazione evidenzia che sono state adottate e sono tuttora in corso tutte le misure di prevenzione e contrasto alla diffusione del virus previste dalla vigente disciplina emergenziale, validate dal Dipartimento di prevenzione sanitaria della competente ASL di riferimento. In particolar modo sono stati effettuati e sono tuttora in corso interventi di sanificazione più approfonditi e diffusi di quanto previsto dalle recenti circolari del Ministero della salute presso i locali della sede di via della Mercede n. 96. Tali interventi consentiranno nei prossimi giorni la ripresa in totale sicurezza delle attività indifferibili di supporto alla continuità dell’azione del Governo, in questo momento cosi delicato per il Paese”. Così una nota della Presidenza del Consiglio

ore 19.00 – Coronavirus, Conte, inno da case rincuora, uniti ce la faremo “‘O mia bela Madunina’, ‘Napul’è’, ‘Roma Capoccia’, ‘Ciuri Ciuri’. Da Nord a Sud, dalla Sardegna alla Sicilia, da qualche giorno in tanti si affacciano alla finestra o al balcone per cantare l’orgoglio della propria città, della propria terra. E su tutto risuona l’Inno di Mameli, il canto dell’Italia intera. Da abitazione a ufficio, da palazzo a quartiere, ogni giorno si leva questo ideale abbraccio collettivo ….” Continua a leggere il post del Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

ore 18.30 – Coronavirus, domani Cdm – Il governo si prepara a varare domani il decreto legge con le misure anti Coronavirus, finanziato con circa metà dello scostamento di bilancio da 25 miliardi approvato all’unanimità dal Parlamento e su cui l’Italia ha incassato il via libera dell’Unione europea. Alcuni ministri hanno ipotizzato in queste ore l’ipotesi di due decreti legge: uno con le misure sanitarie, l’altro con le misure economiche. Ma resta il problema del sovraffollamento di decreti legge in Parlamento, che per di più sta lavorando a ritmo ridottissimo. Con l’emergenza coronavirus il Governo ha già varato un primo decreto legge (il numero 6/20) il 23 febbraio, già convertito il 5 marzo. Un secondo decreto legge con sospensione di termini (il numero 9/20) è stato pubblicato il 2 marzo. Un terzo decreto legge sulle restrizioni delle attività dei tribunali (il numero 11/20) è stato pubblicato l’8 marzo. Un quarto decreto legge con le misure per lo svolgimento delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026 (il numero 16/20) è stato pubblicato ieri. Quello di domani sarà il quinto decreto legge approvato durante la crisi coronavirus e c’è il rischio che i lavori parlamentari a scartamento ridotto si ingolfino. Quale percorso adotterà il Governo in sede parlamentare? Verrà creato un maxiemendamento nel quale far confluire in un’unica soluzione tutti i decreti legge sul coronavirus? Domani in Cdm è possibile che Conte, D’Incà e gli altri ministri ragionino su questo problema. Il Governo sentirà in queste ore anche i leader di maggioranza e di opposizione, le regioni, i Comitati per il ‘Sì’ e per il ‘No’ sul delicato tema del rinvio del referendum sul taglio dei parlamentari (previsto ab initio il 29 marzo), delle elezioni regionali e comunali, previste per la prossima primavera.

ore 18.05  – “Servono 90 milioni di mascherine” – “Il fabbisogno mensile è di circa 90 milioni di mascherine, noi abbiamo fatto contratti per oltre 55 milioni, al momento consegnate più di 5 milioni. In tutto il mondo si sta realizzando una chiusura delle frontiere dei paesi produttori per l’esportazione. Il lavoro che stiamo facendo noi e le Regioni è faticoso, è un problema non solo italiano ma internazionale”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza Angelo Borrelli nel punto stampa in Protezione Civile.

ore 18.00 – Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi: 1.441 morti, 17.750 contagi, 21.157 casi. Guariti 1.966 – Sta parlando il capo della Protezione Civile: emergenza mai vista, non facciamo polemiche, i decessi totali in Italia ad oggi sabato 14 marzo sono 1.441 (+175 in più rispetto a ieri), i contagiati sono 17.750 (+2.795 in più rispetto a ieri) e 21.157 casi; i guariti sono 1.966 (+527 in più rispetto a ieri).

ore 17.50Sardegna, chiusi porti e aeroporti. Accordo Governo-parti sociali sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (leggi qui i dettagli). Il ministro Speranza ha fatto il testo, negativo.

ore 17.40 – Coronavirus, Sardegna: chiusi porti e aeroporti. Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha disposto la sospensione dei collegamenti e dei trasporti ordinari da e per la Sardegna. Il trasferimento dall’isola è possibile solo se autorizzato dal presidente della Regione, per comprovate e improrogabili esigenze. Questo vale sia per le navi che per i voli. È consentito solo il “trasporto marittimo delle merci sulle navi previste in convenzione”. Si attendono maggiori aggiornamenti dalla Regione Sardegna.

ore 17,15 Coronavirus: Regno Unito, raddoppiati morti: cresce protesta Con il numero dei morti per il coronavirus quasi raddoppiato nelle ultime 24 ore, anche il Regno Unito si avvia verso il divieto degli eventi di massa – sportivi e musicali – ma le scuole resteranno aperte. Subissato dalle critiche e messo sotto pressione dall’opinione pubblica, il premier britannico Boris Johnson è spinto a rivedere in parte la sua strategia iniziale per ritardare il più possibile la diffusione dell’epidemia sull’isola. Al momento si contano 1.140 casi e 21 morti (leggi la notizia completa)

ore 13.55 –  Viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri è positivo al test – “Alcuni giorni fa ho avuto un contatto con un sospetto positivo. Appena mi sono accorto di avere dei sintomi mi sono isolato ed ho iniziato a lavorare a pieno ritmo da remoto. Test positivo”. Lo annuncia su Facebook il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri. “Ho seguito da subito – spiega – tutti i protocolli come indicato dal Ministero della Salute. Mia moglie ed il piccolo stanno ancora bene, e seppur nella stessa casa, abbiamo diviso gli ambienti. Io e mia moglie siamo tornati a telefonarci come all’inizio della nostra storia! e ci facciamo forza insieme. Inoltre ho attenzionato tutti miei collaboratori e le persone con cui sono venuto in contatto, sempre come da protocolli sanitari. Tutti stanno bene. Riflettevo che in questi mesi da quando è iniziata questa guerra concentrato come ero; non ho avuto il tempo di vedere cosa accadeva intorno a me inclusa la mutevole natura. Vedrò dalla finestra sbocciare il glicine per l’imminente primavera. Il mio impegno non viene assolutamente meno e continuo a lavorare da qui duramente e senza sosta. Ancora una volta voglio ringraziare il Sistema Sanitario Nazionale, medici e infermieri che stanno dando orgoglio al nostro Paese. Grazie ad ogni cittadino. C’è una sola possibilità: essere responsabili, coraggiosi e solidali e ce la faremo tutti insieme”.

ore 12.54 – Anna Ascani, viceministro dell’Istruzione, positiva al Coronavirus – La viceministra dell’Istruzione Anna Ascani (PD) è positiva al Coronavirus. Lo ha scritto lei stessa su Facebook: “Come sapete da Sabato pomeriggio sono in isolamento domiciliare. Purtroppo, qualche ora fa, si sono manifestati i primi sintomi riconducibili al #CoronaVirus. Per questo motivo ho effettuato il tampone che è risultato positivo. Questo dimostra quanto sia fondamentale rispettare le indicazioni sanitarie: se fossi uscita, avrei incontrato molte più persone. Restando a casa, ho certamente evitato possibili contagi. Io sto bene: ho qualche linea di febbre e un po’ di tosse. Ci tengo a ringraziare, ancora una volta, il personale medico che sta lavorando assiduamente, con turni senza sosta, prendendosi cura di noi. Insieme ce la faremo, vinceremo questa battaglia, mettendocela tutta. Ne sono sicura, #andràtuttobene”.

ore 12.44 – Medici cinesi a Roma: “Bene le misure prese dall’Italia” –  “Le misure prese dal governo italiano per contrastare la diffusione del Coronavirus vanno bene, sono in linea con quelle standard adottate in questi casi”. Lo hanno detto i medici cinesi che questa mattina hanno fatto una visita allo Spallanzani.

ore 10.50 – Virologa dello Spallanzani: “Numeri delle regioni epicentro possibili anche altrove” – “Potremmo raggiungere anche in altre zone gli stessi, attuali numeri di Lombardia, Veneto ed Emilia- Romagna in proporzione agli abitanti”: lo afferma la direttrice della Virologia dell’Istituto Spallanzani di Roma, Maria Rosaria Capobianchi, in un’intervista al Corriere della Sera. “La crescita dei casi sta rallentando nelle regioni dove l’epidemia è cominciata, altrove invece c’è un aumento sostenuto”, ha osservato la virologa, sottolineando come sia importante che funzionino le misure per il contenimento dei contagi “messe in campo nel resto d’Italia quando ancora c’era tempo per agire”.

ore 10.15 – Altri due calciatori della Fiorentina positivi al Coronavirus – Dopo Vlahovic, altri due calciatori della Fiorentina sono risultati positivi al Coronavirus. Si tratta di Patrick Cutrone e di German Pezzella. Il comunicato della società: “ACF Fiorentina comunica che, a seguito alla positività al Coronavirus-COVID-19 di Dusan Vlahovic, in presenza di alcuni sintomi sono stati sottoposti a tampone, con esito positivo, i calciatori Patrick Cutrone e German Pezzella e il fisioterapista Stefano Dainelli. Sono tutti in buone condizioni di salute nei loro domicili a Firenze”.

08.40 – Accordo Governo-parti sociali su sicurezza nei luoghi di lavoro – Dopo una trattativa durata l’intera notte, Governo e parti sociali hanno firmato l’accordo sul “protocollo di autoregolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento del Coronavirus nei luoghi di lavoro”. Le fabbriche che ne necessitano chiuderanno per alcuni giorni in attesa di attuare a pieno il protocollo. Il governo ha anche garantito gli ammortizzatori sociali per tutti. Alle 11 il segretario generale della Cgil Landini terrà una conferenza stampa via Facebook.

“È un risultato – si legge in una nota di Cgil, Cisl e Uil – molto importante in una fase che impone a tutti massima responsabilità nel garantire, prima di ogni altra cosa, la sicurezza e la salute dei lavoratori e delle lavoratrici. La salute di chi lavora è per noi un’assoluta priorità che deve precedere qualunque altra considerazione economica o produttiva”.

ore 08.05 – Rezza: “Assurdo puntare a immunità gregge come vuole fare il Regno Unito” –  Per il direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, Giovanni Rezza, puntare all’immunità di gregge per arginare il coronavirus come si vorrebbe fare in Gran Bretagna è “una cosa assurda”. “Mi pare veramente ridicola l’affermazione dell’esperto del governo britannico”, ha detto Rezza intervenendo su Rai Radio2 al programma “I Lunatici”, “io ero già critico verso gli altri Paesi europei per i ritardi con cui si stanno muovendo, questa ultima uscita mi pare veramente incredibile”.

“E’ chiaro”, ha sottolineato Rezza, “se lasciassimo il virus scorrazzare liberamente nel giro di sei mesi avremmo la metà della popolazione infettata e lasceremmo sul campo morti e feriti. Questo è un virus che corre molto velocemente, lo vediamo in Lombardia, una delle sanità più efficienti del mondo messa a dura prova”. “Anche se la letalità di questa infezione non è elevatissima, il fatto che possano verificarsi molti casi in poco tempo tende a sovraccaricare gli ospedali e i reparti ipercritici”, ha ricordato Rezza, “si rischia di non garantire la migliore assistenza possibile a persone che hanno il coronavirus ma anche altre malattie”.

Ore 07.00 – In arrivo il decreto anti-crisi. Le misure previste – Dovrebbe arrivare nel weekend, forse già oggi, il maxi-decreto del governo che prevede interventi da 25 miliardi per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. La bozza, che equipara la quarantena alla malattia, prevede anche aiuti economici per le famiglie, i disoccupati, gli autonomi, e agevolazioni fiscali.  Tra le misure previste, la sospensione dei versamenti Iva, delle ritenute Irpef e dei contributi Inps per chi fattura al di sotto di 400 mila euro nel campo dei servizi e 700 mila nel campo della cessione dei beni. Per quanto riguarda le famiglie, sale fino a 15 giorni aggiuntivi il congedo parentale, in alternativa il voucher 600 euro attraverso la formula del libretto famiglia.

Tra i 4 e i 5 miliardi dovrebbero essere stanziati per gli ammortizzatori sociali. I lavoratori autonomi vedranno sospesa la rata di maggio dei contributi previdenziali e l’attivazione delle casse previdenziali di appartenenza per artigiani e altre categorie. Per i lavoratori dipendenti invece la Cassa integrazione guadagni (Cig) sarà portata a 5 miliardi. Previsto il rinvio delle elezioni comunali e regionali, rispettivamente a ottobre e settembre 2020.

Leggi anche: 1. Il paradosso dei tamponi per il Coronavirus: se un calciatore è positivo fanno test a tutta la squadra, ma non ai medici in prima linea /2. Mascherine gratis per tutti: l’azienda italiana tutta al femminile che ha convertito la produzione industriale per il Coronavirus

3. Coronavirus, i ricercatori cinesi in Italia: “Vi abbiamo portato il plasma con gli anticorpi” /4.“Una nave da crociera trasformata in ospedale contro il Coronavirus: vi spiego perché è una buona idea” (di L. Telese)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Siena: minorenne senza patente sbaglia a ingranare la marcia e travolge l’amica 16enne, che muore
Cronaca / Green Pass, proteste anche in Francia
Cronaca / In centinaia in piazza per Musta, ucciso dall'assessore leghista Adriatici
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Siena: minorenne senza patente sbaglia a ingranare la marcia e travolge l’amica 16enne, che muore
Cronaca / Green Pass, proteste anche in Francia
Cronaca / In centinaia in piazza per Musta, ucciso dall'assessore leghista Adriatici
Cronaca / L'appello di Vito Dell'Aquila: "Fate tutti il vaccino"
Cronaca / 5 morti e 5.140 casi nell'ultimo giorno: crescono ricoveri e terapie intensive
Cronaca / Convalidati arresti domiciliari per Adriatici: trasferito in un luogo segreto
Cronaca / Sbarchi senza sosta a Lampedusa, oltre 1.400 migranti arrivati in 3 giorni
Cronaca / Voghera, spunta un testimone: "L'assessore ha preso la mira e sparato"
Cronaca / Nelle chat dei vigili di Roma il Green Pass paragonato al nazismo: "Non faremo multe"
Cronaca / “Basta dittatura, libertà!”: manifestazioni in tutta Italia contro le nuove regole sui vaccini