Coronavirus:
positivi 14.621
deceduti 34.854
guariti 191.944

Coronavirus, le lenti a contatto aumentano il rischio contagio: i consigli dell’esperto

Di Redazione TPI
Pubblicato il 24 Apr. 2020 alle 19:32 Aggiornato il 24 Apr. 2020 alle 19:36
99
Immagine di copertina

Coronavirus, secondo l’esperto bisogna evitare le lenti a contatto

Per evitare il contagio, non è necessario coprire soltanto naso e bocca, ma anche gli occhi. Per questo motivo, il professor Stanislao Rizzo, ordinario di Oftalmologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore e direttore della UOC Oculistica del Gemelli, ha spiegato che è importante in questo periodo evitare le lenti a contatto. “Se non strettamente necessario, noi consigliamo ai nostri pazienti di non portarle in questo periodo e usare piuttosto gli occhiali. Se proprio non se ne può fare a meno, meglio quelle giornaliere, usa e getta. E naturalmente con la solita precauzione di lavarsi bene le mani”, ha spiegato l’esperto. Molti pazienti che hanno contratto il Coronavirus hanno presentato una congiuntivite, di recente poi il virus è stato isolato nelle lacrime dei pazienti, per questo motivo l’esperto consiglia di utilizzare soltanto occhiali da vista.

Il sospetto è che l’esposizione a un malato senza un’adeguata protezione degli occhi abbia determinato molte delle infezioni che si sono verificate presso la Wuhan Fever Clinic lo scorso gennaio. “Il SARS CoV-2 può dar luogo anche ad una congiuntivite virale perché questo virus sembra avere un certo tropismo per la congiuntiva, come succede anche con altri virus, come gli adenovirus, che danno delle forme epidemiche di congiuntivite. Sicuramente la modalità di trasmissione del COVID-19 attraverso gli occhi o le secrezioni oculari è molto meno pericolosa di quella classica via ‘droplets’ (le goccioline di saliva che si formano con gli starnuti o i colpi di tosse); più realisticamente la congiuntivite da COVID-19 si verifica toccandosi o stropicciandosi gli occhi con le mani contaminate dal virus; ma il virus potrebbe arrivare alla congiuntiva per diffusione attraverso il sangue, visto che questa zona è riccamente vascolarizzata”, ha spiegato Rizzo, come riporta The Huffington Post.

Coronavirus, il virus potrebbe annidarsi nelle ghiandole lacrimali: come fare con le lenti a contatto

“Teoricamente, il virus potrebbe anche annidarsi nelle ghiandole lacrimali, ma di questo non abbiamo ancora alcuna prova. Motivo in più per ribadire l’importanza di lavarsi spesso le mani e di evitare di toccarsi naso e bocca e di stropicciarsi gli occhi con le mani non lavate accuratamente (come quando ci si trova fuori casa)”, ha concluso l’esperto.

Nella rubrica Pillole Anti Covid-19 sul sito del Gemelli, ci sono delle istruzioni per applicare e rimuovere le lenti a contatto: “Lavare molto bene le mani con acqua e sapone e asciugarle con un tovagliolo di carta. Pulirle giornalmente con gli appositi liquidi o sostituirle, almeno per questo periodo, con quelle giornaliere usa e getta. Evitare di toccarsi il viso, compresi gli occhi, il naso e la bocca con mani non lavate ed evitare l’applicazione delle lenti in caso di problemi di salute, in particolare in presenza di sintomi da raffreddamento o simil-influenzali”.

Leggi anche:

1. Uno studio dello Spallanzani rivela: “Il Coronavirus è presente nella lacrime. Anche gli occhi potenziale fonte di contagio” / 2. Muore a 36 anni per Coronavirus, l’infermiere in lacrime: “Insieme per un mese, sarai sempre con me”

99
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.