Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Ius soli, Conte chiude ogni discussione: “Non è nel contratto di governo”

Immagine di copertina

Il premier Giuseppe Conte stoppa ogni polemica, e al tempo stesso ogni apertura, sulla questione dello ius soli scegliendo la posizione di Di Maio: “Non è nel contratto di governo”.

Per il presidente del Consiglio, che evita così ogni eventuale dissidio interno al governo Lega-M5s, “lo ius soli apre una prospettiva diversa”, ma la nascita in determinato luogo “è un criterio che di per sé non vale molto. Può essere anche solo una una mera occasione geografica”.

Quello che è mancato in Italia, sostiene Conte, “con la politica degli anni scorsi e gli sbarchi incontrollati” è una “non politica dell’integrazione”, ha spiegato.

>>> Salvini: “Ramy vuole lo ius soli? Si faccia eleggere e cambi la legge”

“L’accoglienza indiscriminata è uguale a non accoglienza e mancata integrazione che crea paura e diffidenza verso l’altro”. Oggi bisogna “lavorare sull’integrazione più che in passato”.

Come governo “siamo nati con un contratto” che non prevede come materia lo ius soli “io auspico che si avvii una riflessione serena, dove non ci siano reazioni emotive”, si può anche valutare la prospettiva di una nascita sul territorio italiano ma deve essere “collegata ad un percorso di integrazione serio”.

Per Conte “la politica sull’immigrazione non può ridursi allo sbarco. Quando ci sono gli sbarchi è già una sconfitta perché vuol dire che ci sono persone disperate che mettono a rischio la propria vita. Molti han trovato la morte. In passato l’Italia e l’Europa non hanno brillato per efficace delle risposte. È un fatto che l’Italia, inserita in un organismo sovranazionale, è stata lasciata sola e anche Junker ha riconosciuto che l’Italia ha salvato l’onore dell’Europa. Stiamo lavorando perché uno sbarco in Grecia, a Malta o Spagna sia considerato uno sbarco in Europa”.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 16.632 casi e 75 morti: tasso di positività al 2,6%
Cronaca / Chi è Guido Russo, il dentista No vax di Biella con il braccio in silicone: “Dovevo lavorare”
Cronaca / Milano, Gaia Romani cambia la targa di “assessore” con “assessora”: “Si parte dalle piccole cose”
Cronaca / Il conduttore di X Factor Ludovico Tersigni indagato per diffamazione dopo un post su Instagram
Cronaca / Eitan è tornato in Italia, 84 giorni dopo il sequestro: “Felice di essere a casa”
Cronaca / Covid, oggi 17.030 casi e 74 morti: tasso di positività al 2,9%
Cronaca / Lo spot sul Parmigiano Reggiano fa arrabbiare il web: “Sfruttamento del lavoro”. L’azienda: “Lo cambieremo”
Cronaca / Covid: Bolzano in zona gialla da lunedì, cinque regioni a rischio entro Natale
Cronaca / “Noi studenti schiavi della lode”
Cronaca / “La biblioteca che batte l’algoritmo”: intervista a Maranesi, il rettore più giovane d’Italia