Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Piacenza, la trans minacciata dal comandante dei Carabinieri: violenze in caserma

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 26 Lug. 2020 alle 18:13
465
Immagine di copertina

Piacenza, la trans minacciata dal comandante dei Carabinieri: violenze in caserma

È stata più volte minacciata e costretta a fare sesso all’interno della caserma dei Carabinieri della stazione Levante di Piacenza, quella finita sotto sequestro dopo la scoperta di un sistema criminale fondato su torture, estorsioni e spaccio: adesso una donna trans ha chiesto ai magistrati che stanno indagando di essere sentita come persona offesa e di costituirsi parte civile. “Se non collabori, se non mi dai lavoro, in un modo o nell’altro ti frego e ti rimando in Brasile”: con queste parole, secondo quanto dichiarato dalla trans, il comandante Marco Orlando l’avrebbe minacciata ormai un anno e mezzo fa, quando quello che secondo le accuse della procura succedeva nella caserma di Piacenza era ancora sconosciuto.

La donna ha dichiarato di avere paura di ritorsioni, ma che ugualmente vuole raccontare tutto ciò che sa sull’appuntato Giuseppe Montella e su tutti i suoi colleghi carabinieri. La trans vive da tempo a Piacenza: ha dichiarato di esser stata persino obbligata a fare sesso e picchiata all’interno della caserma. Pare che la sudamericana avesse collaborato con la polizia nel ruolo di informatrice, soprattutto riguardo al mondo dello spaccio. Per questo motivo si trovava spesso all’interno della caserma Levante. Proprio in virtù di questa sua scelta, la donna è stata persino aggredita da alcuni pusher, appena usciti dal carcere, convinti che lei fosse la responsabile del loro arresto. Adesso anche lei vuole raccontare ai pm il suo punto di vista.

Leggi anche: 1. Carabinieri arrestati a Piacenza, Montella al pusher: “Abbiamo venduto 20 chili, ora in città siamo solo noi” / 2. Carabinieri di Piacenza, la caserma Levante nel 2018 era stata premiata per “meriti speciali” / 3. Carabinieri di Piacenza, la madre del leader: “Bravo ragazzo, i soldi? Diceva di averli vinti al superenalotto” / 4. Caserma Piacenza, storia del carabiniere che si è rifiutato di commettere illeciti / 5. Torture, estorsione e spaccio: un’intera caserma dei Carabinieri sotto sequestro a Piacenza. “Percosse come in Gomorra” / 6. Carabinieri Piacenza, l’avvocato di Montella è stato candidato con Forza Nuova

465
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.