Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Burioni: “Guardate quanta gente in giro a Roma”. Raggi manda i vigili, ma la foto è vecchia

Immagine di copertina

Il virologo ha poi rimosso il tweet con la foto: "Ho rimosso le foto, ma vi prego state tutti a casa. Altrimenti non ne usciamo"

Burioni: “Guardate quanta gente in giro a Roma”. Raggi manda i vigili, ma la foto è vecchia

Il virologo Roberto Burioni da giorni segnala le violazioni del decreto che impone a tutti gli italiani di restare a casa per contrastare l’epidemia di Coronavirus, ma ieri – all’ennesima segnalazione – è scivolato in una gaffe. “A Roma non hanno ancora capito bene la situazione” scriveva Burioni domenica 15 marzo sul suo account Twitter, postando una fotografia delle sponde del Tevere pieno di gente.

Al tweet ha risposto immediatamente la sindaca di Roma Virginia Raggi che ha assicurato: “Grazie della segnalazione: inviato sul posto due pattuglie della Polizia Locale di Roma Capitale. Controlli intensificati ma serve collaborazione di tutti: stiamo a casa per evitare contagio. Usciamo solo se realmente necessario”.

La foto, tuttavia, era molto datata, come si evince dai vestiti e dalla qualità dell’immagine. Il dettaglio non è sfuggito agli utenti, che hanno iniziato a fare ironia. “Denunciate Burioni. Queste forme di sciacallaggio vanno punite”, scrive un utente. “Era in fame di like”, commenta un altro.

Burioni ha pubblicato anche una foto del lungomare di Catania affermando la stessa cosa, ma un utente ha pubblicato un’altra foto dove la pista ciclabile è cordonata, a differenza di quanto si vede nella foto pubblicata dal medico.

A quel punto il virologo cancella i tweet e ne pubblica un altro: “Ho rimosso le foto, ma vi prego state tutti a casa. Altrimenti non ne usciamo. Grazie”.

 

Leggi anche:

1. Il paradosso dei tamponi per il Coronavirus: se un calciatore è positivo fanno test a tutta la squadra, ma non ai medici in prima linea /2. Mascherine gratis per tutti: l’azienda italiana tutta al femminile che ha convertito la produzione industriale per il Coronavirus

3. Coronavirus, i ricercatori cinesi in Italia: “Vi abbiamo portato il plasma con gli anticorpi” /4.“Una nave da crociera trasformata in ospedale contro il Coronavirus: vi spiego perché è una buona idea” (di L. Telese)

TUTTE LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sgarbi:”Per me Berlusconi non sa chi sia Marta Cartabia”
Cronaca / Covid, oggi 188.797 casi e 385 morti: tasso di positività al 17%
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Sgarbi:”Per me Berlusconi non sa chi sia Marta Cartabia”
Cronaca / Covid, oggi 188.797 casi e 385 morti: tasso di positività al 17%
Cronaca / È uscito il nuovo numero del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / Oristano, percepivano il reddito di cittadinanza senza averne i requisiti: 60 persone denunciate
Cronaca / Il governo apre alle Regioni: allo studio nuove regole per rendere meno probabile l’accesso alla zona rossa
Cronaca / Melandri si difende: “Sono un free vax, ognuno deve essere libero di scegliere il proprio destino” | VIDEO
Cronaca / Stupro di Capodanno, le intercettazioni shock: “Ce semo divertiti”, “Colpa della famiglia di lei”
Cronaca / Jacobs divorzia dall’agenzia di Fedez: scarsa promozione dell’immagine
Cronaca / Tenta la fuga dalla casa di riposo: 91enne muore dopo essersi calato con le lenzuola dalla stanza
Cronaca / Cassazione: “Rapina aggravata se con mascherina”. Ma il ladro protesta: “Era obbligatoria”