Viaggio nel quartiere Pilastro a Bologna, dove Salvini ha citofonato a un 17enne

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 22 Gen. 2020 alle 19:43
416

Il presunto spacciatore 17enne a cui Salvini ha citofonato a Bologna? I suoi coetanei lo difendono, le persone più mature no. È quanto emerge chiedendo agli abitanti del quartiere Pilastro, all’indomani del discusso blitz del leader della Lega.

“Non possono accusare una persona senza sapere nulla, lui è un bravo ragazzo, non fa queste cose”, sostiene una giovane. “Non è vero che spaccia, con tutte le cose che ha da fare non penso che vada a spacciare”.

“Lo conosco da quando ha 3 anni, è un ragazzo tranquillissimo, va a scuola, gioca a calcio, di famiglia per bene”, conferma un’altra. “Per me Salvini poteva fare altro, anziché fare le sceneggiate: poteva andare a trovare il centro sociale per i disabili o quello per i minorenni”.

Pilastro? “Tutti pensano che sia un quartiere di merda, ma solo perché siamo di etnie diverse”, osserva una 18enne.

Di tutt’altro avviso un signore con i capelli e baffi bianchi. “Questo è un quartiere di spacciatori e di delinquenti, nonostante quel che dice il sindaco. Sono loro ad alimentare l’odio finché riempiono le case dell’ente pubblico con questa gente”, dice.

Leggi anche:

Parla a TPI il ragazzo tunisino a cui Salvini ha citofonato: “Ho denunciato, non so perché dicono che spaccio”

Esclusivo TPI, parla la signora che ha portato Salvini dal tunisino: “È stata la Lega a contattarmi”

Bologna, danneggiata l’auto della donna che ha portato Salvini al citofono del presunto spacciatore

L’avvocato a TPI: “Salvini potrebbe essere denunciato, 4 ipotesi di reato” per aver citofonato al tunisino

“Lei spaccia?”. Salvini che citofona a casa di un tunisino è il vero punto di non ritorno (di L. Telese)

Se Salvini può citofonare sentendosi uno sceriffo la colpa è nostra: ormai tutto è permesso (di L. Tosa)

Salvini vada a caccia di spacciatori senza telecamere e senza scorta (di L. Tomasetta)

416
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.