Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

La bambina di 8 mesi morta a Salerno era vittima di ripetuti maltrattamenti in famiglia

Immagine di copertina

Bambina morta Salerno | Padre arrestato | Maltrattamenti | Sant’Egidio del Monte Albino | Nocera Inferiore

BAMBINA MORTA SALERNO – Emergono nuovi terribili particolari dalla vicenda della bambina di soli otto mesi morta venerdì notte in provincia di Salerno, a Sant’Egidio del Monte Albino, piccolo centro di circa 9mila abitanti. La piccola, che era arrivata all’ospedale Umberto I di Nocera Inferiore con lividi e lesioni, era vittima di ripetuti maltrattamenti.

Bambina morta Salerno | Cause del decesso | Maltrattamenti ripetuti

Per la morte della bimba, Jolanda, Joly come la chiamavano tutti, è stato arrestato il padre 37enne, che era indagato per omicidio con la moglie. L’arresto è scattato per pericolo di fuga. L’uomo, originario di Pagani e già noto per piccoli precedenti, – come trapelato oggi – è gravemente indiziato di ripetuti maltrattamenti che – secondo gli investigatori – “hanno causato la morte della minore quale conseguenza delle lesioni riportate, aggravate dall’omissione reiterata dei necessari soccorsi”.

Nella tarda serata di ieri, 23 giugno, è stato eseguito un fermo d’indiziato di delitto per omicidio volontario aggravato nei confronti del 37enne, che è stato condotto in carcere. Il provvedimento cautelare è stato adottato sulla base delle indagini effettuate dagli agenti della Squadra Mobile di Salerno insieme ai colleghi del commissariato di Nocera Inferiore.

> Le notizie di cronaca di TPI

La madre della piccola, è indagata in stato di libertà per concorso nella commissione dello stesso delitto.

Bambina morta Salerno | Oggi l’autospia

Gli accertamenti dei poliziotti, coordinati dal sostituto procuratore Roberto Lenza, sono stati avviati in seguito all’intervento presso il pronto soccorso dell’ospedale di Nocera Inferiore dove la neonata, trasportata da un’ambulanza del 118, era giunta già priva di vita nella notte del 22 giugno.

La piccola presentava varie ecchimosi ed escoriazioni, per le quali, all’esito di un primo esame svolto dal medico legale, si è ritenuto necessario approfondire i fatti ascoltando i genitori, i testimoni e attraverso accertamenti specifici. Il sostituto procuratore ha disposto l’autopsia che verrà effettuata questo pomeriggio alle 15 all’obitorio dell’ospedale di Nocera dai medici legali Giuseppe Consalvo e Rosanna Di Concilio.

L’esito dell’esame autoptico sarà decisivo per chiarire le cause che hanno provocato la morte della piccola. L’autopsia sul corpo della bambina è prevista oggi, 24 giugno, nel pomeriggio.

Bambina morta Salerno | I litigi in famiglia

La famiglia della bambina morta in provincia di Salerno viveva in grandi difficoltà economiche. A quanto emerso i familiari litigavano spesso, soprattutto negli ultimi tempi. Lo sanno bene sia i vicini di casa che le operatrici dei servizi sociali comunali. La famiglia era seguita da tempo dalle assistenti sociali. La mamma della piccola Jolanda si era rivolta più volte alle assistenti per chiedere un aiuto, per denunciare lo stato di precarietà in cui la sua famiglia era costretta a vivere.

Il marito della donna, padre della bimba, era stato per un lungo periodo in una comunità di recupero per tossicodipendenti. Negli ultimi tempi c’erano state anche segnalazioni di violente liti tra i due coniugi. Qualcuno ha raccontato di atteggiamenti aggressivi del marito nei confronti della moglie. Ma nessuno avrebbe potuto immaginare mai che sarebbe potuto arrivare ad un gesto.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, vicino lo sgombero di Casapound: Raggi annuncia “novità”
Cronaca / Migranti, crisi in Tunisia può aumentare gli sbarchi. Procuratore antimafia segnala “rischio terrorismo”
Cronaca / 15 morti e 5.696 casi nell'ultimo giorno: calano le terapie intensive
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Roma, vicino lo sgombero di Casapound: Raggi annuncia “novità”
Cronaca / Migranti, crisi in Tunisia può aumentare gli sbarchi. Procuratore antimafia segnala “rischio terrorismo”
Cronaca / 15 morti e 5.696 casi nell'ultimo giorno: calano le terapie intensive
Cronaca / Tutte le balle che circolano sui vaccini
Cronaca / Morte Libero De Rienzo, arrestato l’uomo sospettato di aver venduto eroina all’attore
Cronaca / Pfizer, i ricavi del vaccino aumentano a 33,5 miliardi di dollari
Cronaca / “Legati, presi a calci e ricattati”: i verbali shock sul caso dei lavoratori di Grafica Veneta
Cronaca / “Vaccinatevi o a casa senza stipendio”: la lettera dell’azienda Sterilgarda ai dipendenti
Cronaca / Covid, 11enne morta a Palermo. La madre: “Non siamo no vax. Non abbiamo fatto in tempo a vaccinarci”
Cronaca / L’Iss: “Il 99% dei morti di Covid da febbraio a oggi non era stato vaccinato”