Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:40
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Bar, vietato consumare al banco anche in zona gialla: in arrivo circolare del ministero

Immagine di copertina
Credit: ANSA/MATTEO CORNER

Bar, vietato consumare al banco anche in zona gialla

Con il nuovo decreto anti Covid, da lunedì 26 aprile riaprono bar e ristoranti all’aperto in zona gialla. La maggior parte delle regioni italiane torneranno nella fascia di rischio più bassa (solo Sicilia, Calabria e Basilicata restano arancioni e la Sardegna è l’unica regione rossa), ma nonostante la riapertura di bar e ristoranti, sarà vietato consumare al banco. Niente caffè in piedi al bancone, quindi. A differenza di quanto era concesso fare nella zona gialla pre Pasqua.

A confermare il divieto è una circolare del Viminale in via di emanazione, la quale esplicita che è consentito “in zona gialla, lo svolgimento delle attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo, esclusivamente all’aperto e nella fascia oraria compresa fra le ore 5,00 e le ore 22,00. Rimane esclusa, relativamente agli esercizi pubblici di somministrazione di alimenti e bevande, la possibilità di consumazione al banco”.

Il ministero dell’Interno, poco dopo la diramazione della notizia, ha precisato che per il momento “non è stata diramata alcuna circolare in merito all’applicazione delle disposizioni contenute nel decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52”, ma che “la circolare è in corso di definitiva stesura e verrà adottata quanto prima”.

Dal 26 aprile e per tutto il mese di maggio non sarà consentito sostare all’interno dei bar per prendere un caffè o per una consumazione rapida. Nelle regioni gialle, la riapertura di bar e ristoranti prevede, infatti, solo il servizio al tavolo all’esterno e dunque consumazione, al massimo in quattro, da seduti. Per consumare un caffè al bancone o un pasto nelle sale interne dei locali bisognerà attendere, sempre per quanto concerne le regole della zona gialla, il 1 giugno.

Una notizia che è più una batosta per quei bar che non dispongono di spazio all’aperto per la consumazione e che si ritroveranno, di fatto, in zona arancione nonostante il passaggio nella fascia di rischio più bassa. Per il vicepresidente della Fiepet-Confesercenti Claudio Pica si tratta di “un giallo mascherato di arancione” e di “un passo indietro rispetto a marzo quando in zona gialla era possibile consumare al banco”. “Fino a ieri c’era un po’ di confusione – ha detto – la circolare del ministero di oggi è chiara: è vietato il consumo al banco”.

“Decreto riaperture? Un nome fuorviante, visto che il provvedimento, per i bar, si traduce in realtà in un inasprimento delle restrizioni. Di fatto, da lunedì, per le imprese senza posti all’esterno sarà di nuovo zona arancione anche in zona gialla, visto che si impone il divieto di consumo all’interno dei locali, nemmeno in piedi al banco, fino a giugno”, protesta il presidente Fiepet Confesercenti, Giancarlo Banchieri, in una nota. “Una norma da rivedere ed incomprensibile, oltretutto specificata con grave ritardo da una circolare del Ministero degli interni resa pubblica ad appena due giorni dalla supposta ripartenza“.

Leggi anche: 1. Decreto anti-Covid, salta la riapertura dei centri commerciali nel weekend, ira della Lega: “Così non va”; // 2. Chiedere aperture è diventato “di destra”, affidarsi alle chiusure “di sinistra”: ma è un errore pericoloso; // 3. Regole zona gialla: cosa si può fare e cosa no

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele
Cronaca / Mors tua, dose mea: ecco perché lo stop a Reithera dimostra che è in atto una guerra sui vaccini (di L. Telese)
Cronaca / Covid, 6.659 casi e 136 morti nell'ultimo giorno
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Silvio Berlusconi è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele
Cronaca / Mors tua, dose mea: ecco perché lo stop a Reithera dimostra che è in atto una guerra sui vaccini (di L. Telese)
Cronaca / Covid, 6.659 casi e 136 morti nell'ultimo giorno
Cronaca / Domani cabina di regia del governo sullo slittamento del coprifuoco
Cronaca / Roma, donna chiusa in una smart da 4 giorni: portata in ospedale
Cronaca / Report Iss, i vaccini anti-Covid riducono contagi e ricoveri: -95% di morti già dopo la prima dose
Cronaca / Dai porti italiani partono armi destinate a Israele, ma a Livorno i portuali bloccano il carico
Cronaca / Via libera del ministero ai test salivari molecolari
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 15 maggio 2021
Cronaca / Oggi 7.567 casi e 182 morti: il bollettino