Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

Manduria, ‘In quel video c’è il mio ragazzo’: una 16enne inchioda la baby gang che ha ucciso Antonio Stano

È stata una 16enne a prendere coraggio e fare i nomi dei responsabili del pestaggio di Antonio Stano, il pensionato di Manduria morto il 23 aprile scorso.

“In quel video c’è il mio fidanzato”, ha raccontato la ragazza agli agenti del commissariato della città salentina riferendosi al filmato in cui si vede l’uomo affetto da problemi psichici colpito da botte e violenze inaudite da parte della baby gang.

La supertestimone ha confermato che il suo ragazzo, ora agli arresti, era coinvolto negli atti contro il pensionato 66enne. Un amico, che non è coinvolto nella vicenda, le aveva passato via WhatsApp le violenze del gruppo: così la decisione di consegnare i filmati alla polizia che ha permesso di inchiodare i responsabili.

La ragazza ha così spazzato via il muro di omertà attorno alla vicenda. Alcuni genitori dei bulli sapevano delle violenze e hanno cercato di inquinare le prove, altre persone conoscevano le scorribande della baby gang ma avevano sempre fatto finta di nulla.

La terribile vicenda di Antonio Stano dunque sarebbe arrivata alla svolta. “Piccoli criminali ben organizzati”: i bulli di Manduria sono stati definiti così da parte del procuratore di Taranto e della procuratrice dei minori, Carlo Maria Capristo e Pina Montanaro.

Sono stati loro,  insieme al pm Remo Epifani, a firmare i decreti di fermo per otto ragazzi, due maggiorenni (G.L. di 19 anni e A.S di 23) e sei minorenni: i giovani ora sono accusati di tortura, danneggiamento, violazione di domicilio e sequestro di persona aggravato.

Manduria, fermate 8 persone di cui 6 minori per la tortura e il sequestro di Antonio Stano

Manduria, parla la madre di uno dei ragazzini della baby gang: “Non ha capito quello che faceva”

Taranto, anziano segregato in casa e picchiato a morte: indagata baby gang, 12 sono minorenni

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il no vax e no green pass Fabio Tuiach positivo al Covid: “Colpa degli idranti usati dalla polizia”
Cronaca / Covid, oggi 2.535 casi e 30 morti: tasso di positività all'1,1%
Cronaca / Borghese: “Non trovo personale per cucina e sala, i giovani non vogliono più fare gli chef”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il no vax e no green pass Fabio Tuiach positivo al Covid: “Colpa degli idranti usati dalla polizia”
Cronaca / Covid, oggi 2.535 casi e 30 morti: tasso di positività all'1,1%
Cronaca / Borghese: “Non trovo personale per cucina e sala, i giovani non vogliono più fare gli chef”
Cronaca / Le scuole clandestine dei figli no vax: viaggio in Alto Adige tra i genitori che isolano i figli per ribellarsi al Covid
Cronaca / La raccolta fondi di Cliomakeup e Operation Smile Italia per malformazioni cranio-maxillo-facciali è già sold out
Cronaca / Cannabis terapeutica, Costa: “Presto prodotta anche da privati”
Cronaca / Nasce Kebhouze, la nuova catena di kebab di Gianluca Vacchi
Cronaca / Il 3 dicembre la Convention “Il Mondo Nuovo – La Ripartenza”. La presidente della Fondazione Guido Carli: “Viviamo un nuovo inizio”
Cronaca / No Green pass, manifestante aggredisce una dottoressa sulla metro: colpita da una testata
Cronaca / Migranti, allarme di Alarm Phone: “68 persone in pericolo, molti sono bambini”