Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 06:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

È morto Alberto Arbasino, aveva 90 anni

Immagine di copertina

È morto Alberto Arbasino, scrittore, giornalista, poeta e critico teatrale, tra i protagonisti del movimento letterario Gruppo 63. Aveva 90 anni. La notizia del decesso è arrivata nel mattino di oggi, lunedì 23 marzo. A darne l’annuncio è stata la famiglia di Arbasino, specificando che l’intellettuale si è spento “serenamente” dopo una lunga malattia.

Chi era Alberto Arbasino

Alberto Arbasino nasce a Voghera, in provincia di Pavia, il 22 gennaio 1930. Laureato in Giurisprudenza alla Statale di Milano, fra gli anni Cinquanta e Sessanta sono frequenti i suoi viaggi di studio tra gli Stati Uniti e la Francia. Alla carriera accademia affianca quella letteraria. Collabora, fra gli altri, con Italo Calvino. Nel 1963 pubblica per Feltrinelli una delle sue opere di maggior successo: “Fratelli d’Italia”, romanzo in cui narra le vicende estive di due giovani omosessuali.

Abbadona progressivamente l’attività accademica per dedicarsi a quella letteraria. Collabora con il Corriere della Sera, La Repubblica e poi diventa anche personaggio televisivo conducendo il programma “Match”, su Rai2. Tra le sue opere più significative il già citato “Fratelli d’Italia”, il saggio “Un paese senza” e il romanzo “Super Eoliogabalo”.

Arbasino è stato tra i protagonisti del Gruppo 63, movimento letterario di neo-avanguardia che contestava le opere letterarie ancora legate a modelli tradizionali tipici degli anni Cinquanta.

Aforismi di Alberto Arbasino

Alberto Arbasino fu autore anche di decine di geniali aforismi. Di seguito alcuni tra i più brillanti e taglienti.

– “In Italia c’è un momento stregato in cui si passa dalla categoria di bella promessa a quella di solito stronzo. Soltanto a pochi fortunati l’età concede poi di accedere alla dignità di venerato maestro”.
– “Fare oggi un romanzo tradizionale ha lo stesso senso che conquistare oggi l’Eritrea o fondare oggi la Fiat”
– “Il sonno della ragione produce ministri”.
– “Niente di peggio che lavorare a orario fisso: si produce scrittura burocratica”.
– “Io agisco regolarmente su due piani: un piano umano, cioè la vita quotidiana, e un piano disumano, cioè a finzione letteraria”.

Leggi anche:

1. È morto lo scrittore e attivista politico russo Eduard Limonov / 2. Premio Strega 2020, annunciati i 12 libri finalisti / 3. Andrea Camilleri, 18 bellissime opere dello scrittore siciliano

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 3.099 casi e 44 morti: tasso di positività all'1%
Cronaca / Regeni, commissione d’inchiesta in missione a Cambridge
Cronaca / Covid, oggi 3.525 casi e 50 morti: tasso di positività all'1%
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Covid, oggi 3.099 casi e 44 morti: tasso di positività all'1%
Cronaca / Regeni, commissione d’inchiesta in missione a Cambridge
Cronaca / Covid, oggi 3.525 casi e 50 morti: tasso di positività all'1%
Cronaca / 3.797 nuovi casi e 52 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,4%
Cronaca / Trovato morto Giacomo Sartori, il 29enne scomparso una settimana fa a Milano
Cronaca / A chi esulta per Dell’Utri do una notizia: non è stato assolto dalle condanne precedenti
Cronaca / Rilasciato l’ex presidente catalano Puigdemont: era stato arrestato in Sardegna
Cronaca / È arrivato il numero 2 del settimanale di The Post Internazionale. Da oggi potete acquistare la copia digitale
Cronaca / 4.061 nuovi casi e 63 morti nell'ultimo giorno: tasso di positività all'1,3%
Cronaca / Draghi all’assemblea di Confindustria: “Il green pass è strumento di libertà, no a nuove tasse”