Me

Alan Kurdi, Malta: “I 64 migranti sbarcano qui e saranno poi redistribuiti in 4 stati Ue”

Di Laura Melissari
Pubblicato il 13 Apr. 2019 alle 09:29 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:40
Immagine di copertina

“Tutti i 64 migranti a bordo della nave Alan Kurdi saranno ridistribuiti in quattro stati membri dell’Ue”. A dirlo è il premier di Malta, Joseph Muscat.

Attraverso il coordinamento della Commissione europea, con la cooperazione di Malta, i migranti a bordo della nave delle ONG Alan Kurdi saranno ridistribuiti tra quattro Stati dell’UE: Germania, Francia, Portogallo e Lussemburgo.

Delle 64 persone a bordo, vi erano 12 donne e 2 bambini, provenienti da Benin, Camerun, Ghana, Costa d’Avorio, Nigeria e Senegal.

Nessuno dei migranti rimarrà a Malta, ha specificato il governo dell’isola.

Malta ha espresso il suo apprezzamento per il ruolo centrale assunto dalla Commissione europea e l’assistenza offerta dai quattro Stati membri che sono intervenuti in queste circostanze.

“Ancora una volta, il più piccolo stato membro dell’Unione europea è stato sottoposto a pressioni inutili per risolvere un caso che non era né di sua responsabilita né di competenza. È stata trovata una soluzione per non lasciare che la situazione peggiorasse ulteriormente mentre Malta insiste che non può continuare a sostenere questo onere”, ha detto il governo in una nota.

Malta invita le ONG a rispettare tutte le convenzioni e i regolamenti applicabili.

Migranti, una donna è stata evacuata dalla Alan Kurdi dopo un malore