Brescia, svastiche e insulti razzisti sulla vetrina di un bar: “Tr**a negra”

Danni per centinaia di euro nel locale gestito da un'italo-marocchina

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 27 Gen. 2020 alle 15:13
1.2k
Immagine di copertina
Credit: Facebook

Un’aggressione razzista ha avuto luogo in un bar di Rezzato, cittadina in provincia di Brescia, gestito da una ragazza italiana ma di origini marocchine. Nella notte tra 6 e 27 gennaio, la vetrina del locale è stata sfondata e sul pavimento è stata lasciata la scritta “negra”, con una svastica disegnata al contrario e offese sessiste. Sulla vicenda indagano le forze dell’ordine.

Sulla pagina Facebook “Rezzato democratica” si legge: “Durante la scorsa notte ignoti si sono introdotti in un bar di Rezzato sfondando le vetrine e imbrattando i pavimenti con segni e scritte ingiuriose rivolte alla titolare. Segni che stridono con la giornata di oggi dedicata alla memoria delle vittime della Shoah e delle tremende conseguenze del razzismo innalzato a ideologia. Vogliamo esprimere tutta la nostra vicinanza alla titolare condannando con nettezza questo atto vile e razzista. Siamo convinti che le Forze dell’Ordine sapranno individuare al più presto i responsabili perché questo gesto violento non resti impunito”.

Leggi anche:

Le scuse dopo l’aggressione razzista, il gesto di due bambini di Napoli diventa uno spot per l’integrazione

Se il popolo è diventato populista (e razzista) la colpa è delle élite

Aggressione razzista ad Anzio, migrante nigeriano preso a bastonate da due ragazzi

1.2k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.