Me

Lorenzo Fontana sarà il nuovo ministro per gli Affari Ue, oggi il giuramento

Immagine di copertina

Fontana Ministro Affari Ue | Lorenzo Fontana | Il profilo

Fontana Ministro Affari Ue | “Sono ben lieto di accettare la proposta di Salvini di Lorenzo Fontana ministro per gli affari Ue”. Sono le parole del premier Giuseppe Conte che “ufficializza” il passaggio di Lorenzo Fontana da ministro per la Famiglia a ministro per gli Affari europei, che fino a qualche mese fa era sotto la responsabilità di Paolo Savona.

“Se così fosse, sono molto contento. Ringrazio chi ha fatto il mio nome”, aveva detto il ministro per le Politiche della Famiglia, Lorenzo Fontana, commentando la proposta di Salvini, arrivata nella giornata di ieri, 9 luglio.

La proposta di Fontana è arrivata dopo che era tramontata l’ipotesi del leghista Alberto Bagnai.

Il suo posto al ministero della Famiglia sarà preso da Alessandra Locatelli, deputata leghista.

Il giuramento di entrambi i ministri è previsto per oggi, 10 luglio, alle ore 18 al Quirinale.

Lorenzo Fontana: il profilo

Ultracattolico, sovranista e fedelissimo di Matteo Salvini. Sono tre caratteristiche del neo ministro per gli Affari Ue, che prende il posto di Paolo Savona. Classe 1980, il 39enne è una figura controversa del governo. Nei suoi mesi da ministro, si è attirato numerose critiche, in particolare in concomitanza con il discusso Congresso mondiale delle famiglie di marzo 2019 e per le sue opinioni sulla “famiglia tradizionale” e le coppie omosessuali.

“Un bambino deve avere una mamma e un papà”, è una delle sue posizioni più note, ripresa spesso anche dallo stesso ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Qui un profilo dettagliato del ministro.

Alcuni link utili:

“Prima gli italiani”? Secondo il ministro Lorenzo Fontana è un insegnamento del Vangelo

L’ennesima gaffe del ministro Fontana che fa infuriare: definisce “malati” i ragazzi con la sindrome di Asperger

Ministro Fontana contro Spadafora (M5s): “La famiglia che riconosciamo è quella sancita dalla Costituzione”

Fontana, il ministro della Famiglia sulle unioni gay: “Vogliono dominarci e cancellare il nostro popolo”