Me

Maturità 2019, le tracce della prima prova d’esame

Immagine di copertina
Maturità 2019

Maturità 2019 tracce prima prova | Quali sono | Titoli | Esame di Stato

MATURITÀ 2019 TRACCE PRIMA PROVA – Oggi, 19 giugno 2019, i maturandi sono chiamati a svolgere la prima prova scritta dell’esame di stato. Proprio in queste ore i ragazzi si trovano chini sui banchi di scuola per la prova d’italiano al via alle ore 8.30.

Maturità 2019, oggi la prima prova d’esame

Tutto quello che c’è da sapere sugli orali: date, materie, novità

I 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, i 100 anni dalla nascita di Primo Levi, i trent’anni dalla nascita del World Wide Web, le battaglie dell’attivista svedese Greta Thunberg, finora le tracce più chiacchierate. Sono state confermate? Quali sono le tracce della prima prova della maturità 2019?

Tutte le novità che riguardano l’esame di Stato

Di seguito le tracce consegnate dal Miur agli studenti dell’Esame di Stato 2019:

– SE NON VISUALIZZI GLI ULTIMISSIMI AGGIORNAMENTI, CLICCA QUI –

(Aggiornare in continuazione per leggere gli aggiornamenti)

1) Analisi del testo: Ungaretti, dalla raccolta “L’Allegria, Il porto sicuro” la poesia Risvegli
2) Leonardo Sciascia, brano tratto da “Il giorno della Civetta”
3) Brano di Tomaso Montanari su uso del futuro
4) Steven Sloman – Philip Fernbach, L’illusione della conoscenza
5) L’eredità del ‘900, Corrado Stajano
6) Tema di attualità: Carlo Alberto Dalla Chiesa martire dello Stato
7) Tema di attualità: Gino Bartali, tra sport e storia

Le tracce complete

Di seguito le tracce complete del Ministero dell’Istruzione:

TIPOLOGIA A – Analisi del testo e comprensione

Proposta A1 – Analisi del testo: Giuseppe Ungaretti, dalla raccolta “L’Allegria, Il Porto Sepolto” la poesia “Risvegli” (Qui il testo della poesia)

Proposta A2 – Comprensione e analisi – Leonardo Sciascia, brano tratto da “Il giorno della Civetta” (1961), ADELPHI, Milano gennaio 2004. Nel romanzo il capitano Bellodi indaga sull’omicidio di Salvatore Colasberna, un piccolo imprenditore edile che non si era piegato alla protezione della mafia.

TIPOLOGIA B – Analisi e produzione di un testo argomentativo

Proposta B1 – Testo tratto da: Tomaso Montanari, Istruzioni per l’uso del futuro. Il patrimonio culturale e la democrazia che verrà (Minimum fax 2014). (Qui di cosa parla il testo)

Proposta B2 – Testo tratto da Steven Sloman – Philip Fernbach, L’illusione della conoscenza, (edizione italiana a cura di Paolo Legrenzi) Raffaello Cortina Editor, Milano, 2018.

Proposta B3 – L’eredità del ‘900. Brano tratto dalla raccolta di saggi “La cultura italiana del Novecento” (Laterza 1996) di Corrado Stajano, giornalista e scrittore. (Qui chi è Corrado Stajano)

TIPOLOGIA C – Riflessione critica di carattere argomentativo su tematiche di attualità Tema di attualità

Proposta C1- Testo tratto dal discorso del Prefetto Dottor Luigi Viana, in occasione delle celebrazioni del trentennale dell’uccisione del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, della signora Emanuela Setti Carrao e dell’Agenbte di Polizia di Stato Domenico Russo. (Qui chi era Carlo Alberto Dalla Chiesa)

Proposta C2 – Tra sport e storia. “Sono proprio orgoglioso: un mio caro amico, mio e di tutti quelli che seguono il ciclismo, ha vinto la corsa della vita, anche se è morta da un po’”. Questo mio amico è Gino Bartali. (Qui chi era Gino Bartali) (Qui cos’è il Giardino dei Giusti)

La prova

I maturandi avranno 6 ore di tempo a disposizione per terminare il compito.

Maturità 2019: il calendario della prima prova, seconda prova e orale

Tutto quello che c’è da sapere sulla prima prova: date, simulazioni, novità

Tutti pronti, quindi, i 520 mila circa maturandi, molto preoccupati dalle novità che dovranno affrontare con la riforma dell’esame.

La gran parte, il 96,3 per cento, si è vista comunque ammettere alle prove d’esame. “Le tracce permetteranno a tutti di esprimersi al meglio”, ha rassicurato ieri il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti. Oggi inoltre verrà estratta la lettera dell’alfabeto per sapere da chi si partirà per gli esami orali.

Maturità 2019: tutto quello che c’è da sapere sull’Esame di Stato

Tracce prima prova

Maturità 2019 tracce prima prova | Come funziona

La prima prova scritta in italiano servirà ad accertare la padronanza della lingua, le capacità espressive e critiche delle studentesse e degli studenti.

I maturandi 2019 dovranno produrre un elaborato scegliendo tra 7 tracce riferite a 3 tipologie di prove in ambito artistico, letterario, filosofico, scientifico, storico, sociale, economico e tecnologico.

Le tre tipologie di prova (invece delle quattro attuali) saranno: tipologia A (due tracce) – analisi del testo, tipologia B (tre tracce) – analisi e produzione di un testo argomentativo, tipologia C (due tracce) – riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

Per l’analisi del testo la novità principale riguarda il numero di tracce proposte: gli autori saranno due, anziché uno come accadeva fino ad ora.

L’analisi e produzione di un testo argomentativo (tipologia B) proporrà ai maturandi un singolo testo compiuto o un estratto da un testo più ampio, chiedendone l’interpretazione seguita da una riflessione dello studente.

La tipologia C proporrà problematiche vicine all’orizzonte delle esperienze di studentesse e studenti e potrà essere accompagnata da un breve testo di appoggio che fornisca ulteriori spunti di riflessione.

Maturità 2019: all’orale addio alla tesina, arrivano le tre buste

Maturità 2019 tracce prima prova | Come arrivare preparati

Ma come arrivare preparati alla prima prova di maturità? Non c’è una formula magica, ma seguire una serie di accortezze può essere d’aiuto per evitare gli errori di distrazione, le sviste di punteggiatura e le inutili divagazioni che rischiano di farci andare fuori tema. L’ansia può giocare brutti scherzi durante un esame, ma ci sono delle strategie che possono aiutarci a tenerla sotto controllo.

A dare qualche consiglio agli studenti che si apprestano ad affrontare il primo giorno di maturità è stato Luca Serianni, che oltre ad essere autore di numerosi libri sulla grammatica italiana è anche il presidente della commissione del Miur per la riforma della prima prova dell’esame di Maturità.

In un’intervista al quotidiano Repubblica, Serianni ha stilato un piccolo vademecum per gli studenti che si apprestano ad affrontare la prima prova di italiano di oggi, mercoledì 19 giugno 2019:

  • Prima regola: “Quindi”, “dunque” e “tuttavia” non sono mastini e non mordono
  • Seconda regola: Non ripetete l’ovvio solo per riempire lo spazio
  • Terza regola: Nemmeno il Dizionario della Lingua Italiana è un mastino, e nemmeno lui morde. Sfruttatelo.
  • Quarta regola: I due punti “fanno figo”
  • Quinta regola: “Renzo non può fregare gli sbirri”. E “ok” NON è ok all’esame di Maturità.
  • Sesta regola: Rileggetevi

Maturità 2019: date, materie e novità sull’esame orale

Maturità 2019 tracce prima prova | Polizia postale

La Polizia Postale durante l’Esame di Stato, la cui prima prova si terrà oggi, si occupa di evitare che le tracce vengano rubate e diffuse in anticipo tramite attività di hacking. Diffondere le tracce in anticipo è un reato.

Maturità: i voti dei vip