Me

I 10 comandamenti del “Jova beach party”. Jovanotti spiega le regole del tour per i fan

Il cantautore ha presentato le sue regole scherzose per partecipare ai concerti sulle spiagge italiane

Immagine di copertina
Lorenzo Jovanotti

Jovanotti e il “Jova beach party” avranno un decalogo di suggerimenti da seguire per viversi fino in fondo durante i 15 eventi previsti sulle spiagge di tutta Italia nell’estate 2019.

Prima di qualsiasi comandamento, Jovanotti scriveNon avrai altro Jova Beach se non quello dove sari tu fisicamente!”.

Ecco le regole d’oro per il tour di Lorenzo Cherubini:

1. Rispetta e difendi la spiaggia e il mare (raccolta differenziata, no plastica, non cicche in terra, ecc.)

2. Vieni con chi ti pare e vai via con chi ti pare (potrebbero anche cambiare)

3. Balla come se non ti stesse a guardare e giudicare nessuno

4. Ama come se non avessi mai preso tranvate

5. Goditi questa giornata, penserà a tutto il dj. A quasi tutto

6. Idratati molto ma non bere l’acqua del mare

7. Non spingere, c’è spazio

8. Se decidi di bere alcolici non guidare al ritorno, piuttosto dormi sulla spiaggia

9. Sii te stesso/a che sogni di essere per un giorno

10. Canta a squarciagola quando partono le hit

Cos’è il “Jova beach party”

Musica, mare, divertimento. È questa la formula vincente lanciata da Lorenzo Jovanotti Cherubini, alias Jovanotti. Il cantautore, infatti, il 6 dicembre 2018, con una diretta sul suo profilo Facebook, ha lanciato il Jova Beach Party, il tour estivo 2019 che non sarà però una semplice tournée sulle spiagge.

“Secondo me la luna è la spiaggia dell’universo e in spiaggia si possono fare tante cose: l’avventura, la vacanza, l’incontro, la festa, farsi seppellire fino al collo, fare l’amore, trovare o cercare perlomeno un tesoro, scrivere delle cose che si cancellano e si possono leggere da molto lontano – ha dichiarato il rapper – Si può giocare con gli aquiloni, prendere il sole e si può soprattutto ballare”.

Si tratta, quindi, non di un semplice live show sulle spiagge, ma un evento vero e proprio al cui interno ci saranno incontri, presentazioni e un temporary shop. “Non sarà semplicemente un festival, ma un villaggio, una città temporanea dove le persone potranno fare il bagno, guarderanno il concerto sul bagnasciuga, giocheranno a racchettoni” ha chiarito Jovanotti. Aggiungendo che ci sarà anche un’area dedicata ai bambini.