Me

L’editoriale di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano: “C’è un legame fra alcune Ong e scafisti, ormai acclarato e rivendicato dalle interessate”

Il direttore de Il Fatto Quotidiano ha scritto un editoriale che ha fatto molto discutere. Le reazioni sui social da parte di colleghi e lettori

Immagine di copertina
Marco Travaglio

Sulla prima pagina del Fatto Quotidiano di oggi, 10 luglio 2018, il direttore Marco Travaglio nel suo editoriale scrive che vi è un “legame fra alcune Ong e gli scafisti, ormai acclarato e addirittura rivendicato dalle interessate”.

Titolato “Sotto la maglietta” Travaglio inizia il suo editoriale lanciando un appello a tutti coloro che hanno aderito all’iniziativa lanciata dal Gruppo Abele e da Libera “Sabato 7 luglio indossiamo una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità”, l’appello alla mobilitazione contro le politiche migratorie del governo del weekend scorso.

Travaglio scrive: “Avverto un rischio, quello che una bella iniziativa per non dimenticare una tragedia quotidiana che dura da anni diventi non tanto uno strumento di propaganda politica (sempre legittimo), ma un’ arma di distrazione di massa dai veri responsabili. Che – se vogliamo provare a ragionare sui fatti, andando oltre le commemorazioni dei defunti e il derby fra tifoserie buoniste e cattiviste – non sono questo o quel governo, ma i trafficanti di esseri umani”.

E aggiunge: ” Il legame fra alcune Ong e gli scafisti, ormai acclarato e addirittura rivendicato dalle interessate, non è di tipo economico, ma fattuale: le Ong agiscono, anche con le migliori intenzioni, come “pull factor” che rende i viaggi meno costosi e rischiosi, dunque più appetibili e redditizi”.

In risposta, commenti e critiche polemiche da parte di Zoro (Diego Bianchi), giornalista e conduttore del programma Propaganda live su La7, e altri colleghi e lettori.