Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:12
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Sport

La fuga bidone rimescola le carte: bis di Storer, maglia roja a Eiking

Immagine di copertina
Credit: ANSA

Michael Storer (Team DSM) ha vinto la decima tappa della 76esima Vuelta Espana, corsa lungo i 189 chilometri che separano Roquetas de Mar da Rincon de la Victoria. L’australiano ha così bissato il successo di venerdì scorso al Balcon de Alicante. Il corridore di Perth ha anticipato di 22″ un gruppetto di altri quattro attaccanti, facenti parte, come lui, della mega fuga di giornata forte di ben 30 unità. Alla piazza d’onore si è classificato il belga Mauri Vansevenant (Deceuninck Quick Step) che ha preceduto nell’ordine il francese Clement Champoussin (AG2R Citroen), l’olandese Dylan Van Baarle (Ineos Grenadiers) ed il norvegese Odd Christian Eiking (Intermarchè Wanty Gobert). Proprio quest’ultimo è il beneficiario principale di questa vera e propria fuga bidone. Ora è lui a vestire la maglia roja con un vantaggio di 58″ sul francese Guillaume Martin (Cofidis Credits Solutions) mentre Primoz Roglic (Jumbo Visma) è sceso in terza posizione a 2’17” dal nuovo leader.

Solo a fine corsa, tra 12 giorni a Santiago de Compostela, si potrà valutare l’effetto reale della frazione odierna. Di certo, il campione olimpico a cronometro non si è dannato per conservare il simbolo del comando, tentando, però, al contempo di allungare in graduatoria su quelli che lui ritiene essere i suoi avversari più pericolosi. Azione, questa, riuscita sul duo Ineos Grenadiers, composto da Egan Bernal ed Adam Yates, che ha perso un ulteriore mezzo minuto dallo sloveno. Al contrario, la coppia Movistar, formata da Enric Mas e Miguel Angel Lopez non ha ceduto e resta un’incombente minaccia per l’ex saltatore con gli sci di Trbovlje.

L’undecima tappa in programma domani giunge in tal senso a fagiolo. Nei 133 brevi chilometri da Antequera a Valdepenas de Jaen non c’è un metro di pianura con due salite, ad onor del vero non proibitive, nel finale. È lecito aspettarsi di tutto.

Ti potrebbe interessare
Sport / Il Garante a Dazn: “Rimborsi automatici e semplificati”. La Lega Calcio: soldi a tutti gli abbonati
Sport / Perché il Palio di Siena non si corre (e non va in onda) oggi, 16 agosto 2022: il motivo
Sport / Palio di Siena 16 agosto 2022: i fantini che correranno la Carriera
Ti potrebbe interessare
Sport / Il Garante a Dazn: “Rimborsi automatici e semplificati”. La Lega Calcio: soldi a tutti gli abbonati
Sport / Perché il Palio di Siena non si corre (e non va in onda) oggi, 16 agosto 2022: il motivo
Sport / Palio di Siena 16 agosto 2022: i fantini che correranno la Carriera
Sport / Palio di Siena 16 agosto 2022, diretta LIVE: la cronaca in tempo reale da Piazza del Campo
Sport / Palio di Siena 2022, il drappellone che sarà consegnato alla contrada vincitrice. FOTO
Sport / Palio di Siena 16 agosto 2022: il regolamento della Carriera
Sport / Palio di Siena 16 agosto 2022: il programma della giornata, gli orari
Sport / Perché il Palio di Siena 16 agosto 2022 non va in onda sulla Rai: il motivo del cambio
Sport / Palio di Siena 16 agosto 2022, chi fa la telecronaca della Carriera su La7: giornalista e commentatore
Sport / Palio di Siena 16 agosto 2022, le contrade che prenderanno parte alla Carriera di oggi