Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 07:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Sport

Sterling al centro di una bufera in Inghilterra per un tatuaggio

Immagine di copertina
L'attaccante del Manchester City e della nazionale inglese, Sterling

L'attaccante del Manchester City e della nazionale inglese si è tatuato un fucile d'assalto sul polpaccio

L’attaccante del Manchester City e della nazionale inglese Raheem Sterling è finito al centro delle polemiche per un tatutaggio. Sì, un semplice tatuaggio. O forse non tanto semplice visto che il soggetto del tatuaggio è un fucile d’assalto.

Tatuaggio Sterling
Il tatuaggio di Sterling

Il dibattito, in particolare sui social network, è stato subito molto acceso e polarizzato, e non è mancato chi ha chiesto l’immediata esclusione dell’attaccante del Manchester City dalla rosa mondiale dell’Inghilterra.

Dopo aver letto duri giudizi sul suo ultimo tatuaggio, definito “disgustoso” e “totalmente inaccettabile”, lo stesso Sterling ha voluto difendersi con una “storia” su Instagram.

“Quando avevo due anni mio padre è stato ucciso da un colpo d’arma da fuoco. All’epoca avevo promesso a me stesso che non avrei mai toccato un’arma. Calcio di destro, dunque il tatuaggio ha un significato più profondo. E non è ancora finito”, le sue parole.

In difesa del giovane talento inglese si è schierato Gary Lineker, ex centravanti dell’Inghilterra, oggi opinionista tv, che ha definito “persecutorie” le accuse rivolte a Sterling.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”