Covid ultime 24h
casi +15.199
deceduti +127
tamponi +177.848
terapie intensive +56

Shad Gaspard, il wrestler morto annegato per salvare suo figlio

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 20 Mag. 2020 alle 20:09 Aggiornato il 20 Mag. 2020 alle 20:10
1
Immagine di copertina

Shad Gaspard è morto annegato per salvare la vita di suo figlio

Il mondo del wrestling piange Shad Gaspard, morto a 39 anni per salvare la vita di suo figlio. Era scomparso la scorsa domenica. Si era recato a Venice Beach, California, con la famiglia ed era entrato in acqua con il figlio di dieci anni e alcuni amici per fare una nuotata. Purtroppo, a causa delle forti correnti, il gruppo ha avuto seria difficoltà a tornare a riva. Sono intervenuti i bagnini, che hanno salvato il figlio di Shad Gaspard, mentre il wrestler è stato dichiarato disperso in mare.

Poche ore fa, il corpo senza vita del campione del wrestling è stato ritrovato da un passante che correva sulla spiaggia ed è poi stato riconosciuto dai famigliari. Shad è morto cercando di salvare il suo bambino, è grazie al suo aiuto che i bagnini hanno potuto trarre in salvo il ragazzino. Poco dopo, di Gaspard infatti si sono perse le tracce. Inutile la ricerca partita poco dopo, tra sub ed elicotteri.

Shad era conosciuto come The Beast, lavorava anche in coppia con JTG formando il tag team Cryme Time.  Ha anche ottenuto la fama cinematografica, recitando nel film della Marvel, Black Panther. La World Wrestling Entertainment ha voluto ricordare l’eroismo di Shad che già nel 2016 aveva sventato una rapina a mano armata a Coral Springs.

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.