Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Napoli-Udinese, paura al San Paolo: il portiere Ospina crolla a terra dopo una botta in testa

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 17 Mar. 2019 alle 18:55 Aggiornato il 17 Mar. 2019 alle 19:12
0
Immagine di copertina

NAPOLI-UDINESE – Attimi di paura al San Paolo. Intorno al 42esimo minuto della sfida di Serie A tra Napoli e Udinese il portiere dei padroni di casa, il colombiano Ospina, è crollato a terra. Immediati i soccorsi dei compagni e dei medici del club campano che hanno, grazie all’aiuto della barella, portato l’ex Arsenal fuori dal campo. Successivamente Ospina, apparso comunque vigile, è stato trasferito all’ospedale per degli accertamenti.

Napoli Udinese Ospina

All’inizio della partita l’estremo difensore in seguito a un duro contrasto di gioco con il giocatore dell’Udinese Pussetto era rimasto a terra ferito alla testa da una scarpata. Dopo qualche attimo di apprensione e una vistosa fasciatura il portiere aveva però ripreso posto in campo senza particolari problemi.

Al 42esimo, sul risultato di 2-2, però Ospina, forse a causa di un forte giramento di testa, è caduto a terra. I medici sono quindi velocemente rientrati in campo per soccorrerlo. Dopo alcuni minuti il portiere, pienamente cosciente, è stato portato fuori dal campo con l’ausilio della barella e di corsa trasportato in ospedale per le opportune verifiche.

Alla scena hanno assistito i compagni di squadra e gli avversari, visibilmente preoccupati. Apprensione anche sugli spalti, dove era presente anche la moglie di Ospina (in questi minuti in ospedale al fianco del marito), con il silenzio che è calato sul San Paolo fino all’uscita dal campo del portiere tra gli applausi.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.