Michael Schumacher compie 51 anni: come sta oggi l’ex pilota di Formula 1

In questi giorni ha parlato la moglie del 'Kaiser': "Le cose grandi iniziano con piccoli passi"

Di Antonio Scali
Pubblicato il 29 Dic. 2019 alle 07:23 Aggiornato il 3 Gen. 2020 alle 11:04
109
Immagine di copertina

Michael Schumacher compie 51 anni: come sta oggi l’ex pilota della Ferrari a 6 anni dall’incidente

Era il 29 dicembre del 2013 quanto Michael Schumacher fu vittima di un tragico incidente sugli sci sulle Alpi francesi. Una violenta caduta che causò al sette volte campione del Mondo di Formula 1 una grave lesione cerebrale. A sei anni da quell’episodio, il pilota festeggia oggi, 3 gennaio 2020, 51 anni.

La sua famiglia ha mantenuto sempre il massimo riserbo sulle reali condizioni di salute del pilota. Sappiamo che da quel giorno e rimasto in coma per sei mesi, dopodiché le notizie si fanno piuttosto frammentate. Per lui, abituato a correre a velocità super soniche sui circuiti di tutto il mondo, quell’incidente sugli sci appare quasi beffardo.

Durante i mesi di coma Schumacher è stato curato all’Ospedale di Grenoble. Poi il trasferimento a Losanna, in Svizzera, per proseguire la riabilitazione. Al suo fianco la propria famiglia, che ha imposto una ferrea cortina di ferro attorno al campione.

Corinna, la moglie, e i figli di Schumacher hanno avvolto nel mistero la sua degenza dopo l’incidente, chiedendo il rispetto della privacy, e rassicurando i milioni di tifosi del pilota che in caso di novità significative sarebbero stati loro a darne comunicazione.

D’altro canto, i familiari più stretti del tedesco non si sono mai arresi e hanno lottato per garantire al campione cure mediche e assistenza di primo livello. Nel frattempo da quel 29 dicembre sono passati 6 anni, tra voci più o meno credibili che in tutto questo tempo si sono susseguite sulla salute di Michael Schumaker.

Una prima importante svolta è arrivata lo scorso settembre, quando l’ex Ferrari è stato trasferito all’ospedale Georges Pompidou di Parigi. Il motivo? Una cura “top secret” nell’unità cardiologica della struttura dove è seguito dall’equipe guidata dal luminare Philippe Menasché. Da quel momento di Schumi si è saputo ben poco, anche se più volte sono trapelate voci che parlavano di uno Schumacher cosciente, mai confermate ufficialmente.

Da registrare anche le recenti parole di Jean Todt. L’ex team principal della Ferrari ha svelato di aver seguito un Gran Premio in tv assieme al tedesco, senza aggiungere ulteriori dettagli. In questi giorni è tornata a parlare di Michael sua moglie Corinna, che ha inviato un messaggio ad un fan club tedesco, dicendo: “Le cose grandi iniziano con piccoli passi. Molte piccole particelle possono formare un enorme mosaico”. Una frase criptica che però sembra far ben sperare sulle condizioni di salute del campione tedesco.

Il mese scorso alla rivista She’s Mercedes la donna aveva dichiarato: “È in buone mani in questo momento e stiamo facendo tutto il possibile per aiutarlo. Cercate di capire che seguiamo il desiderio di Michael di mantenere segreta la sua salute. un argomento così delicato, come è sempre stato, sul quale c’è massima privacy”.

109
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.