Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

Juventus-Inter, Agnelli insulta Conte: “Vaff… Cogl…”. Il video e la ricostruzione

Di Antonio Scali
Pubblicato il 10 Feb. 2021 alle 08:39 Aggiornato il 10 Feb. 2021 alle 08:42
14
Immagine di copertina

Un finale di partita infuocato quello di ieri, 9 febbraio 2021, al termine della semifinale di ritorno di Coppa Italia allo Juventus Stadium tra Juventus e Inter, conclusa sullo 0-0, risultato che ha permesso ai bianconeri di strappare il pass per la finale, grazie alla vittoria dell’andata. Come spesso accade, tra due rivali come Juve e Inter le polemiche non mancano mai. A fine match le telecamere hanno inquadrato il presidente bianconero Andrea Agnelli mentre scendeva, furioso, le scale della tribuna. Il labiale è piuttosto chiaro: “Vaff…  stai zitto ora cogl…”, sembra dire Agnelli rivolto verso il campo. Il destinatario dello sfogo sembra essere proprio Antonio Conte, allenatore nerazzurro. Ma cosa è successo?

Secondo una prima ricostruzione, tra i due gli screzi erano iniziati già all’intervallo, quando Conte – come si vede dal video – avrebbe fatto il dito medio rivolto verso la tribuna, accompagnandolo con una parolaccia. I destinatari del gestaccio sarebbero quindi lo stesso Agnelli e il vicepresidente Nedved. Ricordiamo che Conte è stato per anni una bandiera della Juventus, prima da calciatore e poi da allenatore. Una storia terminata proprio per i rapporti ormai ai minimi termini tra il massimo dirigente bianconero e l’allenatore pugliese. Durante la partita non erano mancati i battibecchi anche con un altro storico calciatore bianconero, Leonardo Bonucci, che aveva punzecchiato il suo ex mister per le proteste nei confronti dell’arbitro.

Nel post-partita, ai microfoni della Rai, Conte ha dichiarato: “Non c’è niente da dire, bisognerebbe che ci fosse più sportività e rispetto per chi lavora. Le fonti della Juventus dovrebbero dire la verità, penso che il quarto uomo abbia sentito e visto cosa è successo per tutta la partita. Bisognerebbe essere più educati”. Vecchie ruggini, dunque, riemerse durante uno scontro diretto che metteva in palio una finale. Agnelli, pur riconoscendo l’ottimo lavoro fatto da Conte (che ha avviato il lungo ciclo di scudetti vinti dalla Vecchia Signora), non gli hai mai perdonato quelle dimissioni a sorpresa nell’estate del 2014, con la squadra già in ritiro, a causa di divergenze sul mercato.

Messaggio politico elettorale. Committente: Tobia Zevi

Dopo il dito medio di Conte a fine primo tempo, secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, durante l’intervallo ci sarebbe stato anche un violento diverbio tra il bianconero Fabio Paratici e il nerazzurro Lele Oriali. Agnelli e Conte poi avrebbero continuato a battibeccare anche dopo, nei pressi degli spogliatoi. E lo scontro si sarebbe allargato anche ai calciatori delle due squadre. A fine partita il duro sfogo del presidente juventino. L’attuale allenatore bianconero Andrea Pirlo ha preferito non commentare: “Non so bene cosa sia successo con Conte perché ero già rientrato negli spogliatoi”.

LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

14
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.