La storia di Alphonso Davies: da “profugo” al primo gol (da record) col Bayern Monaco

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 20 Mar. 2019 alle 10:34
2
Immagine di copertina
Alphonso Davies con la maglia del Bayern Monaco

Il giocatore del Bayern Monaco Alphonso Davies non dimenticherà mai la data 17 marzo 2019. Domenica scorsa infatti il giovane talento del club tedesco, di cui se ne parla un gran bene, ha segnato il suo primo gol in Bundesliga nella sfida contro il Mainz vinta per 6-0. Un gol da record: a 18 anni, 4 mesi e 15 giorni, il gol ha fatto diventare Davies il più giovane marcatore degli ultimi vent’anni della storia del club bavarese.

A rendere particolare la storia di Davies però non è il talento e la giovane età, ma il fatto che la sua è stata una vita molto particolare. Il destino del classe 2000, acquistato in estate dal Bayern per 20 milioni di euro, è cambiato circa una ventina di anni fa. Poco prima che nascesse. Il ragazzo infatti è nato il 2 novembre 2000 nel campo profughi di Buduburam in Ghana, dove i genitori si erano rifugiati per salvarsi dalla guerra civile in corso in Liberia.

Un periodo molto difficile dove l’indifeso Davies è stato protetto dai genitori, reduci da mille difficoltà e pericoli reali: “Per trovare da mangiare dovevi saltare sopra i cadaveri… Avevamo paura di morire”, ha raccontato Victoria Davies, la mamma di Alphonso. Dopo cinque anni in Ghana Alphonso, grazie al calcio, si è trasferito in Canada, dove è iniziata la sua seconda vita dopo il campo profughi.

“Il viaggio è stato lungo e difficile: venire qui è il sogno che io e i miei genitori volevamo realizzare”, dissè il ragazzo ai giornali canadesi nel 2015 quando fu ingaggiato dai Vancouver Whitecaps.

Alphonso Davies
Alphonso Davies con la maglia dei Vancouver Whitecaps

Con il club nordamericano Davies ha giocato 92 partite realizzando 14 gol. Numeri che non sono passati inosservati agli occhi del Bayern Monaco, che la scorsa estate lo ha acquistato per una cifra intorno ai 20 milioni di euro.

Poi dal 1 gennaio 2019 (per questioni di regolamento, il giocatore infatti è diventato maggiorenne solo lo scorso novembre) l’inizio ufficiale con la maglia del club tedesco.

L’esordio è arrivato il 27 gennaio quando il tecnico Niko Kovac lo ha gettato nella mischia contro lo Stoccarda (gara vinta dal Bayern 4-1). Dopo cinque scampoli di partita, appena 56 minuti, l’attaccante con il gol al Mainz è entrato nella storia del club. Il primo di una lunga serie di record. Dalle parti di Monaco di Baviera ne sono sicuri.

2
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.