Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

Alex Zanardi in coma farmacologico: “Danno cerebrale importante. Ci potrebbero essere conseguenze sulla vista” | Diretta

L'avvocato dell'autista del camion: "Se lo è trovato davanti in curva e ha sterzato"

Di Anton Filippo Ferrari
Pubblicato il 20 Giu. 2020 alle 07:09 Aggiornato il 20 Giu. 2020 alle 20:39
110
Immagine di copertina

Alex Zanardi ricoverato in terapia intensiva: le condizioni di salute | Diretta

Alex Zanardi è ricoverato in gravi condizioni all’ospedale di Siena Le Scotte. L’ex pilota di Formula 1 e atleta paralimpico di handbike nel pomeriggio di ieri, 19 giugno, è rimasto coinvolto in un incidente stradale in provincia di Siena, lungo la provinciale 146, nel tratto tra Pienza e San Quirico, durante una gara di handbike. Le sue condizioni di salute sono apparse fin da subito gravi. Una volta all’ospedale ad Alex Zanardi è stato riscontrato un politrauma ed è stato sottoposto a un delicato intervento di neurochirurgia. Poi il ricovero in terapia intensiva con prognosi riservata. Di seguito tutti gli aggiornamenti sulle condizioni di salute di Alex Zanardi.

DIRETTA

Il direttore del dipartimento di emergenza urgenza dell’ospedale Le Scotte di Siena, Sabino Scolletta, ha detto che Zanardi potrebbe avere conseguenze sulla vista “perché ha qualche lesione oculare. Abbiamo chiesto una consulenza da parte degli oculisti. Il trauma è anche facciale e, quindi, è probabile che ci possano essere lesioni del campo visivo. Però sarà possibile valutarlo tra qualche giorno. Difficile poterlo dire adesso”. Per il resto, “è stabile, ma naturalmente grave da un punto di vista neurologico. Le condizioni continuano a essere stabili dal punto di vista cardiorespiratorio, continua a essere ventilato meccanicamente, e i parametri metabolici restano stabili. Il quadro clinico generale e’ tutto sommato buono, ma è ovviamente da confermare la gravità del quadro neurologico: andrà valutato la prossima settimana”.

Zanardi, l’avvocato dell’autista del camion: “Se lo è trovato davanti in curva e ha sterzato” – “Se lo è trovato quasi di fronte all’uscita della curva e meno male che è riuscito a dare una sterzata e a buttarsi verso il limite della corsia. Così l’impatto è stato sul fianco altrimenti sarebbe stato un urto frontale con conseguenze ancora più deleterie”. Così il difensore dell’autista del camion, l’avvocato Massimiliano Arcioni di Grosseto.

Ore 16,50 – Il sindaco di Pienza: “Nessuna comunicazione di manifestazione sportive” – “Non abbiamo mai ricevuto comunicazione ufficiale di eventi o manifestazioni sportive sul nostro territorio”, ha dichiarato il sindaco di Pienza Manolo Garosi. Zanardi stava partecipando alla staffetta tricolore di ‘Obiettivo tre’ che vede tra i partecipanti atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica, ma anche generici appassionati di ciclismo o sportivi che via via si potevano accodare al gruppo. Il sindaco Garosi è stato già ascoltato dai carabinieri. “Ci era stato comunicato solamente via Facebook che si sarebbe tenuto un saluto istituzionale in piazza”, ha detto in un’intervista a Radio Siena Tv. “Ma poi – ha aggiunto il primo cittadino – ci hanno anche successivamente comunicato, sempre tramite Facebook, l’annullamento di questo momento per motivi di ritardo sulla tabella di marcia della manifestazione”.

Ore 14,05 – Due organizzatori della manifestazione dai carabinieri. Sono due gli organizzatori della manifestazione Obiettivo tricolore  nella quale Alex Zanardi nel pomeriggio di ieri è stato coinvolto in un incidente che gli ha provocato gravissime lesioni, soprattutto neurologiche, ad essere interrogate dai carabinieri del comando provinciale di Siena in questo momento. L’inchiesta condotta dalla sostituto procuratore della Repubblica di Siena Serena Menicucci punta a chiarire sia le cause dell’incidente sia anche le modalità  logistiche dell’evento organizzato da Obiettivo 3 della quale Zanardi è fondatore.  Il sindaco di Pienza Manlio Garosi ha fatto sapere di non essere stato informato dello svolgimento  della manifestazione sulla strada del suo comune.

Ore 12,30 – Zanardi, l’anestesista: “Danno cerebrale importante. In questo momento è stabile, ma può destabilizzarsi da un momento all’altro”. “La situazione è quella di un importante danno cerebrale, in questo momento è stabile ma potrebbe destabilizzarsi da un momento all’altro”. A dirlo ai giornalisti davanti all’ospedale di Siena è stato Sabino Scolletta, responsabile del reparto di Terapia intensiva dell’ospedale di Siena, riferendo il secondo bollettino medico. “Al momento dell’arrivo in pronto soccorso il quadro clinico era grave”, ha aggiunto lo specialista. “Ora i parametri sono buoni, è ben adattato al ventilatore meccanico, questo è un buon segno”. “Fortunatamente non c’è nessuna lesione al torace e a livello addominale – ha aggiunto il medico – è stato condotto in terapia intensiva intorno alle 22 di ieri sera dopo un intervento neurochirurgico durato circa tre ore. Durante la notte in terapia intensiva le condizioni si sono via via stabilizzate, anche in maniera importante. I parametri emodinamici cardiovascolari sono stabili e necessitano soltanto di un minimo supporto farmacologico e di questo siamo piuttosto soddisfatti. I parametri respiratori analogamente sono stabili, nella norma”. “Purtroppo il quadro neurologico è molto grave, persistono condizioni di gravità e naturalmente di incertezza. E’ un paziente sedato in questo momento, in coma farmacologico, e per questo motivo non è possibile valutarlo dal punto di vista neurologico se non nei prossimi giorni. Per questo motivo resta in prognosi riservata”. “I prossimi giorni sono quelli che prevedono un monitoraggio attento della funzione neurologico e quindi il ripristino delle funzioni vitali qualora ci fosse l’instabilità di qualche parametro. Attualmente questi parametri sono stabili per cui siamo abbastanza soddisfatti. Le condizioni stabili sono un buon segno – ha concluso – ma sottolineo nuovamente che il quadro neurologico resta grave ed è incerto. Valuteremo nei prossimi giorni un’eventuale sospensione della sedazione”.

Ore 11,15 – Zanardi, il neurochirurgo: “È arrivato trauma cranico facciale e frattura ossa del frontale”. Il neurochirurgo Giuseppe Olivieri, che ieri ha operato Alex Zanardi, ha spiegato che l’atleta paralimpico “è arrivato da noi con trauma cranico facciale importante, con un fracasso facciale e una frattura affondata delle ossa del frontale. È stato operato per ‘rattoppare’ e adesso la situazione permette di curare”. Poi ha aggiunto che Zanardi “ha fatto una tac subito dopo l’intervento e ora ha un catetere per la misurazione della pressione intracranica. L’intervento è andato come doveva andare, è la situazione iniziale che era tanto grave”, ha detto il chirurgo che non ha voluto fare previsioni sul decorso clinico spiegando che le condizioni di Zanardi potrebbero stabilizzarsi “in una settimana o dieci giorni. Poi potrà essere risvegliato e valutato”.

Ore 11,06 – Procura punta a verifiche su sicurezza manifestazione. La procura di Siena sta concentrando, le indagini, oltre che sulla dinamica dell’incidente, sulle modalità di svolgimento della manifestazione ‘Obiettivo 3’ che vedeva la partecipazione di una decina di corridori disabili. I carabinieri dovranno accertare se fosse stata predisposta un’ordinanza con eventuali limitazioni al traffico per garantire la sicurezza della manifestazione. A quanto risulterebbe, la questura di Siena non sarebbe stata informata della manifestazione.

Ore 10,45 – Zanardi è intubato e in coma farmacologico. Il neurochirurgo: “Condizioni gravi ma stabili”. “Le condizioni di Zanardi sono gravi ma stabili. I numeri sono buoni pur rimanendo una situazione grave”. A dirlo è stato il neurochirurgo Giuseppe Olivieri, che ieri ha operato Alex Zanardi. L’intervento “è andato come doveva andare, erano le condizioni iniziali che erano gravi”, ha detto il medico ai giornalisti radunati fuori dall’ospedale per seguire gli aggiornamenti sullo stato di salute dello sportivo. Il neurochirurgo ha confermato che l’atleta “è tenuto in coma farmacologico”. “È un malato che vale la pena di curare e noi lo curiamo, ma è presto per una prognosi” e “neurologicamente in questo momento non è valutabile”, ha aggiunto.

Ore 10,30 – Zanardi, il nuovo bollettino medico: “Resta grave”. Restano gravi le condizioni di Alex Zanardi, ricoverato in terapia intensiva all’ospedale di Siena. “La Direzione Sanitaria dell’Aou Senese informa che il paziente, sottoposto ad un delicato intervento neurochirurgico nella serata del 19 giugno, e successivamente trasferito in terapia intensiva, ha parametri emodinamici e metabolici stabili”, si legge nel bollettino medico di questa mattina pubblicato online sul sito dell’ospedale. “È intubato e supportato da ventilazione artificiale mentre resta grave il quadro neurologico”. Nella mattinata sono attesi altri aggiornamenti.

Ore 10,20 – Procuratore Siena: “Autista indagato, è atto dovuto”. L’ autista del camion contro il quale ieri, nel senese, si è scontrato Alex Zanardi, è stato iscritto nel registro degli indagati per lesioni gravissime da incidente stradale. Lo ha confermato il capo della procura senese, Salvatore Vitiello, spiegando che si tratta di “un atto dovuto”.

Ore 10,10 – Zanardi: autista camion rilascia dichiarazioni spontanee. Il camionista alla guida del mezzo che ieri pomeriggio a Pienza è rimasto coinvolto nell’incidente con Alex Zanardi, ha rilasciato spontanee dichiarazioni ai carabinieri della compagnia di Montepulciano che stanno conducendo le indagini. L’uomo ha raccontato la sua versione dei fatti sull’accaduto, ricostruendo la dinamica dell’incidente. Il 44enne è stato sottoposto all’alcoltest e al prelievo per la ricerca di sostanze stupefacenti: entrambi gli esami hanno dato risultati negativi.

Ore 9,10 – Carabinieri sequestrano mezzi coinvolti nell’incidente. Sequestrati, dai carabinieri della compagnia di Montepulciano (Siena), che conducono le indagini coordinate dalla Procura senese, i mezzi coinvolti nell’incidente stradale in cui è rimasto ferito gravemente Alex Zanardi. I militari dell’Arma hanno sequestrato il camion, guidato da un 44enne senese, contro cui ha sbattuto Zanardi, e l’handbike su cui viaggiava il campione paralimpico.

Ore 9,02 – Zanardi: annunciati due bollettini sanitari. Saranno due gli aggiornamenti sanitari previsti nella mattinata di oggi per conoscere le condizioni di Alex Zanardi. Il primo degli appuntamenti sarà alle dieci e trenta, è parlerà il neurochirurgo Giuseppe Olivieri che ieri lo ha operato. Due ore dopo, intorno alle 12,30 sarà la volta del responsabile del reparto di terapia intensiva Sabino Scolletta reparto in cui è stato ricoverato Zanardi dopo l’intervento.

Ore 8,50 – Zanardi: condizioni stabili nella notte, attesa per bollettino. Attesa per il bollettino che l’azienda ospedaliera, Le Scotte di Siena, diramerà questa mattina dopo le dieci sulle condizioni di  Alex Zanardi operato nella serata di ieri dai neurochirurghi del policlinico senese. Nella scorsa notte le sue condizioni sono rimaste stabili ma come già è stato sottolineato ieri sera dopo le tre ore di intervento, la sue condizioni sono gravissime. Le speranze delle famiglia, la moglie Daniela che era al seguito della manifestazione, del figlio Niccolò e delle tante persone che seguono, anche sui social questa vicenda, fanno affidamento sulla forte fibra di questo personaggio che ha lavorato molto per valorizzare le persone con problemi motori utilizzando lo sport. La procura di Siena ha aperto un fascicolo sull’incidente. “Speriamo che si possa riprendere – ha commentato il sindaco di Siena Luigi De Mossi-  il dispiacere della cittadinanza è tanto, esprimiamo solidarietà alla famiglia. L’unica cosa che posso dire è che questo ospedale è un’eccellenza e quindi sicuramente è stato curato e assistito nel miglior modo possibile”.

Ore 8,30 – Manuel Bortuzzo: “Da Alex Zanardi ho imparato a cercare un dono nella tragedia”. “Alex Zanardi si riprenderà la vita con la stessa fame di prima, anzi di più, se il fisico glielo permetterà. Perché lui è così”. Manuel Bortuzzo, il nuotatore di Treviso rimasto paralizzato da tre colpi di pistola alla schiena alla periferia di Roma per uno scambio di persona, commenta così in un’intervista a Repubblica la situazione di Alex Zanardi, il campione rimasto coinvolto in un grave incidente stradale in provincia di Siena durante una gara di handbike (qui la notizia completa).

Ore 7,34 – Il racconto del compagno di staffetta: “Non avrei mai voluto vedere quello che ho visto”. “Ero davanti a lui. Ho sentito questo grande rumore”. Paolo Bianchini, compagno nella staffetta Obiettivo Tricolore di Zanardi, ha raccontato al Corriere della Sera il momento dell’incidente di Alex Zanardi. “Mi sono girato e ho visto lui ribaltato e sulla fossetta. Una cosa che non avrei mai voluto vedere nella mia vita”, ha detto. “L’ho visto poco prima, era carico. Mi ha detto: Paolo, quando sono con te sono i giorni più belli della mia vita”, ha aggiunto in lacrime.

Ore 7 – Alex Zanardi gravissimo in terapia intensiva. Da ieri sera Alex Zanardi si trova in terapia intensiva dopo essere stato sottoposto per 3 ore a un intervento alla testa.

Cosa è successo ieri

Qual è stata la dinamica dell’incidente in handbike di Alex Zanardi?  Alex Zanardi è stato vittima di un grave incidente stradale nel pomeriggio di ieri, venerdì 19 giugno. Il sinistro è avvenuto in provincia di Siena, lungo la provinciale 146, nel tratto tra Pienza e San Quirico. L’atleta paralimpico era in sella alla sua handbike per una tappa della gara a staffetta “Obbiettivo 3”, competizione che vede tra i partecipanti atleti paralimpici in handbike, bici o carrozzina olimpica.

Nell’incidente è coinvolto un mezzo pesante. Alex Zanardi è stato trasportato d’urgenza – in codice 3 – con l’elisoccorso all’ospedale Le Scotte di Siena. Il pilota ha riportato un politrauma ed è stato sottoposto a un delicato intervento di neurochirurgia: si trova ora ricoverato in terapia intensiva. La prognosi è riservata.

“Le condizioni di Zanardi sono critiche, molto gravi”, ha spiegato Giovanni Bova, direttore del pronto soccorso del Policlinico universitario Le Scotte. “È arrivato a Siena intubato ed è stato subito ricoverato e operato nel reparto di neurochirurgia”.

Presenti nel policlinico senese Le Scotte sia la moglie di Zanardi, Daniela, sia il figlio, Niccolò. Intanto la Procura di Siena ha aperto un fascicolo sull’incidente. Il sostituto procuratore Serena Menicucci, magistrato di turno, ha svolto un sopralluogo sul luogo dell’incidente nel senese. I carabinieri nel frattempo hanno acquisito un video amatoriale che avrebbe ripreso il momento del sinistro.

La dinamica dell’incidente

“È successo su un rettilineo in leggera discesa, appena prima la strada fa una leggera curva e Alex ha invaso di poco l’altra corsia proprio mentre arrivava il camion, che ha provato a sterzare senza però riuscire a evitare l’impatto”, ha raccontato al quotidiano Repubblica Mario Valentini, commissario tecnico della Nazionale. “Era allegro, come sempre. Sulla salita gli ho fatto vedere l’aranciata, mi ha urlato dammene un po’! Si scherzava, e in discesa andava piano, non era una grande discesa… e poi c’era il rettilineo… all’imbocco della curva ha cambiato traiettoria. E ha fatto una manovra azzardata. Ha preso con la leva della pedivella sinistra il montante dove salgono gli autisti, ha girato due tre volte, il casco non ha retto, gli è saltato. C’è voluto per far arrivare l’elicottero, siamo in mezzo a un bosco e hanno dovuto spostarlo. Dall’incidente ai soccorsi sono passati venti minuti, ma c’è voluto molto per metterlo su, lo assistiva la moglie. Ma dopo l’incidente parlava. Sull’ambulanza non lo so”.

Chi è Alex Zanardi

Bolognese, 53 anni, Alex Zanardi negli anni Novanta era un famoso pilota di automobilistimo. Nel 2001 fu vittima di un grave incidente durante una gara di cart, nel quale perse le gambe. Negli anni successivi tornò al volante, per poi dedicarsi al paraciclismo, disciplina che gli è valsa quattro ori olimpici e otto titoli mondiali. A novembre il campione dovrebbe ritornare alla guida di auto sportiva in occasione della prova Gran Turismo a Monza.

Il primo grave incidente

Nel 2001 Alex Zanardi fu vittima di un gravissimo incidente durante una gara CART, nel quale perse le gambe. Di seguito il video dello schianto:

Leggi anche: Chi è Alex Zanardi: la biografia del campione

110
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.