Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Chi è Valeria Bruni Tedeschi, l’attrice sorella di Carla

Di Marco Nepi
Pubblicato il 11 Ott. 2020 alle 18:11 Aggiornato il 11 Ott. 2020 alle 18:24
0
Immagine di copertina

Chi è Valeria Bruni Tedeschi, l’attrice sorella di Carla

Stasera, 11 ottobre 2020, Valeria Bruni Tedeschi sarà ospite di Che tempo che fa, programma in onda su Rai 3 dalle ore 20, al fianco della sorella Carla, ex modella moglie dell’ex presidente francese, Sarkozy. Ma chi è esattamente Valeria Bruni Tedeschi? Di seguito tutte le informazioni sull’attrice.

Valeria nasce a Torino il 16 novembre del 1964. È un’attrice, regista, sceneggiatrice e montatrice italiana naturalizzata francese. Durante la sua carriera in Italia ha vinto quattro David di Donatello per la migliore attrice protagonista per La seconda volta (1996), per La parola amore esiste (1998), per Il capitale umano (2014) e per La pazza gioia (2017). Valeria Bruni Tedeschi in Francia ha vinto Premio César per la migliore promessa femminile per Le persone normali non hanno niente di eccezionale (1994). Ha ricevuto inoltre tre candidature come miglior attrice agli European Film Awards: per CinquePerDue – Frammenti di vita amorosa di François Ozon, Il capitale umano e La pazza gioia di Paolo Virzì. Il suo esordio alla regia È più facile per un cammello… ha ricevuto premi al Tribeca Film Festival e il premio Louis-Delluc, ricevendo candidature ai César e ai Nastri d’argento.

Biografia

Nata in una ricca famiglia di Torino di origine ebraica, figlia dell’industriale e compositore Alberto Bruni Tedeschi e della pianista e attrice Marisa Borini. Valeria Bruni Tedeschi ha una sorella: Carla; e un fratello: Virginio (1959-2006, morto per complicazioni di AIDS e HIV). Si trasferì a 9 anni a Parigi per timore di rapimenti e in seguito al terrorismo delle Brigate Rosse. A Nanterre frequentò i corsi di teatro alla École des Amandiers, dove insegnava Patrice Chéreau, che la aiuterà a esordire nel mondo del cinema nel 1987 con Hôtel de France del quale era regista. Ha interpretato numerosi film in Italia a partire da Storia di ragazzi e di ragazze di Pupi Avati e vinse il Premio David di Donatello nel 1996 per La seconda volta e nel 1998 per La parola amore esiste, entrambi di Mimmo Calopresti, in entrambe le occasioni come migliore attrice protagonista. Ma è soprattutto in Francia che la sua carriera vive un momento d’oro negli anni duemila con numerosi ruoli da protagonista, spesso ritratti di donne fragili e tormentate.

Vita privata, marito e figli

Sulla vita sentimentale di Valeria Bruni Tedeschi non sappiamo molto: dal 2007 al 2012 è stata legata all’attore Louis Garrel. Nel 2009 la coppia ha adottato una bambina africana, la piccola Celine Garrel, proveniente dal Senegal, che all’epoca aveva appena 6 mesi. Nel 2014 Valeria ha adottato il suo secondo figlio, Noè, un bambino vietnamita di 7 mesi. L’attrice è una donna molto riservata, tanto che non ha alcun profilo social. Attualmente dovrebbe essere single, ma non ci sono altre informazioni sulla sua vita privata.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.